Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Rodano (Adm) all’Ice di Londra: ‘Sulla liquidità del poker online siamo rimasti soli’

Londra – “Se a volere la liquidità internazionale siamo solo noi, la cosa ovviamente diventa difficile”, aggiunge Rodano a Gioconews.it a margine del convegno. World regulatory briefing, all’Ice di Londra, la fiera internazionale del settore del gambling e dell’intrattenimento.

“Si tratta di un tema di grande attualità – afferma Francesco Rodano, direttore dell’ufficio gioco online dei Monopoli di stato – ma per nulla scontato. Ricordiamo che il settore del gioco online mostra delle enormi differenze nella regolamentazione dei vari paesi europei, per questo si tratta di un passaggio molto complicato. La regolamentazione del poker, ad esempio, in Germania non è stata attuata, mentre in Italia il poker online è una realtà. I mercati sono troppo diversi tra loro per il momento. Sarebbe importante, quindi, trovare soluzioni condivise”.

Ma quanto è importante su questo fronte la cooperazione internazionale? “Lo è – aggiunge – come su tutti gli aspetti che riguardano il gioco, dalla lotta al gioco patologico al contrasto al match fixing. Nel confronto tra i regolatori c’è la possibilità di fare giochi comuni e un esempio in tal senso è l’Eurojackpot”. E anche nella lotta al dot com? “Certamente è fondamentale la cooperazione con quei paesi i cui operatori operano in Italia attraverso il punto com. Questo ci permetterebbe di arginare il fenomeno dei siti illegali e come amministrazione stiamo lavorando proprio in tal senso”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.