Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Zynga Poker, la falsa partenza in borsa e il cappio di Facebook

La trasformazione da social games a poker room o casinò online a soldi veri non è così banale come si pensava e nasconde molte insidie e altrettante criticità.

Il caso di Zynga e degli ultimi risultati pubblicati lo evidenziano. Entrata in borsa con una valutazione di 10 miliardi di dollari per l’enorme mole di contatti e di account chiusi con la modalità social, ora l’azienda sta già rassicurando i mercati che non vedono di buon occhio la partenza del business.

 

Dai primi risultati pubblicati dopo la mutazione della piattaforma a soldi veri pare che gli utenti del gioco mobile siano poco disposti a spendere denari sulla piattaforma in questione. Zynga ha già annunciato una perdita di 85 milioni di dollari mentre la società vantava un utile di 1,34 milioni solo un anno prima. La pena è stata immediata con i titoli scesi del 3,4% a $ 9.10.
Durante l’offerta pubblica di azioni in borsa, Zynga è riuscita a raccogliere $ 1 miliardo. I costi operativi sono cresciuti del 97% a 406 milioni dollari e la società ha acquistato per 180 milioni dollari la OMGPOP Inc..

Il vincitore della storia è Facebook che ha diritto ancora al 30% degli acquisti effettuati nei giochi di Zynga e ha guadagnato $ 100 milioni nel primo trimestre.

Zynga ha i 6 giochi più popolari su Facebook con 41,6 milioni di giocatori al mese e 37,3 milioni di euro per CityVille e Zynga Poker.

E’ comprensibile lo sforzo di Zynga di sviluppare la propria piattaforma in modo da troncare questo link molto redditizio per Facebook anche se i rischi, come dicono i risultati iniziali, sono molto elevati.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.