Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Proposta schock per il poker online nella legge di stabilità: tasse uguali per tutti i giochi

Non solo Cisl e Cgil con le uscite poco felici dei loro segretari. Ci sono anche un paio di emendamenti alla faticosissima legge di stabilità al varo delle Camere che vorrebbero ‘allineare’ le tassazioni dei giochi del portafoglio pubblico e legale. Una riga da tirare dritta per tutti indistintamente dal Lotto, al Superenalotto e ovviamente anche per il poker online.

Ed a presentarli sono i deputati del Partito democratico Luigi Bobba, componente della commissione Bilancio, e Michele Anzaldi: “Serve una norma che omogeneizzi le aliquote dei giochi d’azzardo, allinei gli aggi delle lotterie e uniformi il sistema di tassazione sui giochi, compresi quelli online. Per questo, visto anche il consenso che ha avuto la nostra interrogazione al ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, presenteremo un emendamento in tal senso alla Legge di Stabilità non appena arriverà alla Camera”. E’ quanto dichiarano i

Se la proposta di Bonanni di alzare le tasse sul gioco online alle stelle perché troppo esigua, era assurda, questa del duo Bobba-Anzaldi forse è ancora più irreale. In effetti ogni gioco, compreso il poker online, ha una tassazione studiata per la filiera e per il player e non è certo dettata da logiche di profit e di chissà quali manovre per arricchiere lobbies o interessi di parte. Abbiamo più volte ribadito che la tassazione del poker online in Italia è al limite della soglia dopo la quale il prodotto dot it perderebbe competitività e appeal (forse già lo sta perdendo) con i prodotti dot com e dot eu. In generale con altre legislazioni europee al di fuori della liquidità italiana.

Ma i deputati vanno dritti per la loro strada: “Abbiamo chiesto che il Governo – spiegano i due – si adoperi per un allineamento degli aggi applicati a giochi affini e rediga al più presto un testo unico in grado di riunire, semplificare e razionalizzare l’immensa quantità di norme che attualmente regolano il settore del gioco legale. E’ urgente che il Senato approvi al più presto la delega al Governo sul sistema fiscale dove è contenuta una norma specifica di riordino dei giochi, affinché il governo la eserciti nel più breve tempo possibile. Tra l’altro la razionalizzazione della tassazione – aggiungono Bobba e Anzaldi – garantirebbe una fonte sicura di entrata per lo Stato, senza alcun aggravio per i cittadini giocatori e non, ma solo per i ricchissimi concessionari. Ci auguriamo che possa esserci ampio consenso al nostro emendamento, per dare un segnale chiaro contro l’ennesimo possibile aumento di tasse sui carburanti o i tagli alla sicurezza denunciati anche dal Capo della Polizia, Pansa”.

Ulteriore prova di demagogia applicata senza la conoscenza minima del mercato di cui si parla. Una proposta comunque male articolata tanto quanto quella di Cesare Damiano, altro esponente del Pd. Tuttavia Damiano toglie dal calderone i giochi online formulando una proposta alquanto incomprensibile.  Per le coperture economiche, l’ex ministro del Lavoro ha indicato la diminuzione “fino ad un massimo dell’1 per cento, la quota di montepremi, al netto della eventuale quota parte destinata a jackpot, dei giochi di sorte a quota fissa a distanza con vincita in denaro, con esclusione del gioco del lotto e dei suoi giochi complementari, e dei giochi di carte a distanza con vincita in denaro, organizzati in forma diversa dal torneo”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.