Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Povero Watanabe: ha perso 112 milioni di dollari, Caesars lo risarcisce per appena 250.000 bigliettoni

Ha perso nel 2007 112 milioni di dollari sui tavoli dei casinò del gruppo Caesars Entertainment 'gamblando' di tutto, dal poker ai giochi tipici da casinò e in questi giorni ha ricevuto un risarcimento di 225.000 dollari nella causa che lo vedeva contrapposto al colosso del gioco americano. E' la magra consolazione di Terrance Watanabe che ha perso tutti i soldi da solo ma, secondo il tribunale che ha seguito il caso del player di origini asiatiche, sarebbe stato anche favorito dalla negligenza del gruppo Caesars che avrebbe dovuto limitare le sue pulsioni. Inoltre pare che Watanabe ricevesse delle particolari 'attenzioni' nell'intenzione segreta dei dirigenti del casinò di ammorbidirlo con l'alcol e quindi spingerlo a giocare ancor di più.

Addirittura ci sarebbero delle dichiarazioni di un dirigente Caesars che avrebbe ordinato ai suoi “accontentatelo in tutto e per tutto, l'obiettivo è che continui a giocare”. Gli venne data anche una suite di un hotel resort e dei servitori per accontentarlo in tutto e per tutto dati i grandi volumi di gioco. Ma era diventato lo zimbello del casinò e alla fine solo ora è stato risarcito anche se nel 2010 ottenne altri 100.000 dollari. Briciole rispetto a quello che ha perso, ovvio.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.