Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker players rumeni e ungheresi invadono i tavoli anonimi di PartyPoker: frode o coincidenza?

PartyPoker ha scelto di proteggere i poker players più deboli aprendo tavoli in cui si gioca nel più completo anonimato al cash game 6 max o full ring. Tuttavia alcune denunce arrivate dal solito forum 2+2 sembrano mettere in evidenza un afflusso sproporzionato di conti gioco dalla Romania e dall’Ungheria che potrebbero sfruttare questa modalità per guadagnare soldi in maniera collusiva.

Tutto da dimostrare ovviamente, ma le denunce sono arrivate e da tanti players a gran voce. I giocatori hanno chiesto a PartyPoker di interrompere la segregation policy che pare non dia quei risultati sperati. Già nel poker online si perde il fascino di giocare contro un’altra ‘poker face’, con nickname anonimi non c’è neanche il gusto di vedere un nomignolo simpatico e qualche vantaggio chi sa giocare e prendere dati sugli avversari dovrà pur averlo.

Come detto non è ancora stabilito come tutti questi players rumeni e ungheresi si siano affollati in questi tavoli. Di certo nel gioco online, come accade per le scommesse, qualsiasi movimento di numeri e denaro anomalo è indice di un fenomeno. PartyPoker indagherà se si tratti di frode o semplice boom di giocatori anonimi che al tavolo hanno paura e si vergognano e vengono tutti dalla Romania e dall’Ungheria.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.