Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Shaun Deeb cerca di recuperare: ‘Anche Matusow rideva del mio slowroll’

“Ho fatto un sacco di slowroll in quella partita di poker cash, ma come si può vedere dalle immagini eravamo lì per divertici e l’ambiente era amichevole e si rideva e parlava molto. Anche Matusow rideva. Forse ho sbagliato il timing per quello slowroll visto che Mike aveva appena perso quel piatto da oltre 30mila dollari”. È la replica di Shaun Deeb dopo le polemiche scatenate dalla messa in onda della prima puntata di ‘Poker night in America’.

Le immagini narrano di uno slowroll, uno dei comportamenti più deplorevoli del poker, con Deeb che chiude al flop un poker di 5 contro Mike Matusow. In questi giorni si è scatenata la polemica e la community del poker ha preso ad insultare Deeb. Tuttavia, secondo la versione di Shaun non si trattava altro che di una goliardata. “Io e Mike siamo ottimi amici da molto tempo e conosco bene il suo atavico odio per gli slowroll. Però in quel momento lo avevo dimenticato e non ho preso in considerazione il fatto che sarebbe potuto essere nervoso. Mi sono pentito subito di quel che ho fatto anche se al tavolo in tanti hanno trovato la cosa divertente, Ma non volevo prendermi gioco di lui”.

 

Per chiudere il cerchio non resta che ascoltare la versione di Matusow.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.