Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker online: Nevada Gaming Policy Committee discute su tasse, licenze, liquidità e tempi di rilascio

Il comitato di politica sul giooc del Nevada è stato convocato mercoledì scorso per discutere sulle regole del poker online, pochi mesi prima che le prime poker room verranno lanciate.
In quello che sarà l’ultimo incontro di quest’anno, temi su cui ruota la discussione potrebbero avere un impatto significativo sulla prossima implementazione della legislazione del poker online del Nevada: l’idoneità di licenza, di liquidità, la tassazione per l’operatore e una linea temporale.

La questione di chi dovrebbe ricevere una licenza di gioco in Nevada si sta rivelando una questione complessa. Il Presidente del Nevada Gaming Control Board, Mark Lipparelli, ha riconosciuto “una politica per la perfezione eliminerà tutti dal paesaggio”, ma il problema continua a superficie.

Nel corso della riunione dei regolatori Nevada sono state ‘messe a fuoco’ le licenze recenti del popolare bookmaker inglese William Hill. Prima della sua approvazione, la società britannica è stata interrogata sui suoi rapporti con Playtech Ltd. Ma nulla ha impedito che ricevesse l’ok.

Il mese scorso il Nevada ha approvato la richiesta di Igt per una licenza di gioco interattivo, nonostante le sue operazioni precedenti nei mercati che erano “più scure del grigio”
In realtà, Lipparelli ha lodato Igt per aver portato la sua rete di poker online in conformità alle leggi sul gioco nelle giurisdizioni di tutto il mondo. “Il consiglio valuterà in modo positivo chi segue la strada tracciata da Igt”, ha detto.

Secondo Lipparelli, gli operatori di poker online pagheranno il 6,75% di tasse sul cash game e alcuni tornei di poker possono essere tassati. Tale aliquota sarebbe impostata ben al di sotto dei livelli di tassazione europea, che è comunemente del 10-20% dei ricavi lordi di gioco o anche di più.

In cima alla lista delle preoccupazioni dei giocatori è quando sarà disponibile il poker online e se il Nevada si avrà un traffico sufficiente a rendere valido il poker online nello stato. Lipparelli ha indicato che le prime licenze degli operatore di casinò potrebbero essere rilasciate nei prossimi due o tre mesi. Questa linea temporale coincide con le osservazioni formulate dal CEO Michael Gaughan della South Point Casino, che ha detto che le poker room online dei suoi casinò saranno operative a settembre.

Il problema della liquidità è stato anche un altro argomento affrontato nel corso della riunione di ieri. È stato proposto che la legislazione può essere modificata per consentire in particolare al Nevada di entrare a patti con altri Stati e anche altri paesi, verificando che tali azioni non violino il diritto federale.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.