Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
teufel

Poker room e bookmaker online scrivono alla Commissione Ue contro il Belgio e il fermo di Teufelberger

Una pressione esercitata con forza e coesione da parte dei leader dei gruppi di gioco d’azzardo online alla Comunità Europea che accusano le autorità belghe di intimidazione dopo l’episodio che ha coinvolto Norbert Teufelberger, trattenuto dalle forze dell’ordine del Paese europeo e condotto dalle autorità locali per chiedere spiegazioni sull’operato dell’azienda. Le più grandi aziende tra cui William Hill, Sportingbet , 888 Holdings , Victor Chandler International e bet365 tra le tante (non ci sarebbero però PokerStars e Playtech) ora chiedono una rapida azione della Commissione europea e di applicare la concorrenza sul mercato.

Ormai la questione è chiara. La Commissione di gioco belga accusa bwin.party di essere in violazione della legislazione di gioco mentre l’azienda crede che è il Belgio a non essere conforme con il diritto dell’Unione europea.

L’industria sta ora cercando di mettere pressione sulla Commissione europea per far rispettare le sue leggi e prendere provvedimenti nei confronti di paesi come il Belgio e la Grecia.

In una lettera al Financial Times, 14 amministratori delegati, presidenti e amministratori delegati di gruppi di gioco d’azzardo online si teufellamentano che da tre anni la Commissione ha sollevato dubbi sulla normativa del Belgio in materia di gioco d’azzardo. Ma nulla è cambiato ancora.

“Mentre le autorità belghe sono libere di intimidire in Europa i gruppi di gioco online con minacce di impugnare le loro leggi di gioco nazionali, la Commissione europea non ha ancora ricevuto una risposta alle proprie preoccupazioni per quanto riguarda il regime normativo in Belgio”, dicono i gruppi di gaming europei.

Gli autori, tra cui lo stesso Teufelberger, evidenziano la vicinanza della polizia belga alla sede centrale della Commissione.

L’intervento della polizia “a due passi dal Parlamento europeo e la Commissione, è stato un forte segnale alla certezza del diritto che prevalenel gioco d’azzardo online europea” dice la lettera accusando quindi l’immobilismo delle autorità europee.

Gli autori invitano Michel Barnier, Commissario al mercato interno, a far rispettare il diritto comunitario rapidamente. “Paesi come il Belgio e la Grecia che sono in palese violazione del diritto dell’Unione e che stanno cercando di far rispettare quelle leggi sul mercato interno sono suscettibili di essere in cima alla lista. Il tempo della retorica educata è finito. E ‘tempo di fatti e non di parole. “

Clive Hawkswood, amministratore delegato della Remote Gambling Association, ha detto che esempi di comportamento protezionistico sono stati sempre più frequenti a causa della mancanza di azione da parte della Commissione.

La scorsa settimana, la Bulgaria ha annunciato l’introduzione di un 15 per cento delle imposte sul fatturato delle società di gioco d’azzardo “, un tasso” completamente impraticabile “, ha detto il sig Hawkswood.

“Gli Stati membri sembrano vedere la commissione come un cane che abbaia raramente e non morde a nessuno”, ha detto.

Un portavoce del commissario ha dichiarato: “Stiamo seguendo ciò che sta accadendo in Belgio da vicino. Se il Belgio viola il diritto comunitario non esiteremo ad avviare una procedura di infrazione. “

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.