Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Spagna: i poker players potranno dedurre le perdite dalla dichiarazione dei redditi

Gli aggiustamenti del regime fiscale spagnolo di questa settimana potrebbero rivelarsi ideali per i poker players che giocano live e online. Uno dei maggiori crucci della regolarizzazione della figura del giocatore di poker è proprio quella: poter dedurre le perdite dai volumi incassati con le vincite. In Italia chi è caduto sotto la scure del fisco ha dovuto pagare tasse su vincite, ad esempio, di 100,000 euro in un anno, quando le spese tra buy in, hotel e tutto il resto potevano anche superare l’importo raccolto ai tavoli.

Esempio da seguire quello spagnolo qualora si decida di regolamentare il tutto. I giocatori spagnoli erano confusi sul modo in cui avrebbero dovuto dichiarare le tasse, con alcune interpretazioni del codice fiscale che non comprendevano proprio le perdite e le spese.

Una situazione del genere sarebbe stata impraticabile e la preoccupazione si era intensificata negli ultimi mesi dopo che il gioco d’azzardo online era stato regolamentato in Spagna nel mese di giugno 2012.

Secondo un rapporto nazionale del quotidiano spagnolo El Pais, la nuova legge fiscale sarà applicata retroattivamente all’inizio dell’anno.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.