Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
cara

Rooney, Caramatti e Sammartino al day2 del Six Handed da 3,000$ Wsop

“E’ durissima il field è difficilissimo e chiudo con 39,000 chips dopo essere rimasto cortissimo per poi essere risalito sopra average a due livelli dalla fine e quindi subire le ennesime sculate ma ci siamo e domani sarà ancora più difficile”. Ancora Matteo ‘Rooney’ Taddia, pro di Snai che ci commenta il suo torneo da Las Vegas, avanti in un torneo delle World Series Of Poker, al day2 dell’Event #23: No-Limit Hold’em / Six Handed da 3,000$ che ha visto partecipare 924 players per un prizepool di 2,5 milioni di dollari e 108 premi da distribuire. Ne rimangono 141 che approdano ad un day2 da thriller.
Rooney non è solo, il chip count indicativo delle Wsop ci presenta un Dario Sammartino (Giuseppe a dire il vero come al solito come recita il suo documento) che imbusta 56,000 chips che dovrebbero bastargli per stare in average. Il player napoletano è uno di quelli più promettenti tra gli italiani e che può cavalcare in maniera trionfale tornei di questo tipo.

C’è anche Niccolò Caramatti di Sisal Poker che ha imbustato 67,000 chips con una media di 55,000 chips “e un field incredibilmente tosto”, come ha caracommentato lo stesso Caramatti già pronto a commentare su Facebook il suo torneo.

Rooney può fare doppietta di ‘itm’ ma domani bisogna tornare concentratissimi, il percorso è lunghissimo: “L’inizio è stato durissimo perché ero sceso subito sulle 13,000 chips e poi dopo la prima metà della giornata ho spillato QQ e KK e ho raddoppiato due volte nel giro di pochi minuti. Poi i soliti pessimi colpi che mi fanno riscendere sulle 39,000 chips con le quali ho chiuso. In effetti potevo chiudere con molte più chips”.
sammaInsomma, il field è spaventoso: “Ci sono veramente tutti i più forti e tanti sono sopravvissuti e saranno al tavolo domani”, commenta Rooney.

In effetti comanda Jeff Manza con 275,000 chips, quindi vediamo Steve Gross, Roberto Romanello, Elky Grospellier, David Benyamine, Eugene Katchalov,Nacho Barbero, Jason Senti november niner con Candio nel 2010, William Reynolds, Martin Jacobson, Joseph Cheong, Amanda Musumeci, Kevin Iacofano, Phil Collins, tabelloneHuck Seed, Nicolas Levi Will Failla, Matt Marafioti, Erick Lindgren e anche Carlos Mortensen. Molti di questi sono anche cortissimi ma che paura che fanno!

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.