Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Team pro poker tra tagli e rinnovi ma qual è la strada?

Eccoci con il messaggio di inizio anno. Il primo editoriale, forse sarebbe meglio dire umilmente il primo ‘pensierino’ dell’anno, arriva di martedì invece del solito messaggio del lunedì.

Senza lasciarci condizionare dalla possibile ‘acidità’ del ritorno dalla feste natalizie andiamo ad affrontare un tema che in questi giorni ci vedrà di sicuro impegnatissimi: i rinnovi dei contratti dei team pro delle poker room ‘punto it’.

 

Arrivano a spanne notizie e veline su rinnovi e scadenze che non vedranno un futuro nel professionismo per molti poker players. E sui rinnovi il ridimensionamento è praticamente standard con tagli notevoli sia di uomini che di risorse. Non possiamo ancora essere esaustivi e non possiamo fare tutti i nomi ma quello che è certo che alcune room stanno tagliando con le cesoie, anzi, col machete e altre rinnoveranno in parte il team ma sempre con tagli ai contratti.

Ovviamente le principali concessionarie, dopo aver lanciato il prodotto dal 2008 ad oggi e poi aver insistito anche sul cash game, si sono trovate a fare i conti con un 2013 da ‘meno 33% e rotti’ sui dati della raccolta e del fatturato e della spesa dei giocatori. Per recuperare da qualche parte bisogna tagliare. E visto come asset compreso in un portafoglio di giochi ben più ampio, il poker online non poteva non subire dei tagli.

Qui apriamo un altro file: se si deve tagliare meglio mettere le mani subito sul team pro considerato forse una spesa accessoria. Solito ragionamento all’italiana e secondo noi sbagliato. Il team pro è importantissimo per una room. L’importante è che sia costruito in un certo modo. Se le room avessero costruito delle squadre con criterio e basate non solo sul nome, sull’immagine e sui risultati ma anche sul rendimento in termini di affiliazioni, avremmo assistito ad una storia totalmente differente. Ora invece ci si trova a tagliare anche players che senza progetti si sono semplicemente adagiati una patch sulla maglia senza essere produttivi ed efficaci ma senza neanche essere colpevoli di questo.

Un poker player professionista deve essere pagato ma deve anche produrre non solo in termine di rake ma anche in termini di contenuti, immagine e riferimento per i players della room. 

La sensazione e il consiglio che ci viene da dare ai players in fase di rinnovo è di ‘non tirarsela troppo’ e di essere realisti. Non di accettare tanto per accettare un’offerta ma di essere furbi e rimanere al centro del mercato in vista di un possibile recupero. Intendiamoci il poker sembra più vivo che mai. Specie dal vivo. E online il calo non sarà ancora così vertiginoso come in questo pessimo 2013. L’effetto moda e il boom è passato ma, alla lunga, il poker potrà avere sicuramente più longevità rispetto al casinò online o altri giochi che non generano community, skills, valori.

Certo se anche players del calibro di Salvatore Bonavena, Rocco Palumbo, Alessandro Fasolis e Alessandro De Michele lasciano il loro sponsor e due come Dario Sammartino e Sergio Castelluccio non hanno una sistemazione adeguata, lo scenario non è così ideale. Anzi.

Per non parlare di tantissimi giocatori anche con discreta visibilità che si stanno trasferendo all’estero o giocano già su room ‘dot com’.

Una possibile via può essere quella delle room senza concessione Adm? La situazione legale non è così cristallina. Certo è che se non si riesce a ridare appeal al mercato italiano il rischio di un ritorno al passato è concretissimo.

Il 2014 non sarà l’anno della grande ripresa, delle grandi rivoluzioni. Bisogna avere pazienza ma regolatore e room devono lavorare sodo e con maggiore professionalità nei prossimi mesi. Scusate ma la nostra convinzione è sempre quella: il poker ‘dot it’ ha commesso molti errori da solo e c’è tanto da riprendere e da raccogliere per recuperare il tempo, ma soprattutto i players perduti.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.