Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Una forza inarrestabile incontra un oggetto inamovibile – 6/6 – Dopo

 

Alla fine, come di certo tutti saprete, Durrrr ha perso. La loro battaglia è stata grandiosa, fantastica, e decisiva. Isildur ha trionfato. Ora, come cronisti della nostra era del poker online spetta a noi interpretare il significato di questo avvenimento. C’è molto che potrei dire sulla varianza, sul significato delle classifiche nelle room, sui risultati e la carenza di informazioni – queste sono questioni che tutti comprendiamo sia come studenti di questo mondo che come sua parte. Cosa significava invece il fatto che Durrrr avesse fatto tanti soldi col poker online? Che avesse battuto tante persone, e che sembrasse essere così bravo? È mai stato davvero così importante? O siamo stati tutti fregati dalla casualità? Abbiamo tutti visto simulazioni in cui una o due linee arbitrarie si innalzano a livelli del tutto assurdi – forse Durrrr è stato solo un’anomalia, e la sua grandezza un gioco del caso? O al contrario è stata la sua sconfitta contro Isildur ad essere pura sfortuna? O solo il frutto di qualche errore e di un’eccessiva confidenza? Forse dobbiamo ancora scoprire di che cosa è davvero capace.

Molti pensano che Isildur sia il miglior giocatore al mondo di No Limit Hold’em Heads Up. Una parte di ciò che aveva reso Durrrr così temuto e potente era la sua immagine – non solo quella all’interno di una singola partita, ma anche e piuttosto la coscienza del fatto che non perdeva contro nessuno. Può sembrare un aspetto secondario del suo gioco, ma se credete che il vostro avversario sia un personaggio fantastico, a cui nessun altro può resistere, lo investite di un grosso potere. Era con questa immagine invincibile che Durrrr dominava il No Limit negli high stakes, ma Isildur ha distrutto questa immagine. A questo punto, dopo avere battuto quasi tutti quelli con cui ha giocato, Isildur si è creato un’immagine ancora più potente, che lo renderà ancora più difficile da battere. Secondo alcuni ha dimostrato di essere il nuovo re del poker online.

O forse è Isildur ad essere un’anomalia, e nello stesso modo fantastico in cui è entrato nel mondo degli high stakes, finirà poi per lasciarlo, esplodendo come una supernova. Da quando ho cominciato a scrivere questo pezzo ha perso 2,5 milioni contro Patrik Antonius a PLO, dimezzando le sue vincite su Full Tilt. Questo evento è certamente meno significativo della sue lunga battaglia con Durrrr, ma sembra comunque che la marea stia cambiando, e che gli dei del poker stiano preparando il prossimo spettacolo. Sarà l’inizio della disfatta, o di un’altra battaglia? Il mondo del poker online si sposta velocemente, e molto deve ancora essere visto. Non posso rispondere a tutte le domande che ho fatto, ma spero che continuerete a tenerle a mente mentre osservate il sentiero che il poker sta percorrendo.

 

Durrrr ed Isildur.

Estica**i, se non sono fatti l’uno per l’altro.

Alla prossima,

Haseeb, aka Dogishead

 

 

6/6, fine. Fonte: http://blogs.cardrunners.com/BLAG/an-unstoppable-force-meets-1258491260

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.