Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Quattro parole sull’EPT di Sanremo

L’ept di Sanremo si è concluso da poche ore e come molti di voi sapranno, purtroppo il vincitore non è italiano. Si chiama Jason Mercier ed è un ventunenne che vive a Fort Lauderdale in Florida. Jason, al suo secondo EPT, si è qualificato grazie agli step di Pokerstars dove gioca con il nickname “treysfull21”. Dopo aver studiato per diventare insegnante di matematica Mercier ha deciso di dedicarsi anche al poker preferendo per lo più il cash game ai tornei. E’ anche un appassionato di basket e fà il coach per il team della scuola dove insegna. Jason vincendo l’EPT di Sanremo si è aggiudicato il primo premio da 869.000€ mentre a Lellouche, terminato in seconda posizione, vanno 505.000€. E’ Dire che questa volta c’eravamo andati molto vicini! Con 2 player su 8 al finaltable le chance di vedere quella ormai ambitissima coppa ( e anche quella benedetta valigetta ) nelle mani di un italiano erano molte. Ma alla fine la fortuna ci ha rivolto le spalle, un 4 di quadri al river completa il flushdraw di Mercier e pone fine alle speranze di Dario Minieri e di noi tifosi. La tappa di Sanremo si è rivelata davvero straordinaria, non soltanto dal punto di vista del poker giocato ma anche per l’affluenza e per il tifo italiano. Dario Minieri, che aveva già ottenuto un terzo posto quache anno fa a Baden, ha giocato in Maniera egregia dominando i tavoli in cui si è seduto fino ad arrivare al finaltable. I rilanci preflop di Dario, frequentissimi durante le ultime fasi di gioco erano in grado di mettere una grandissima pressione sugli avversari molti dei quali lo conoscono da tempo e sanno bene di cosa è capace. Anche Klausen durante una delle pause del torneo girando per i tavoli e vedendo lo stack di Minieri ha cominciato ad imprecare. Dario ha saputo approfittare del momento ha messo pressione quando i bui salivano cosi come i premi mentre molti si chiudevano a riccio per cercare di accaparrarsi una fetta di montepremi quanto più grande possibile. Ma Dario sarà sicuramente d’accordo con la nostra tesi: “Play tow in, non per andare ITM” e ce lo ha dimostrato.

Su molti forum già si discute sulla mano con la quale Dario è stato eliminato e ho visto che molti stanno muovendo delle critiche nei sui confronti per il modo in cui l’ha giocata. Per chi non la conoscesse ve la riassumo brevemente: Dario rilancia preflop fino a 100k con bui15k/30k ante 3000. Jason che ha circa 1000k di chips in più di lui 3betta fino a 340k e Dario calla.

Flop 7h 2d 8d

Jason checkka e Dario betta 400k. Jason insta-pushaallin e Dario calla…da qui in poi sappiamo tutti come è andata a finire.

Molti, me in primis non avendo esperienze in merito hanno pensato che la maniera più giusta di giocare quella mano fosse il push-allinpreflop subito dopo il 3bet di jason ma in una chiacchierata con Alioto ho avuto modo di apprendere che le cose non stanno cosi.

Dario Alioto mi ha spiegato che quella di Dario è stata una giocata molto coraggiosa che forse un giocatore su 1000 avrebbe fatto in quel momento. Avere due Q in mano non capita ogni minuto ad un finaltable e quella poteva essere l’occasione buona per doubleuppare nascondendo la forza della sua mano con un call al 3bet di Jason. E c’è andato davvero molto vicino….Jason non solo ha avuto la fortuna di floppare un flushdraw ( cosa che succede una volta su 44.5 ) ma ha anche trovato uno dei sui 11 out al river ( dovrebbero essere 12 ma Dario aveva la donna di quadri ).

Di certo un terzo posto da 287.000€ non è da buttare via ma almeno questa volta dopo il terzo posto di Baden forse la fortuna poteva dare qualcosa di più a Dario.

Tutto il team di ContinuationBet vuole comunque congratularsi con Dario Minieri perché ancora una volta, qualora ce ne fosse stato bisogno, ha dimostrato le sue qualità.

Anche Gregory Genovese ha fatto la sua parte in questo EPT. Genovese giunto short al final table ha saggiamente scelto di attendere l’eliminazione di qualche giocatore per cercare di incassare quanto più possibile. A lui non credo si poteva chiedere molto, certo si è rivelato un buonissimo giocatore ma il fatto di non avere le stesse esperienze di Dario in campo internazionale e l’emozione di essere arrivato al final table di un evento del genere avranno sicuramente pesato sulla sua prestazione. Anche a lui vanno quindi i nostri complimenti, ben fatto!!

Che dire di noi? Bhè ci siamo divertiti, abbiamo passato 5 giorni in allegra compagnia insieme anche ai ragazzi degli altri siti sia italiani che non. Lo staff di Pokerstars ha semplificato il nostro lavoro mentre quello del casinò ci ha un po’ complicato la vita soprattutto il penultimo giorno quando noi della stampa dovevamo farela fila per girare tra i tavoli avendo poi a disposizione un masssimo di 5 minuti. Ma nel complesso l’EPT di Sanremo è stato un evento che ha riscosso un grande successo e spero quindi possa diventare una tappa fissa dell’European Poker Tour.

Noi di ContinuationBet abbiamo deciso di bloggare l’evento in quanto questo rappresentava il primo evento internazionale che si giocava in italia ma non saremo presenti a Montecarlo. Ci sono già altri siti e altri ragazzi che se ne occupano e lo fanno in maniera egregia. Cbet ha come scopo quella di educare il giocatore e rivolge la sua attenzione principalmente al poker online. Spero vi siate divertiti a seguire il nostro blog anche se magari non è stato cosi bello o cosi preciso, ma eravamo alla nostra prima esperienza.

Non mi resta quindi che fare a tutti i ragazzi italiani che parteciperanno al Grand Final di Montecarlo un grosso in bocca al lupo! Forza Italia!!!!

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.