Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

PokerStars-Full Tilt Poker: sfumata la chiusura prima delle Wsop, si continua a lavorare mentre i dipendenti si formano

PokerStars avrebbe voluto chiudere l’accordo per l’acquisizione di Full Tilt dal Dipartimento di Giustizia Usa a poche ore dall’inizio delle World Series Of Poker. In realtà pare che le parti non abbiano ancora definito tutti i dettagli per problemi relativi ancora a quei fondi che alcuni esponenti di Ftp hanno fatto mancare da conteggi che stimano centinaia di milioni di dollari per rimborsare i giocatori.

E’ l’ennesimo rumour e alcuni giocatori italiani e, ovvio, del mondo, si sono stancati di questa telenovela. Tuttavia proviamo a fare un po’ d’ordine e chissà che stavolta questo blogger di un forum Usa molto famoso, tal Chinamaniac, abbia davvero ragione visto che molti altri siti riprendono senza esitazione le sue ‘veline’.

Pare quindi che PokerStars abbia già mandato alcuni suoi ‘coach’ a formare i dipendenti di Ftp in Irlanda proprio perché l’accordo potrebbe essere operativo nel giro di un giorno o comunque di qualche settimana ancora. Tutti sono abbastanza certi che però si farà.

In effetti questo accordo, al contrario di quanto è successo con l’estenuante trattativa di Bernard Tapie e il suo gruppo, non mancherà a causa di dollari e centesimi, visto che il denaro non è un problema per Stars L’esborso notevole in Spagna lo dimostra e non preoccupa neanche per eventuali indebolimenti in vista della maxi operazione col DoJ.

Come detto non ci sono stati i tempi per aprire prima delle Wsop. Mancavano ancora tanti dettagli perché PokerStars sta andando a sborsare quasi un miliardo di dollari per multe e rimborsi e in cambio avrà la proprietà Full Tilt Poker e dovrà farsi carico dei debiti ottenendo comunque anche il via libera sul suolo americano.

Insieme a questo, Isai Scheinberg, fondatore di PokerStars, sarà in grado di viaggiare in tutto il mondo e sarà anche in grado di viaggiare negli Stati Uniti senza timore di essere perseguito penalmente. Scheinberg non ha mai lasciato l’Isola di Man. Ha la famiglia in Israele e vuole essere in grado di viaggiare in tutto il mondo senza il timore di essere estradato da un momento all’altro verso il governo degli Stati Uniti.
“Non si conoscono i tempi ma il fatto che Pokerstars stia formando i dipendenti vecchi e nuovi di Ftp e sta testando varie cose mi porta a credere che non sarà troppo tempo prima che il poker ascolti l’annuncio che tutti stanno aspettando”, dice Chinamaniac.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.