Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Sogei spiega il fermo del poker online di ieri: ‘Shut down improvviso anomalo e imprevedibile’

“Il fermo del Sistema Informativo della Fiscalità gestito da Sogei, verificatosi ieri 25 novembre, è stato originato dal concorso di una serie di malfunzionamenti di natura elettrica ad una delle due linee di alimentazione”.

E’ la risposta ufficiale arrivata a Gioconews.it da parte di Sogei, il braccio informatico del Mef e dell’Ammistrazione delle Dogane e dei Monopoli di Stato per quello che riguarda il gioco pubblico online e per tutte le interazioni tra giocatore e macchina da intrattenimento.

 

Ieri le poker room hanno dovuto fermare i loro tornei programmati e chiudere i tavoli di sit and go e cash game per un errore di comunicazione proprio con Sogei.

Da Roma spiegano che “i malfunzionamenti hanno determinato uno ‘shut-down’ anomalo e imprevedibile delle apparecchiature elettroniche, tra cui due sottosistemi dischi (per complessivi 1,3 petabyte), funzionali all’erogazione di una parte rilevante dei servizi forniti all’Amministrazione finanziaria”.

Il Sistema Informativo della Fiscalità è stato comunque ripristinato gradualmente “seguendo protocolli di sicurezza che garantissero l’integrità dei dati e dell’infrastruttura, obiettivo primario e strategico della Società”.

All’attività di ripristino hanno partecipato squadre di tecnici altamente specializzati della Sogei e dei fornitori dei sottosistemi interessati, prontamente attivati anche nelle sedi di origine (Stati Uniti).

“La Società ringrazia le amministrazioni clienti e l’utenza del sistema informativo della fiscalità per aver compreso le ragioni del temporaneo disservizio”, concludono da Sogei.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.