Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Theo Jorgensen: ‘Torno a giocare all’Ept Londra ma non chiedetemi nulla della rapina’

Tornerà ai tavoli all'Ept di Londra Theo Jorgensen, il professional poker player danese che subì un attacco di una banda di rapinatori armati in casa il 3 dicembre 2012 e si beccò tre pallottole in una gamba prima di mettere in fuga i malviventi.

Spaventato per la famiglia e per aver messo a rischio la vita di sua moglie e la sua, Jorgensen è stato lontano dai tavoli quasi 4 mesi. E ora ritorna a parlare dell'assalto sul suo blog specificando che racconterà particolari in più della sua aggressione a patto che nessuno gli domandi ogni volta che lo incontra come è andata quella tremenda notte. 

I fattacci a casa Jorgensen

Prevenire meglio che curare insomma. Solo un freddo calcolatore del nord Europa poteva pensare un piano di comunicazione di questo tipo.

Scherzi a parte, Jorgensen racconta che “il momento terribile è stato quando i criminali mi puntavano la pistola alla schiena per farci scendere in cantina. Ma il terrore è salito quando ho pensato: vorranno solo i nostri soldi oppure ci faranno anche del male. E' stato il momento più brutto della mia vita anche se non potevo pensare a nulla mentre mi spingevano in cantina. Pensavo a mia moglie, però, e che era la battaglia più difficile della mia vita e che sarei uscito vincitore solo quando se ne sarebbero andati”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.