Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Stati Uniti, PokerStars presenta memoriale per respingere le accuse

PokerStars ha presentato delle mozioni per respingere le accuse civili presentate contro di loro e le loro filiali negli ultimi colpi di scena in questa lunga saga per i giocatori di poker che avevano dei diritti sui soldi versati su Full Tilt Poker. PokerStars nelle sue argomentazioni sostiene che la denuncia civile corretta invoca “loschi traffici e complotti di vasta portata” per quanto riguarda le precedenti operazioni di PokerStars negli Stati Uniti, ma secondo PokerStars la denuncia contiene tre difetti principali. Il primo è che non fornisce dettagli sufficienti a soddisfare i requisiti della dichiarazione applicabili alla confisca civile e ad azioni di frode. Questa vaghezza non riesce a fare ciò che le regole di difesa richiedono, anche la denuncia si sviluppa in tre violazioni principali, secondo David Zornow, avvocato di Pokerstars che fa parte dello studio legale Skadden.

Mr Zornow ha un background impressionante, si è specializzato in ‘White Collar Criminal Defense’ ed è capo della Causa presso Skadden.

Il secondo punto è che la denuncia non riesce a indicare una teoria giuridicamente valida di come PokerStars ha violato l’Illegal Gambling Business Act (L’atto di affari di gioco illegale), gli statuti di frode bancaria e via cavo e gli statuti del riciclaggio di denaro. La disputa di PokerStars è il fatto che IGBA non si applica perché non sono stati condotti affari di gioco d’azzardo negli Stati Uniti, poiché la loro attività è disciplinata dalle vincite dei tavoli da poker sull’Isola di Man, e inoltre non hanno riciclato denaro dai profitti del gioco, perché tutto il loro reddito è generato legalmente sull’Isola di Man, dove hanno la licenza, sia da tasse di iscrizione o dalle vincite al tavolo.

Infine, anche se il governo ammette che PokerStars opera legalmente in tutto il mondo – e ha implicitamente ammesso che ha legittimamente fornito servizi in gran parte degli Stati Uniti – cerca di confiscare tutte le attività di PokerStars senza mostrare come possano provare a separare il reddito legittimo di Pokerstars dal reddito che il governo dichiara che PokerStars abbia guadagnato attraverso attività illecite.

Al momento non è chiaro se la squadra di legali di Pokerstars stia presentando i documenti per rigettare il processo chiudendo la questione con il Dipartimento di Giustizia o se si siano guastati i negoziati tra le parti.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.