Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Vincere con una carta sola: alle Wsop il caso di Cantu, in Italia Swissy Rinaldi

Vincere con una carta sola? Si può eccome e lo dimostrano due casi eclatanti. Chissà quante volte capita al mondo in tutte le mani che si giocano live. Tuttavia ci viene in mente la mossa astuta di Claudio Swissy Rinaldi al Mini Ipt di Campione d’Italia del gennaio 2011 che fa da precursore a Brandon Cantu che ha ripetuto il colpo in un torneo molto travagliato il suo, dal punto di vista comportamentale, nel Mixed Max delle Wsop.

 

Ai bui 1.2400/2.400 ante 400 Cantu 3betta da bottone a 14.000 chips l’apertura di Mazin Khoury da early per 5.000 chips. Piatto vinto uncontested con Cantu che si rivolge al dealer sfottendolo: “La prossima volta, però, dammi tutte e due le carte”.

Stesso discorso, o quasi, per Rinaldi ai bui 200/400 ante 50 a Campione d’Italia. Un avversario apre da utg a 900 chips. Chiama il cutoff e Swissy da bottone squueza a 3.200 chips. L’original raiser rimonta a 9.300 e Rinaldi 5betta all in per 32mila chips. L’avversario ci pensa e poi folda. Swissy vinse il piatto chiedendo al dealer una seconda carta visto che lo svizzero aveva giocato solo on 2 di fiori.

Giocata rischiosissima quella di Swissy così come quella di Cantu, e tutta fondata sui rilanci e sul bluff. In ogni caso i due, essendo entrambi di bottone, avrebbero potuto ottenere una seconda carta che il dealer teneva in cima al mazzo senza sconvolgere l’andamento della distribuzione delle carte.

Certo è che non si può andare avanti nella mano e poi chiedere la carta come se si stesse giocando a black jack.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.