Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Stefano Sbordoni: ‘Poker live, ferma la regolamentazione ma c’è qualche percorso praticabile’

Roma – Il poker live ha tenuto banco ieri alla conferenza stampa di presentazione e continua in queste ore a far parlare di se all’interno della fiera di Enada Roma. Un movimento che raccoglie centinaia di migliaia di appassionati e che è diffusissimo su tutto il territorio nazionale. Eppure l’amministrazione delle Dogane e dei Monopoli ha ribadito la chiusura, almeno per ora, alla regolamentazione. Ma cosa succederà ora? “Confermo che le mille licenze sono ferme seppure questo settore interessi centinaia di migliaia di giocatori e cittadini italiani. Le aspettative di quelli che vogliono legittimare l’attività di intrattenimento devono essere soddisfatte. Se non c’è azzardo, come ormai dovrebbe essere chiarito, non è giusto soffocare questo movimento”, spiega Stefano Sbordoni, legale ormai veterano ed espertissimo in materia di gaming.

Lei sta lavorando per aprire qualche strada possibile? “Stiamo lavorando su un percorso praticabile che abbiamo immaginato ma i processi vanno fatti in un certo modo e con una chiarezza e solidità legale che deve essere ineccepibile. Altrimenti c’è il rischio che tutto crolli annullando anche ulteriori speranze di regolamentazione”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.