Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
graphr

Spacegravy – pro e contro del mestiere del poker – 2

Prima della scommessa da $40k avevo tantissima fiducia nella mia abilità nei sit and go, compresa quella di giocarli e macinarli per lunghi periodi. Durante la scommessa precedente – quella da $25k – avevo giocato sessioni di 24 ore filate, ed anche questa volta ero intenzionato a fare qualsiasi cosa pur di vincere. Tutti i giocatori forti mi ritenevano enormemente favorito, e scommettevano sul mio successo. Il primo giorno vinsi $1,8k e decisi che vincere sarebbe stato uno scherzo. La notte successiva cominciai a perdere, ma non ci detti troppa importanza e continuai a giocare, intenzionato a farlo finché non avessi recuperato. La mattina ero ancora sotto, e continuai a giocare, finché dopo 24 ore di sessione ero sotto di 100 buy in. Non avevo più energie, e dovetti smettere. Ricordo che osservando il mio grafico mi sentivo piuttosto giù, ma nella prima scommessa avevo anche cominciato perdendo, quindi non me ne preoccupavo troppo. Il giorno successivo feci $5k, e mi ritornò la fiducia, ma poi li persi di nuovo, ed alla fine del quarto giorno ero sotto. Cominciai a domandarmi se potessi effettivamente vincere la scommessa. Decisi di ritornare a vivere coi miei perché si prendessero cura di me mentre macinavo senza interruzioni. Dopo due settimane, però, e svariate sessioni da 24 ore o più, ero sopra di solo $4k. Distrutto, decisi di rinunciare. La pressione fisica e mentale era folle, ma la cosa che mi fece abbandonare la scommessa era che avevo deciso che non ce l’avrei potuta fare.

Dopo il fallimento della scommessa in molti mi chiesero come mai ero andato così bene la prima volta e così male la seconda. Beh, c’erano molti fattori. Il primo credo sia che avevo sottovalutato la difficoltà dei sit in quel periodo.  – multitablavo x25 quando era pieno di reg. La seconda volta, inoltre, ho avuto molta sfortuna, e cominciare con un downswing di 100buy in non era il massimo. Ero anche molto presuntuoso, e non riuscivo a cambiare i miei programmi in modo da massimizzare il mio ROI (per esempio giocando meno tavoli e per meno tempo). Imparai la lezione, e mi ripromisi di non avere più con il poker un approccio così arrogante.

Dopo la scommessa tornai su di livello nei sit and go, ma il livello era comunque molto duro. Per fortuna andai molto bene negli MTT, shippando un 215rb su stars per $46k e poi finendo undicesimo al Main Event EPT per $130k.  Cominciai anche a finanziare alcuni miei amici, e ci fu una notte in cui uno di loro vinse due tornei molto grossi, per $100k in tutto. Avevo un buon roll, e cominciai a finanziare molta gente, credendo che fosse la cosa più facile del mondo. La varianza tuttavia mi colpì di nuovo – ad un certo punto ero in downswing di $100k e non me ne accorsi nemmeno finché qualcuno non me lo disse. Decisi che non volevo più averci a che fare, e lasciai buona parte dei miei finanziati. Stavo ancora macinando sit and go, ed andavo in pari, rakeback escluso. La cosa mi andava comunque molto bene, perché il rackeback per un SuperNovaElite arriva comunque a $150k all’anno, e con qualche occasionale piazzamento negli MTT riuscivo comunque a viverci alla grande.

Nel frattempo stavo anche facendo dei video per pokervt.com, ed insegnavo a grindare a tutti i miei amici e parenti. Capii che mi piaceva molto insegnare, ed aprii un centro di istruzione in Costa Rica. Pokerstars mi aveva preso nel suo team, una tappa fondamentale nella mia carriera. Non solo perché significò un colossale aumento di stipendio, ma anche perché ho sempre voluto sostenere la room, che ha di gran lunga il miglior software ed il miglior supporto clienti del panorama pokeristico. Cominciai a prendere molti studenti, per lo più europei, apprezzando molto l’insegnamento ed il conoscere nuove persone da tutto il mondo. Ricominciai anche a vincere sostanzialmente, e sono al momento sopra di $60k negli ultimi 6000 sit and go. Passo molto tempo a studiare e migliorare il mio gioco. Non so ancora se riuscirò a  rimanere vincente, ma anche andare in pari, rakeback escluso, mi va benissimo perché comunque ci vado molto sopra. Da poco ho deciso di trasferire il centro a Miami, perché nonostante la Costa Rica fosse un posto fantastico, era comunque troppo difficile mandare avanti il tutto in una nazione del terzo mondo e di lingua spagnola.

 

Beh, insomma. Il mio obbiettivo ora è arrivare a SuperNovaElite prima di settembre, lanciare il centro a Miami entro un paio di mesi, continuare a fare video per pokervt, e supportare pokerstars al mio meglio. Grazie a chiunque mi abbia letto, e grazie a tutti gli utenti del forum, molto dei quali sono stati grande aiuto e grandi amici.

Il mio consiglio per chi ha seriamente intenzione di fare soldi con il poker è di circondarsi il più possibile di giocatori migliori di lui.

Ecco il mio grafico di sit ang go su stars

Grafico sit and go Spacegravy

Fine. Fonte: http://forumserver.twoplustwo.com/36/stt-strategy/1000th-post-success-failures-being-pro-poker-player-800753/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.