Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker player pugliese tartassato dal Fisco: presenta ricorso e riceve la seconda multa

Non ha fatto in tempo a presentare ricorso alla Commissione tributaria di Brindisi che il giorno successivo si è visto recapitare un’altra cartella esattoriale dall’Agenzia delle entrate. Dopo una da 59.000 euro per l’anno fiscale 2008, ne ha infatti ricevuto un’altra da 51mila euro per le vincite del 2009. Rischia di entrare nel guinness dei primati Roberto ‘Roby S’ Sabato, poker player ma anche imprenditore pugliese che ha ingaggiato una vera e propria lotta con il fisco che lo sta tempestando di tasse per importi vinti reali tra l’altro molto più bassi di quelli contestati dall’AdE.

 

Almeno stando alla difesa di se stesso che sta portando avanti il player di Mesagne. “Ho pronto un altro ricorso e andrò avanti così per dimostrare gli errori dello Stato italiano”.
Conoscendo i risultati del player, in effetti, gli importi sembrano essere un po’ sballati e forse calcolati male dai funzionari statali. Ovviamente, non viene mai considerata la più minima possibilità di detrazione delle spese .

“AVANTI SINO ALLA CORTE DI GIUSTIZIA UE” – Come detto, a seguire il player pugliese è il commercialista fiscalista Gianni Capuano: “Per ora è il primo step, ma siamo decisi ad andare avanti sino alla Corte di giustizia europea, come hanno fatto altri player – aveva raccontato Sabato -: qualcosa si è vinto all’estero (ho dichiarato 5.000 euro di vincite) ed è giusto pagare le tasse come sarebbe giusto potersi scaricare le spese di viaggio, vitto e alloggio e buy in anche di quando siamo stati eliminati al primo livello del torneo e non abbiamo vinto neppure un euro”.

TROPPI CASI DI DISCRIMINAZIONE TRIBUTARIA – Oltre a questo aspetto emergono sempre di più casi di discriminazione tributaria a livello europeo che sono vietatissimi dal trattato Ue. Altri players, relativamente alle vincite ottenute in tornei giocati nei casinò degli Stati membri, hanno posto la questione proprio sul tavolo dell’Europa e la Commissione Ue valuterà il problema con il rischio che per l’Italia che arrivi l’ennesima procedura d’infrazione o, quantomeno, una pronuncia di indirizzo per operare in questa materia complessa e mal calibrata.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.