Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Un torneo di poker al The Venetian solo per ebrei contro la noia del Natale

Un torneo di poker ‘ebraico’ per combattere la solitudine degli jewish durante il Natale. E’ la curiosa iniziativa intrapresa da Andrew Rothbart, un imprenditore ebreo di Las Vegas, che ritiene che il poker sia la risposta vincente per impegnare i suoi ‘fratelli’ annoiati e soli durante i giorni del Natale cristiano.

E ha avuto subito ragione Rothbart visto che, quest’anno il 24 e 25 dicembre, ha organizzato un campionato di poker ebraico presso il Venetian di Las Vegas. “Ci sono stati tra i 150 e i 200 players provenienti da tutto il paese e anche dal Regno Unito, Israele, Messico e Montenegro”, racconta l’imprenditore.

Il buy-in per il torneo che ha seguito le regole del Texas Hold’em era di $ 1080, un importo scelto per evocare il numero simbolico 18 della religione e della tradizione ebraica. Un rabbino ha consegnato una benedizione alla cena di apertura e i giocatori si sono sfidati per i premi in denaro e vari premi in palio.

L’idea venne a Rothbart nel 2011 quando, tornato da una solitaria notte di Natale in compagnia di altri amici ebrei, si era ripromesso di creare modi più alternativi per trascorrere la vacanza. La scelta è caduta sul gioco più popolare al mondo.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.