Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

‘Stefano Vive!’: sabato è andato in scena il terzo Memorial Di Gennaro

A Controguerra in provincia di Teramo è andato in scena sabato il terzo Memorial Stefano Di Gennaro, ‘A night for a Star’, un torneo di Texas Hold’em che metteva in palio un ticket per le Isop Dex Nova Gorica e ma soprattutto dava l’opportunità ai partecipanti di fare beneficenza. Una parte del buy in, comunque irrisorio, andava al piccolo Luigi Pio Meneo.A tirare le fila dell’organizzazione il solito, in senso assolutamente positivo ovvio, Mattia ‘Il burbero’ Impagliatelli, Sara Viozzi, poker player di livello nazionale e tanti altri tra cui Roberto De Sanctis.
Ai tavoli un centinaio di giocatori per la scomparsa più dolorosa probabilmente tra i poker players italiani in questi anni di boom del gioco nel nostro Paese. Un giocatore molto promettente che aveva trovato ottime qualità ai tavoli online, nei primi tornei che si giocavano in Italia.
E’ scomparso invece, nell’aprile del 2010 troncando una carriera ma soprattutto una vita troppo giovane a soli 19 anni.
Con il suo scooter si scontrò con una betoniera. La corsa all’ospedale fu inutile. Stefano aveva iniziato, nonostante la giovanissima età, a mietere successi nel poker online, conquistando il Sunday Master di GDPoker proprio il meseprima, ai primi di marzo. ROUNDERS91 (questo il suo nickname) era anche il più giovane di sempre ad aver vinto il celebre torneo in quel momento. 
Dopo anni dalla sua morte si organizza ancora questo torneo di poker live che ricorda la sua memoria. Seppur è andato via troppo presto almeno Stefano avrà capito che sono queste le tracce più importanti da lasciare nella vita.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.