Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Social network e poker online a soldi veri: il mercato in subbuglio tra Facebook, Zynga e PokerStars

PokerStars ha confermato che ha organizzato un team di ricerca e sviluppo che sta lavorando su un prodotto, ovviamente basato sul poker, da lanciare sui social network, anche se non ha potuto confermare un lancio imminente. Il nuovo social targato PokerStars e probabilmente mirato ad occupare spazi per un engagement di nuovi player dai siti principali dello stesso tipo, doveva essere lanciato a dicembre ma il solito Eric Hollreiser, responsabile della comunicazione della room, ha precisato di “essere naturalmente interessati all’opportunità di entrare nei social network per offrire il poker e c’è un team di ricerca e sviluppo su queste potenzialità da sfruttare”.

Ma ancora manca la fase di beta-testing e la scadenza di dicembre 2012 è ormai impossibile da rispettare.

Il mondo dei social e casual network è in subbuglio visto il ritorno di fiamma tra Facebook e Zynga che pare abbiano ormai definito tutti gli accordi per lanciare il gioco real money nella piattaforma di Marc Zuckerberg.

Il mese scorso è stata firmata una partnership tra Zynga e bwin.party per offrire giochi a soldi veri ai propri utenti sulla piattaforma PartyPoker nella prima metà del 2013. Ovviamente Zynga offrirà il gioco a soldi veri tramite Facebook solo nei paesi che lo permettono. Bisognerà vedere se Facebook potrà farlo in Italia o dovrà acquisire comunque una licenza Aams come tutte le piattaforme real money italiane.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.