Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
picca

Altre varianti di Poker : Stud Hi-Lo e Five-Card Triple-Draw Lowball

Dopo aver familiarizzato con Omaha, Omaha Hi-Lo, Stud e Razz, possiamo, in questo terzo ed ultimo articolo, passare allo Stud Hi-Lo ed al Five-Card Triple-Draw Lowball.
Questi ultimi due giochi sono i meno diffusi tra quelli presentati in questa serie. Il primo e’ uno dei piu’ difficili da giocare, mentre il secondo e’ poco diffuso per diverse ragioni.

 

Stud Hi-Lo

Conosciuto anche come Stud EB e Stud Eights-or-Better, e’ una delle varianti di poker che preferisco.

Nozioni di base

Il gioco si svolge in modo analogo allo Stud. Tutti postano le ante, il giocatore con la carta scoperta piu’ bassa posta il bring-in. La differenza tra Stud EB e Stud e’ analoga a quella tra Omaha ed Omaha Hi-Lo, la mano Low (se presente) vince meta’ del pot.

Come nell’ O8, il Low e’ la mano composta dalle cinque carte piu’ basse che ha in mano un giocatore. Tutte le carte del Low devono avere valore uguale o inferiore ad 8, senza coppie.
Le straight ed i flush non contano. Il nut Low e’ quindi A-2-3-4-5.

 

Fondamenti di strategia

Se ricordate l’ articolo sull’ Omaha Hi-Lo, la strategia era di giocare sempre per l’ High, con un re-draw per il Low. Nello Stud Hi-Lo, e’ il contrario. E’ bene giocare per il Low, con un re-draw per l’ High.

Nell’ Omaha Hi-Lo, giocando esclusivamente per il Low e’ molto facile finire quartered, e vincere soltanto meta’ del pot Low.
Nello Stud EB, e’ molto piu’ semplice capire se si ha la mano vincente Low rispetto all’ High.
Si utilizza la medesima tecnica del Razz, leggendo le carte scoperte degli altri giocatori.

Inoltre, nello Stud la carta piu’ bassa e’ costretta a postare il bring-in. Se la vostra mano di partenza include tre carte per la wheel (A-2-3-4-5), avete la possibilita’ di postare il bring-in doppio (completare), aggiungendo soldi al pot con un buon potenziale di vincerne almeno meta’.

E’ necessario valutare correttamente la propria mano, confrontandola con quelle degli avversari.
Chi sta inseguendo cosa ? Chi e’ in cerca dell’ High, e chi del Low ? Chi potete battere ?
Volete giocare per il Low, con la speranza di chiudere anche una mano per l’ High.

La bellezza del chiudere la wheel e’ che questa puo’ essere buona sia per l’ High che per il Low, se nessuno ha un punto High migliore della baby straight.

 

Selezione delle Starting Hands

Le starting hands per lo Stud EB sono le stesse sia dello Stud che del Razz. Una monster starting hand per lo Stud puo’ essere buona per l’ High, mentre una monster starting hand per il Razz e’ buona per il Low.
La miglior mano possibile nello Stud Hi-Lo ha il potenziale di vincere sia High che Low, ed e’ Ac-3c-2c.

 

Five-Card Triple-Draw Lowball

Nozioni di base

Il Five-Card Triple-Draw Lowball (TDL) assomiglia molto al poker che si gioca da ragazzi, o che si vede nei vecchi film western. Si inizia ricevendo cinque carte, tutte coperte. Avviene quindi un giro di puntate iniziando dal giocatore alla sinistra del big blind.

Dopo il primo giro di puntate e’ possibile scartare un numero arbitrario di carte della propria mano, che verranno poi sostituite con altre carte. Si ha quindi un ulteriore giro di puntate iniziando dal giocatore alla sinistra del bottone.

Si ripete questa seconda fase fino ad aver scartato carte tre volte, o finche’ tutti foldano ad una bet di un giocatore. Quando tutti i giri di puntate sono conclusi, si va allo showdown; La mano migliore vince il pot. Giocando Lowball, la mano dal valore peggiore e’ la migliore.

Importante non fare confusione con la mano Low di giochi come Omaha Hi-Lo, Razz e Stud EB.
Il TDL e’ un gioco Lowball :

  • Gli assi sono high
  • Pairs, straight e flush contano contro di voi

La mano nut nel TDL e’ quindi 2-3-4-5-7. Per questo motivo, il lowball e’ comunemente chiamato 2-7 lowball.
Anche nel TDL le mani vengono conteggiate dall’ alto al basso. Come in tutte le altre forme di poker, due mani identiche splittano il pot.

Dato l’ alto numero di carte distribuite per ogni mano, il gioco viene normalmente giocato in cinque persone, con un massimo di sei.

 

Fondamenti di strategia

Questo gioco e’ ricco di azione. Vedrete molte bets, e molti rivers. La fortuna gioca un ruolo molto rilevante. Ogni gioco in cui sono presenti molte persone che bettano e callano fino alla fine rende la fortuna un elemento molto importante.

In genere, un aumento della rilevanza del fattore fortuna spinge i giocatori a gamblare molto piu’ del normale. Questo puo’ rendere il tavolo molto profittevole per un giocatore tight.

Ricordate, nelle situazioni in cui vi trovate a voler scartare quattro o cinque delle vostre carte, fareste meglio a foldare. Non dovreste mai scartare piu’ di tre carte.

Anche scartare tre carte implica lo sperare nella fortuna. E’ in genere una buona idea inseguire draws ad una o due carte al massimo. Ricordate, potreste avere 2-3-4-5-A, scartare il vostro asso ed ottenere indietro un due. Con tutta la fortuna coinvolta in questo gioco, aspettatevi swings notevoli al tavolo. Giocando tight ad un buon tavolo dovreste comunque ottenere ottimi risultati.

 

Conclusioni

La maggior parte dei giocatori al giorno d’ oggi gioca esclusivamente ad Hold’em.
Spero che questa serie di tre articoli vi abbia ispirato nell’ iniziare a provare altre forme di poker.
I giochi presentati sono tutti molto divertenti, e vale senz’ altro la pena di provarli.
Passare del tempo ad imparare altri giochi puo’ rivelarsi molto profittevole nel lungo periodo.

 

Fonte : http://www.pokerlistings.com/more-to-poker-than-holdem-part-3-stud-hilo-and-fivecard-tripledraw-lowball

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.