Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Sergio Castelluccio dalle 21 si gioca l’accesso al final table del main Wsop 2013

Oggi riparte un altro torneo con 27 players in gioco che cercheranno di giocare il miglior poker possibile per entrare nella finalissima del main event delle World Series Of Poker di Las Vegas che mettono in palio 8,3 milioni di dollari al primo classificato su quasi 6.400 iscritti, e il braccialetto più importante al mondo.

Tutto da seguire il torneo di Sergio Castelluccio che è già sveglio dalle otto del mattino a Las Vegas dove alle 12 ora locale (21 per l’Italia) inizieranno a giocare i 27 players suddivisi in tre tavoli da nove. “Sono già sveglio. Qui sono le 8 del mattino ed ho già letto tutti i messaggi che mi avete mandato. Non riuscirò a rispondere a tutti ma volevo dirvi che mi ha fatto molto piacere riceverli.

Tra un po’ avrà inizio l’atto finale. Tra i 27 rimasti c’è la consapevolezza che sarà molto difficile ripetere un’impresa del genere e saranno tutti agguerritissimi. Io cercherò di rimanere concentrato più che posso perché basta una sbavatura per compromettere tutto. Grazie ancora a tutti quelli che mi hanno seguito e sostenuto, spero di avere buone notizie per questa notte”, ha scritto Castelluccio.

Ci sarà da soffrire ma c’è consapevolezza nei mezzi di un giocatore ragionato, misurato, tecnico e che ha anche quella capacità di buttare dentro le chips con l’obiettivo di vincere il torneo.

Era stanchissimo Sergio nei days precedenti. Tuttavia la concentrazione non è mai mancata e abbiamo visto un player molto più concentrato rispetto ad altri eventi che, ovviamente, non varranno mai il main event Wsop.

Può gestire un discreto stack ma sa anche che non può aspettare e deve anche attaccare. Il super chip leader tedesco mette paura per le sue chips, non tanto per il suo gioco. Non lo conosciamo benissimo ma non ha un pedigree incredibile anche se ha giocato buone Wsop in questo 2013 e ha due piazzamenti Ept in bacheca.

Di sicuro Sergio non dovrà avere l’ansia del risultato e giocare solo come sa fare. Le chips magari peseranno un po’ di più ma può giocare come sa e il poker italiano già lo ringrazia per dare un’immagine seria, pulita, tecnica e stimata del nostro mondo.

 

Il chip count dei 27 uomini che si combatteranno 9 seat per il final table Wsop:

Anton Morgenstern – 21.955.000

Sylvain Loosli – 14.125.000

Chris Lindh – 12.030.000

JC Tran – 11.970.000

Fabian Ortiz – 10.810.000

Carlos Mortensen – 10.790.000

James Alexander – 9.445.000

Jay Farber – 8.975.000

Matthew Reed – 7.705.000

Jason Mann – 7.500.000

Amir Lehavot – 7.385.000

Clement Tripodi – 7.135.000

Sergio Castelluccio – 6.560.000

Alexander Livingston – 5.800.000

Mark Newhouse – 5.785.000

Marc McLaughlin – 5.415.000

Jan Nakladal – 5.360.000

Yevgeniy Timoshenko – 5.310.000

Ryan Riess – 3.830.000

Maxx Coleman – 3.830.000

Bruno Kawauti – 3.580.000

Benjamin Pollak – 3.230.000

Steve Gee – 3.160.000

Rep Porter – 2.675.000

Michiel Brummelhuis – 2.245.000

Jorn Walthaus – 1.900.000

David Benefield – 1.840.000

Il prizepool dei 27 rimasti in gioco:

$8.359.531

$5.173.170

$3.727.023

$2.791.983

$2.106.526

$1.600.792

$1.225.224

$944.593

$733.224

10-12. $573.204

13-15. $451.398

16-18. $357.655

19-27. $285.408

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.