Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker Chips

Alcune riflessioni sul Tilt

Tilt. Se nella vita avete giocato a poker per un qualche periodo, l’ avete senz’ altro sperimentato.

Floppate top set con KK su board K58 rainbow. Bettate, venite raisati dal fish del tavolo e 3-bettate felici all-in, festeggiando all’ immediato call dell’ avversario. Immaginate gia’ la pila di chips che avrete davanti a voi.

Turn : 7, River : 6

Vinto ! No… perche’ le chips vanno verso l’ altro ???

Il fish mostra K9 per la scala runner runner.

Perdete la testa imprecando contro il fish. Il vostro mouse non riesce a capire che cosa ha fatto di male mentre viene lanciato via. Non capite come questo idiota abbia potuto andare all-in con TPBK ed un backdoor straight draw.

Fate rebuy.

Tutto quello che volete e’ vendicarvi. Rivolete indietro i soldi che vi spettano di diritto e che il fish vi ha tolto solo grazie alla sua fortuna sfacciata.

Il vostro mouse sussulta ogni volta che premete Fold Fold Fold. Vi innervosite e siete frustrati dal non ricevere alcuna mano giocabile. Fino a quando prendete AJs sul cutoff.

Raise ! Fold, fold. Si arriva al vostro amico, il fish del tavolo – Re-raise.
Non questa volta amico ! Shovate all-in – Il fish instacalla.

Non ricordate nemmeno il flop, il turn o il river. Tutto quello che vedete e’ l’ AA che vi porta via altri 100BBs consegnandoli al fish, che vi ha ora vinto 200BBs.

Che cosa e’ successo ? Un singolo evento ha modificato totalmente l’ andamento della vostra intera sessione. Avete tiltato.

Discutero’ in questo articolo delle due differenti forme di tilt : Tilt da perdita e tilt da vincita. Parlero’ inoltre brevemente dei modi di combattere e prevenire il tilt in generale.

Per prima cosa, la forma di tilt piu’ comune ed ovvia con la quale tutti abbiamo avuto a che fare : Il tilt da perdita.

Questo si verifica quando accade un evento simile a quello descritto ad inizio articolo. Siete nettamente favoriti alla vittoria di una mano, ed il villain di turno riesce a prendere una serie di carte miracolose che lo portano alla vittoria. Reazioni comuni, ovviamente, sono rabbia e disgusto – che aprono entrambe la strada a possibili errori nelle mani future.
Avvertite il bisogno di recuperare quei soldi il prima possibile e, nel farlo, vi mettete nella condizione di perdere ancora piu’ soldi.
Accade questo : Apriamo troppo i nostri standard preflop, raisando\callando raises con mani marginali, ignorando posizione\stats\reads nel corso delle mani, e diventando troppo aggressivi.

Credo tutti i giocatori si siano trovati in queste situazioni e le conoscano piuttosto bene.

La seconda forma di tilt (di cui fino a poco tempo fa ignoravo completamente l’ esistenza) e’ il tilt da vincita. Potreste pensare, “come si puo tiltare quando si sta vincendo ???”. Immaginate questo – Siete in godrun e state giocando bene. Ricevete molte buone mani ed hittate spesso. State vincendo 150BBs e vi sentite molto bene. Vi compiacete guardando i piccoli stacks degli avversari. A questo punto entra in gioco il tilt da vincita. La cosa peggiore riguardo questa forma di tilt e’ che non ve ne rendete nemmeno conto ! Vi ritrovate a giocare mani marginali ed al cercare ogni piu’ piccolo edge perche’ nella vostra testa state pensando, “Ho un grosso stack – posso permettermi questo call. Sto anche runnando hot !”. Non hittate (non preoccupatevi, eravate dietro sin dall’ inizio), ed il vostro stack inizia ad assottigliarsi. Ma questo non vi preoccupa, la sessione e’ ancora vincente vero ? Tutto a posto, no ?

No, prendendo queste decisioni sbagliate e perdendo questi “piccoli” pots, state fondamentalmente bruciando soldi. Avere uno stack deep dovrebbe consentirvi di aprirvi un po di piu’, ma non di esagerare ed iniziare a prendere decisioni ad EV negativo.

Ora che abbiamo parlato delle due diverse forme di tilt, diamo uno sguardo ai modi di gestirli e di prevenirli in primo luogo.

Esistono infiniti modi di affrontare il tilt. Credo dipenda da quello che riesce a calmare nel miglior modo ogni particolare persona. In quasi tutti i casi, comporta fare una qualche attivita’ extra poker. Per molte persone, prendere una pausa dai tavoli per un breve periodo e’ l’ unico modo. Guardare un po di TV, giocare a qualche video game, leggere un libro, uscire con gli amici, etc – non pensare insomma al poker. Per altri, fare review della sessione, postare\leggere sul forum, o leggere i loro libri sul poker puo’ essere di maggiore aiuto.

L’ obiettivo principale nella lotta al tilt e’ il realizare che, nel lungo periodo, le bad beats non hanno importanza e, se lo siete, risulterete vincenti. E’ questione di matematica. Mettete costantemente i vostri soldi da favoriti e vincerete certamente soldi nel lungo periodo.

Tutti si trovano ad affrontare gli swings, fanno parte della natura del gioco. Riuscendo ad imparare ad incassare le bad beats ed a lasciarsele scivolare addosso, migliorerete il vostro gioco enormemente. Lo short term e’ soltanto una battaglia, non la guerra.

Uno dei consigli che posso darvi per impedire al tilt di verificarsi in primo luogo, e’ quello di essere adeguatamente rollati per il livello che intendete giocare. Avendo un buon margine per attutire la varianza riuscirete, probabilmente, a non perdere la testa dopo aver perso qualche buy-in per via di bad beats varie. Almeno nel mio caso, questo sembra funzionare bene ed ha ridotto moltissimo la mia propensione al tilt.

 

Fonte : http://archives1.twoplustwo.com/showflat.php?Number=5927809

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.