Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
nottevdezanvezzali

Valentina Vezzali: ‘Quante analogie tra la scherma e il poker a torneo’

“Venendo qui alla Notte del Poker Club ho capito molto di più di questo gioco che non è basato sull’azzardo ma su tante componenti differenti. Per questo penso che approfondirò la conoscenza del Texas Hold’em che, nella formula torneo e nel testa a testa, ha molte similitudini con la scherma”. La pluricampionessa di scherma Valentina Vezzali, ha dato lo ‘shuffle up and deal’ del torneo che è partito oggi, 7 dicembre a Venezia nella storica sede del casinò di Ca’ Vendramin. In dolce attesa, le nascerà un figlio a maggio, Valentina non ama giocare “soprattutto quei giochi in cui è forte l’azzardo”. Mentre, girando tra i tavoli e dopo aver rilasciato decine di interviste alla stampa generalista e di settore, oggi a Venezia, ha capito il vero significato del poker tournament: “La formula torneo è proprio simile alla scherma, chi perde esce e chi va avanti finisce a giocarsi il testa a testa che è proprio come un duello con la spada o col fioretto”, prosegue la Vezzali.

Nel poker sono importanti l’abilitò la psicologia, il calcolo: “Così anche nella scherma l’80% è basata sulla psicologia anche se è nottevdezanvezzalinaturale che il fisico deve rispondere in maniera efficiente dal punto di vista atletico. Ma poi ci sono tantissime altre cose che rendono questa disciplina interessante. Per esempio penso che i giocatori si allenino molto come noi per ben figurare al tavolo”.

Nel poker ci sono i tell, nella scherma il fisico può comunicare qualcosa in pedana? Dare informazioni? “Sì assolutamente. Ci sono dei movimenti del braccio, del corpo che sono quasi impercettibili e che offrono ndicazioni importanti. Il mio allenatore dice sempre che quando capisco che un avversario è in difficoltà allora è il momento di stringere”, spiega la Vezzali.

Quindi anche nella scherma ci sono le modalità d’approccio dei player: “A me chiamano il cobra perché attacco quando serve, quando è il momento e con un colpo o una serie decisiva nottevcicciovezzaliriesco a finire l’avversario”. Tight aggressive insomma? Sembra proprio di sì

Da qui, però a vedere la Vezzali al tavolo a gioco ne passerà di acqua sotto i ponti, tanto per stare in tema veneziano: “Non ho tempo per giocare, non gioco mai. Però voglio approfondire questa modalità perché credo meriti molto di più rispetto ai veri giochi d’azzardo. Questa tipologia di gioco va promossa ancora di più”, prosegue la Vezzali.

Progetti e piani per il futuro? “Sto aspettando la nascita del mio secondo figlio a maggio e poi riprenderò ad allenarmi per rientrare nel giro del campionato e della coppa del mondo di scherma con l’obiettivo delle olimpiadi Brasile 2016”, conclude la super campionessa.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.