Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Wsop Main Event day2c: Mizrachi sta crashando il torneo, lottano gli italiani

Las Vegas – Michael The Grinder Mizrachi vuole crashare il torneo con una montagna di chips, quasi 600.000, superando di gran lunga Mark Kroon che rimane a 460.000 chips altissimo dopo aver ottenuto la chip leading al day1c.

L’Italia annaspa un po’ anche se alcuni players si sono rimessi in corsa e questo è comunque positivo.

Maxshark di PokerYes.it aveva chiuso a pausa cena a 122.000 chips per poi scendere con un colpaccio sotto le 90.000 chips.

Meglio Rocco Palumbo che nei primissimi livelli aveva meno di 50.000: chiuderà a pausa cena con quasi 100.000 chips. Giuseppe Zarbo sta a 90.000 costante, mentre risale tantissimo Davide Catalano che era cortissimo e sta a 85.000 chips ora.

Roby Begni c’è a 84.000 mentre lottano cortissimi tutti gli altri come Corsetti, Perati, Bubukonan e Sasso.

Siamo al livello 9 ante 100 blinds 500/1.000.

Ecco alcuni chip count indicativi:

MaxShark Mosele 122.000 (scende a 90.000 dopo un’ora di gioco al nono livello)

Roccoge Palumbo 95.000

Giuseppe Zarbo 90.000

Davide Catalano 85.000

Gaetano Preite 85.000

Roby Begni 84.000

Mauro Corsetti 30.000

Mohamet Perati 36.600

Alessandro Bubukonan Fasolis 36.000

Nicola Sasso 25.000

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.