Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
robisonest

Su Twitter il ‘funerale’ di Danny Robison, il ‘gemello’ di Chip Reese

Ormai gli elogi funebri corrono sui social network e su Twitter nelle ultime ore è andato in scena quello di Danny Robison, una delle leggende della vecchia scuola del poker, scomparso proprio in queste ore all’età di 69 anni.

Nato a Dayton, Ohio, già nel 1970 seguì a Las Vegas il suo amico appassionato di poker e mito assoluto della storia di questo gioco, Chip Reese, anche lui scomparso nel 2007.
Arrivati a Vegas i due si concentrarono nel seven card stud al casinò Stardust e si guadagnarono il soprannome di ‘The Goldust Twins’. Non a caso, nel 1995, Robison vinse il braccialetto Wsop proprio in un torneo da 2,500 dollari di seven card stud. Ma un avversario difficile da sconfiggere per tutta la sua vita è stato la dipendenza dalle droghe.
Come detto su Twitter una valanga di ‘Rip’ e messaggi di cordoglio. Da Doyle Brunson a Phil Hellmuth e David Williams e altri ancora. Una vera leggenda del poker, forse meno famoso del ‘gemello’ Reese , ma che verrà ricordato come un fenomeno dello Stud 7 Card e nei giochi Limit.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.