Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Vince tutto lui: Luca Moschitta trionfa anche al PPT Nova Gorica

Dopo la vittoria all’Ipt Saint Vincent, il piazzamento di prestigio al main event Wsop 2013 di neanche due mesi fa e il riconoscimento come miglior giovane poker player a livello europeo ecco l’ennesimo riconoscimento per Luca Moschitta. Ha vinto il People’s Poker Tour di Nova Gorica su 217 players che hanno composto un super field e un final table difficile da vedere anche nei migliori tornei.

 

QUANTI CAMPIONI TUTTI INSIEME – Alla fine Moschitta ha ribaltato i rapporti di stack superando un Preite ormai cresciutissimo dopo Las Vegas e con una mentalità ormai che lo porterà senz’altro a continuare lungo questa buona strada. Chip count tutto sommati rispettato con Piazza che si piazza sul gradino più basso del podio soffiando il posto a Fabretti che però raggiunge il secondo final table in meno di un mese. Anche per lui un ottimo momento da ricordare ma da non interrompere. L’ottobre di grande poker che è in arrivo può senz’altro essere l’occasione per dimostrare ancora di più il suo valore.

Trebbi rischia di non fare più notizia e poi via via tutti gli altri con Sammartino che non è riuscito a moltiplicare le sue 63.000 chips ma era davvero un’impresa per chi non è di questa terra.

 

LA CRONACA DEL FINAL TABLE – Ci sono volute quasi cinque ore per arrivare all’heads up tra Gaetano Preite e Luca Moschitta, ed una sola mano per decretare la vittoria del 24enne catanese che, alla sua prima partecipazione al People’s Poker Tour, si porta a casa il Pglobe.
Subito dopo la pausa necessaria ad effettuare il chip count, e dopo l’eliminazione di un Max Piazza apparso in grandissima forma, due coppie hanno determinato il push and call preflop dei due fortissimi player italiani: AA per Moschitta e 66 per Preite che sul board non trova alcun soccorso.
Un epilogo divertente ed emozionante come tutto il Main Event di questo PPTour che era arrivato al final table con un dream team di player italiani.
Accompagnato dalla fidanzata Sofia Lovgren anche lei impegnata ai tavoli del Main, dove nel day2 si era dovuta arrendere ad un cooler imparabile, Luca Moschitta ha mostrato ancora una volta un livello di gioco che in questo momento lo confermano uno dei player più forti in assoluto, nel panorama italiana e non solo.
MOSCHITTA VOLA ALTO E FA BENE – “Venire al PPTour per la prima volta e vincere è una soddisfazione doppia – ha dichiarato subito dopo l’heads up – innanzitutto perché ho avuto la possibilità di giocare un torneo bellissimo e conoscere tanti nuovi volti, oltre ovviamente che per la vittoria finale. Dopo il successo di marzo a Saint Vincent questa affermazione mi porta ad avere maggiore fiducia in me stesso”. “Ritornerò – ha concluso Moschitta – molto volentieri al PPTour che reputo in questo momento, il torneo più importante in Italia”.
NEXT STOP AND SAVE THE DATE Per Moschitta, come per gli altri amici del tour live di People’s, non resta che attendere la tappa di Saint Vincent, quando il 9 gennaio prossimo, come ufficializzato oggi dall’organizzazione, tornerà a riunirsi la famiglia del PPTour.
Da segnalare a questo proposito la vittoria all’evento Omaha di Marco Figuccia, ed il primo posto al torneo in modalità Knock Out di Mirko Casieri davanti a Biagio Morciano.

 

Il payout del final table:

Luca Moschitta (87.500 euro)

Gaetano Preite (51.300)

Massimiliano Piazza (31.950)

Pierpaolo Fabretti (24.850)

Gianluca Trebbi (19.900)

Giacomo Fundarò (15.750)

Daniele Scatragli (12.600)

Dario Sammartino (9.700).

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.