Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

PokerStars.it al Politecnico di Milano: Elena Galli parla di live, mercato 2012 e dot com

Un bilancio del mercato del 2012, un occhio ai mercati esteri e quindi il punto sul poker live. C'era Elena Galli, del board di PokerStars.it, ieri a Milano per la presentazione della ricerca annuale sul gioco online e mobile dei ricercatori del Politecnico.

Che anno è stato, dunque per il poker, visto da un leader del settore come PokerStars?

 “Nel 2012 non ci sono state importanti novità nel mercato in termini di regolamentazione e legislazione (mentre l'anno precedente avevamo vissuto sia l'innalzamento dei buy in che l'introduzione del poker cash), quindi le aziende che si sono affermate sono quelle che hanno saputo innovare la loro offerta, andando incontro alle esigenze del cliente, come ad esempio l'offerta del gioco su canale mobile. Nonostante Pokerstars nel 2012 sia cresciuta, il mercato sta decrescendo, quindi bisogna fare qualcosa per portare innovazione in questo settore”,

Quali le ricette? “L'innovazione può venire dalla liquidità internazionale con gli altri paesi regolamentati e dalla legalizzazione del poker live”.

Ma, secondo i relatori del convegno, il live non puòrisultare una minaccia per un operatore puro online come 'Stars'? “Assolutamente no, anzi, è un mezzo indispensabile per avvicinare nuovi players a questo gioco ed è molto importante per una questione di immagine del poker – conferma la Galli in linea con i sontuosi investimenti del gruppo in Inghilterra, Spagna, Asia e ovviamente Usa, specie ad Atlantic City – al momento in Italia viviamo una situazione paradossale in cui l'online è regolamentato con regole condivise e il live è in gran parte in mano all'illegalità. Quindi la regolamentazione serve per contrastare l'illegalità e dare una nuova immagine a questo settore”.

Ma non finisce qui: “Si possono creare molte dinamiche live online, quindi non è affatto una minaccia, ma anzi una nuova opportunità per gli operatori online di entrare in un nuovo settore”.

Uno sguardo all'estero: “Sul dot com la situazione è diversa da quella di una realtà così piccola come quella nazionale perché, ad esempio, se in Italia o in Europa c'è un momento di crisi, nel mondo ci sono altre aree che invece stanno avendo un momento di espansione, come il sud America”. E PokerStars, vedi l'ingaggio del Fenomeno Ronaldo, è in prima linea.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.