Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Scommettendo Srl: i giudici di Brindisi cancellano tutte le accuse

Il Tribunale di Brindisi, nella giornata di martedì 17 settembre, ha revocato la misura dell’amministrazione giudiziaria disposta nei confronti della Scommettendo srl nell’ambito dell’operazione ‘FastLine’, ordinando “l’immediato dissequestro e restituzione dei  beni agli aventi diritto, gli Amministratori Caliandro  Angelo Antonio e Nigro Donato”, entrambi difesi dagli avvocati Agnese Guido e Massimo Murra.

 

All’esito delle delegate indagini, il Tribunale collegiale di Brindisi, ha ritenuto che “non sussistono le condizioni per disporre il rinnovo del provvedimento di amministrazione giudiziaria ovvero la confisca dei beni in sequestro”.

Il Tribunale ha motivato la propria decisione ritenendo che  “risulta fuori discussione che la Scommettendo sia stata costituita e gestita dai due soci Nigro e Caliandro con risorse di lecita provenienzae che nessun collegamento di carattere economico con Prudentino Albino né con altri soggetti appartenenti alla criminalità mafiosa è stato neppure ipotizzato dagli inquirenti”. Tanto basta per escludere che il patrimonio aziendale costituisca il frutto ovvero il rimpiego di capitali appartenenti ai soggetti indicati nell’art. 34 comma 2 del decreto antimafia”

Emerge, al contrario, dalla relazione dell’Amministratore Giudiziario dott. Donato Pezzuto il profilo di una società sana con potenzialità espansiva grazie alla efficiente gestione aziendale.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.