Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

PokerStars.it: ‘Sui rimborsi di Full Tilt Poker stiamo lavorando alacremente da mesi, novità nei prossimi giorni’

PokerStars.it sta lavorando da mesi con i suoi legali per cercare di arrivare alla definizione di una procedura di rimborso dei soldi di Full Tilt Poker in possesso dei giocatori italiani. Una procedura molto complessa e sofferta che, però, nei prossimi giorni arriverà ad una definizione. Spiegheremo tutti i dettagli e non è assolutamente vero che non ne abbiamo voluto parlare, stavamo lavorando per risolvere le enormi criticità di un processo di rimborso complicato come questo”.Arrivano forti e chiare alla redazione di Gioconews.it direttamente da Malta, le precisazioni della poker room italiana di Rational Group ltd in merito ai rimborsi dei soldi di Full Tilt ai poker players italiani. Precisazioni scatenate da un lancio di ieri dove evidenziavamo l’assenza di notizie sui rimborsi dei giocatori italiani. Ma le novità erano proprio dietro l’angolo ed evidentemente bastava ‘girare l’angolo’ per conoscerle. Precisazioni doverose da fare, quindi, ma che portano con sé novità importantissime e potrebbero, già tra pochi giorni, risolvere una vicenda che per molti era da considerare una missione quasi impossibile. Specie per le lungaggini burocratiche e giudiziarie italiane, oltre che per le evidenti difficoltà normative che si innalzavano tra quei soldi bloccati in Ftp e i giocatori italiani che li aspettavano da ormai tre anni.

Tuttavia PokerStars.it ci tiene a ribadire con forza che “non ce ne siamo mai lavati le mani, anzi, abbiamo lavorato tantissimo e lo avremmo detto con forza qualora ci avesse interpellato qualcuno. E’ vero, comunque, che la questione era altamente delicata soprattutto perché Full Tilt, a differenza della Francia e di altri paesi, in Italia non aveva ancora ottenuto una licenza per il punto it”.

Non a caso pare sia pronto un documento realizzato ad hoc e che verrà presto diffuso: “Dopo mesi di lavoro presto comunicheremo le novità relative ai rimborsi e nei prossimi giorni usciranno notizie molto più precise in merito”, proseguono da PokerStars.it.

Un ultimo aspetto da precisare: “I bonus come modalità di rimborso erano una delle modalità ipotizzate ma, dal punto di vista legale, abbiamo verificato come non fossero praticabili”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.