Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker online Usa: brutte news dal senatore Graham e dalla Florida

Non solo buone notizie per il poker online Usa. Se nei giorni scorsi il senatore Harry Reid sembrava ritagliarsi un ottimo spazio legislativo per il poker online a livello federale, c’è anche chi lavora nel verso contrario: stiamo parlando della proposta di divieto definitivo per il poker online a livello federale sulla quale sta lavorando il senatore liberale Lindsey Graham.
Del resto il ganmbling online è già tecnicamente illegale se ci riferiamo al 2006 Unlawful Internet Gaming Enforcement Act ma le interpretazioni rilasciate dal Dipartimento di Giustizia Usa specie negli ultimi mesi e dopo il black friday del poker online, hanno permesso ai singoli Stati di dotarsi di regole proprie. Vedi, come al solito, il Nevada, il Delaware e il New Jersey mentre California e Illinois sono già sulla buona strada.
Secondo Graham gli Stati si starebbero comportando come dei “gangster maledetti che gestiscono il proprio racket sul gioco d’azzardo”.
Altre notizie negative arriverebbero dalla Florida dove, non solo il disegno di legge per la regolamentazione del poker online non è stato incluso negli ulrimi progetti normativi ma, anzi, attività di questo tipo rischiano di essere vietate. La riserva di legge, però, sarebbe sempre dello Stato e il disegno di legge autorizzerebbe il governaroe Rick Scott a rinegoziare il gambling con le tribù Seminole. Ma lo stesso governatore ha il veto sul disegno di legge e quindi anche sulla possibile regolamentazione del poker che, non è esclusa, ma sembra davvero difficile.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.