Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Uscire dal pantano dei micro 2.0 (BM tips inside)

Onestamente mi sono sorpreso di scoprire che , non solo su cbet, un sacco di gente SMART e decente IRL grinda il nl10-nl50 "seriamente" (non for fun, ma per i soldi), da mesi se non anni. Pochissimi di loro sono veramente soddisfatti della loro vita da grinder, ma non riescono a uscire dal pantano.

Cos'è il pantano? è, per il poker ai micro, quel meccanismo per il quale per vari motivi rimani a giocare lì, facendo "molte" bb/100 quando va bene ma pochi euri da spendere nella vita reale, senza modo per poter salire i livelli profittevolmente (per molte ragioni).

In questo thread definisco micro FINO A nl50 compreso (anche se mi è noto che al nl50, grindando 200 ore al mese e con buone skill, si può fare ben di + di uno stipendio decente, la maggioranza delle persone che grindano nl50 lo fanno per meno di 1k eur/mese/expected per cui pantano).

Io credo che l'essenza del problema sia una questione di bankroll management male interpretata (senza un plan diciamo), unita quasi sempre a una bassa fiducia in sè stessi.

La maggioranza delle persone con cui ho parlato che grindano 10-50 per i soldi (ripeto qui non si parla di chi gioca quei livelli perchè SI DIVERTE, per quelli non c'è niente da spiegare, sia che vincano sia che perdano, l'unica cosa che conta è giustamente che continuino a divertirsi + che in altre attività), ha anche un altro lavoro (giustamente, dati gli esigui redditi derivati dal poker).

In molti altri thread si è parlato del confronto monetario tra i redditi di un lavoro normale e quelli pokeristici. Ricordo la mia regola di base che è "un pò + di 2x",nel senso che un lavoro che rende 15k l'anno netti con decenti garanzie (ferie malattie etc) va paragonato con la possibilità di fare 30-35k grindando poker.

Quello che non mi spiego è il perchè fare le cose poco e male, nel senso di una persona che guadagna 15-20k l'anno da un lavoro standard, e gioca i micro per fare expected altri 5-10k l'anno. Io capisco l'interesse di poter avere un secondo lavoro che incrementi l'esiguo reddito medio italiano, ma:

1) Il tempo speso per il secondo lavoro avrebbe in alcuni casi potuto essere speso per migliorare la proprio skill lavorativa IRL, e/o fare straordinari, e/o incrementare il curriculum IRL in altri modi (corsi, secondi lavori da casa nello stesso campo etc)
2) Lo stress psicologico di giocare a poker è altissimo e imo quasi mai vale la pena per "solo" 5-10k in + l'anno
3) Senza un plan non si va da nessuna parte

A chi lavora e adda reddito con 25-30-40-50 ore/mese di poker io suggerisco di smettere. Smettere di fare le due cose insieme a caso "sperando che succeda qualcosa" che non succederà.

I casi sono vari:

1) Il vostro lavoro vi piace cmq abbastanza, siete quel tipo di persone (nessuna critica badate bene) che hanno bisogno di un reddito fisso certo etc per sentirsi tranquilli nella vita, il tipo di contratto, garanzie, posto in cui lavorate, mansioni, sono decenti -> BASTA POKER, spendete + energie che potete PER DIVENTARE SEMPRE + BRAVI NEL VOSTRO LAVORO, e per arricchire l'esperienza migliorando la qualità del posto di lavoro (tipo frequentando i colleghi e creando un bond con loro) etc etc etc.

2) Il vostro lavoro vi fa parecchio schifo; le mansioni e l'argomento sono ben lontani da ciò che vorreste fare nella vita. L'idea di grindare a poker per vivere, anche con la consapevolezza che ci sono periodi lunghi di abisso e di terrore non vi dispiace -> dovete avere un plan per quittare definitivamente il lavoro e grindare fulltime.

2) Vale "circa" anche per chi sta grindando i micro "un pò" senza lavorare o in attesa di trovare un lavoro normale.

Per gestire 2) serve un plan, che alla fine è tutto un plan di bankroll management.

Per grindare tranquilli poker fulltime come unica fonte di reddito, i target di BM che suggerisco (MINIMI, + avete meglio è) sono:

150x (buyin) per cash 6max, 100x cash hu giocato in selection, 200x cash hu giocato + che altro vs reg, 400x ABI per mtt, 250 buyin per sng (dato il field + soft di un tempo etc), 100x per sng hu.

A questo vanno aggiunti COME MINIMO 1 anno di spese di vita da parte (che dipendono da cosa spendete ogni anno, prudenzialmente stimato).

Questa seconda parte (le spese di vita), che per chi grinda nl1000 (o MTT live) sono una porzione molto piccola del roll necessario, sono spesso enormi per chi è nel pantano. E imo è la mancanza di questa consapevolezza che porta la mancanza di confidence.

Quindi ricapitolando: perchè la persona con 6k di roll che grinda in selectio 4-6 tav di nl50 e ha un lavoro da 24 ore/settimana per 800 eur al mese è TERRORIZZATA di quittare il lavoro per giocare solo a poker? perchè nella sua testa le spese di vita le paga col lavoro IRL, e il poker è una aggiunta per lussi vari e per metter da parte qualcosa quando le cose vanno bene. E HA RAGIONE! ma se manca il plan, che è quello di METTERE DA PARTE PARECCHIO PER AVERE + CONFIDENCE, non ne uscirà mai.

Chi odia/disprezza il lavoro che fa, e vuole davvero provarci col poker, deve iniziare da SUBITO a mettere da parte il + possibile. Risparmiare diventa la strada per la salvezza, o almeno per il tentativo. 

Insomma, la strategia plausibile per poter uscire dal pantano è risparmiare infinito per buildare roll ampio E cuscinetto di garanzia per le spese di vita.

L'altra cosa da fare è dedicare ancora + ore al gioco. Per chi lavora, una volta che le condizioni patrimoniali sono raggiunte, la strategia ottimale è (quando possibile) prendere 6 mesi di aspettativa (pausa non pagata ma che non ti fa perdere il lavoro) per provare a grindare fulltime davvero per un periodo di tempo sufficiente da avere i dati a disposizione per sapere se è una cosa che potete fare per vivere negli anni a venire.

Per chi attualmente è stakato da qualcuno, il risparmio è cmq infinitamente importante. E' solo mettendo tutto o quasi da parte che potrete prima o poi giocare con i vostri.

Luciom

Commenta l'articolo sul Forum

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.