Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker online e truffe: le nuove minacce dalle disconnessioni forzate

Piombano nel web tramite il sistema DoS e disconnettono il player contro cui stanno giocando magari un piatto importante. Così ti ritrovi lì, intento a voler fare una puntata importante, magari perché hai chiuso un punto importante al river, e di colpo ecco che si perde la connessione.

La clessidra inizia a girare e quando ritorni online hai perso il pot e soprattutto i soldi che ci avevi scommesso fino a quel momento.
Non sono i fantasmi, né tantomeno i problemi di connessione che si possono riscontrare con i principali Internet Service Provider, da Fastweb a Vodafone a Tim. C’è dietro la mano di qualcuno ed è quello che stanno cercando di accertare presso la sede di PokerStars.
LA DISCONNESSIONE FORZATA – I problemi, scansiamo subito il campo da ipotesi pericolose per il punto it, sarebbero accaduti sui siti dot com. Si chiama ‘forced disconnection’, disconnessione forzata e succede prevalentemente ai giocatori che stanno giocando in heads up cash game o sit and go. Vittorie facili facili, pensate a morire di bui in un sit and go mentre siete disconnessi.
Normalmente questi attacchi DoS sono rivolti su larga scala contro banche, processori e sistemi di pagamenti, siti web rivolti al grande pubblico, banche dati e altri ancora. La disconnessione può durare pochi minuti, quelli che bastano per portare a termine l’operazione da parte dell’hacker: rubare il piatto in un modo tuttosommato indolore.
I PRECEDENTI – Altre situazioni simili sono avvenute sulle reti Revolution e Microgaming. Attualmente è PokerStars ad avere maggiori problemi, specie sui livelli alti di gioco.
Ci sarebbe il caso di un giocatore che ha vinto 14 sit and go consecutivi proprio grazie a disconnessioni che sembravano casuali. Parliamo di partite da 100, 200 e anche 1.000 dollari. Importi non faraonici ma che a lungo andare possono accumulare dei discreti gruzzoli.
ATTENZIONE ALL’INDIRIZZO IP – Sarebbe l’indirizzo Ip a mettere a repentaglio la sicurezza degli utenti. Solo se è visibile e conosciuto può essere attaccato. E ottenere l’indirizo non è poi così complesso. Gli esperti dicono di fare attenzione a Skype. Il sistema di messaggistica avrebbe una falla di sicurezza che esporrebbe l’IP a grossi rischi durante la navigazione. E non serve neanche avere l’amicizia della vittima prescelta. Skype assicura che l’aggiornamento ha risolto questa falla. Forse sarebbe meglio per i poker players scaricare la nuova versione all’istante.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.