Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Pokerstars ufficializza l’acquisto di Full Tilt Poker: rimborsati players per 547 mln di dollari

Ora è ufficiale. Con un comunicato stampa istituzionale uscito pochi minuti fa PokerStars ha confermato il raggiungimento dell’accordo con il Dipartimento di Giustizia Usa per l’acquisto di Full Tilt Poker. La società dell’Isola di Man ha accettato anche di acquistare alcuni assets di Ftp ma, soprattutto ed è questo quello che attendevano migliaia di players in usa e in tutto il mondo, ha assicurato il rimborso di tutti i giocatori della vecchia room. 

Le indiscrezioni di ieri: stavolta era tutto vero

Commenta questa news nel forum di Continuationbet.com

L’importo totale da pagare da parte PokerStars è di USD 547 milioni di dollari che sarà completato in un periodo di tre anni. Il denaro pagato al governo degli Stati Uniti sarà in parte utilizzato per rimborsare gli ex clienti negli Stati Uniti, con modalità di pagamento stabilite dal DoJ. PokerStars aveva rimborsato tutte le somme dovute ai propri clienti degli Stati Uniti poco dopo la chiusura delle sue attività negli Stati Uniti.
 
PokerStars metterà inoltre a disposizione un conto bancario separato, per tutti i saldi in sospeso per i clienti di Full Tilt Poker in tutto il mondo(un importo totale di USD $ 184 milioni), senza restrizioni per il ritiro, entro 90 giorni dal completamento di questa transazione.  
 
Secondo l’accordo PokerStars avrebbe ottenuto anche per il fururo la possibilità di offrire il poker con soldi veri negli Usa, sia a livello statale che federale, con tutti e due i marchi quando le operazioni di gioco riprenderanno.

 
PokerStars ha in programma di rilanciare Full Tilt Poker nella maggior parte dei mercati come un marchio separato, a seguito della nomina di un nuovo team di gestione indipendente. Le o di Full Tilt Poker continueranno ad essere eseguite da Dublino, ma la supervisione regolamentare sarà trasferita all’Isola di Man. Ulteriori dettagli di questi piani saranno annunciati a breve.
 
“Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto e soprattutto di esserci assicurati l’opportunità di operare negli Stati Uniti d’America quando la normativa lo permetterà,” ha dichiarato Mark Scheinberg, ceo di PokerStars. “Questo risultato dimostra la nostra leadership globale nel settore del poker online, e il nostro impegno a lavorare con i governi legali per garantire i massimi standard di protezione per i giocatori.”
 
“L’acquisizione di alcune attività di Full Tilt Poker soddisfa finalmente i players che hanno atteso più di 12 mesi per il rimborso dei loro soldi e  questo porterà benefici per l’intera comunità del poker. I clienti di Full Tilt Poker al di fuori degli Stati Uniti potranno presto   accedere ai loro conti e giocare di nuovo sul sito, in sicurezza grazie alla storia di PokerStars che ha già dimostrato alta qualità e sicurezza per il poker online. “
 
“Il modo in cui abbiamo gestito la nostra attività ha dimostrato al Dipartimento di Giustizia americano che siamo un operatore responsabile nel poker online”, ha continuato Scheinberg. “In particolare, il tempestivo rimborso dei nostri ex clienti il più veloce degli Stati Uniti in un arco di tempo ragionevole,  ha dimostrato la nostra leader del settore con l’impegno per la separazione dei fondi dei clienti. Continuiamo a incoraggiare le giurisdizioni di tutto il mondo a introdurre regolamentazioni per il poker online. “

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.