Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
vintage_chips

Analisi della Fortuna nel Poker – Parte 1

Michael Bates – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 7

 

La fortuna crea e distrugge carriere pokeristiche. Senza la fortuna il poker non potrebbe esistere.

La sua necessita’ tuttavia non ne sminuisce la ferocia nel terrorizzare ed esaltare le menti dei giocatori. Nonostante il suo ruolo critico nel poker, la fortuna e’ un qualcosa che la maggior parte dei giocatori non comprende a fondo.
In questo articolo analizzeremo quattro differenti tipi di fortuna che influenzano i risultati dei giocatori ai tavoli, alcuni ovvi ed altri meno, e tenteremo di classificarne la loro incisivita’.
Dal meno al piu’ importante, questi tipi di fortuna sono :

1- Distribuzione delle mani
2- Conversione dei draws
3- All-in Equity
4- Sinergia delle mani

Ho dovuto recentemente affrontare il peggior downswing che mi sia capitato in dieci anni di carriera. Avevo letto articoli riguardo queste run negative, visto grafici, sentito storie, ma nulla di tutto cio’ mi ha preparato a sufficienza per questa esperienza.
La fiducia nelle mie capacita’ vacillava ed avevo il bisogno di comprendere che cosa mi stesse accadendo. In particolare, avevo il bisogno di sapere che il dowswing era dovuto non solo al mio gioco, ma anche a molta sfortuna.
Tutto questo mi ha portato a riflettere a fondo sulla natura della fortuna nel poker, un argomento che molti libri affrontano in modo superficiale. Tuttavia, dato il suo potere considerevole, la fortuna e’ un argomento che vale la pena analizzare. Ho quindi classificato i vari tipi di fortuna esposti in precedenza, tentando di stabilire uno strumento di analisi della fortuna nel poker.
Descrivero’ ognuno di essi, portando ad esempio alcuni dati presi dal mio recente downswing.

Per prima cosa, ho bisogno di definire alcuni termini.
Intendo per “fortuna” la varianza ? No. La definizione di varianza che preferisco e’ la differenza tra i risultati a breve termine con l’ aspettativa a lungo termine. La fortuna e’ in modo piu’ specifico l’ immediata causa di questi risultati a breve termine.
I giocatori ne parlano spesso in questo modo : “Runno hot, hitto tutti i flop” oppure “Runno bad, mi scoppiano sempre”. Questo linguaggio e’ analogo al dire “Gli Dei del poker mi sorridono”, o “Sono maledetto”. Possiamo decisamente fare di meglio.

 

1- Distribuzione delle mani

Ricevere due volte di fila JJ e’ fortuna; Una striscia di settantacinque mani senza ricevere una singola pair e’ sfortuna.
A parita’ di condizioni, in un dato periodo di tempo, se ricevete un numero sproporzionato di mani forti, come pocket pairs alte, suited connectors ed assi suited, siete fortunati e vincerete piu’ soldi di quanti ne avreste vinto con una distribuzione di carte “normale”, e vice versa. Questo e’ cio’ che intendo con distribuzione delle mani.
Di tutti i diversi tipi di buone mani, le pairs sono il piu’ profittevole nel lungo periodo.
Diamo quindi uno sguardo, nel mio database, al resoconto delle pocket pairs che ho ricevuto prima e dopo il mio downswing per capire che ruolo ha giocato la distribuzione delle mani nei miei risultati.
Tutte le statistiche derivano da tavoli NL Hold’em Zoom da $.25-.50 a $1-2.

Tabella #1 – Distribuzione delle pairs prima del downswing (76.254 mani).
(Expected # di ogni pair, basato sul totale delle pairs ricevute : 364)

La tabella #1 contiene un resoconto di quante volte ho ricevuto ogni pocket pair nel periodo precedente al mio downswing, ed i risultati che ho ottenuto con ognuna di esse.
La prima osservazione che si nota e’ che le pairs sono effettivamente molto profittevoli, ovviamente in modo sempre piu’ significativo con l’ aumentare del valore della pair.
Che cosa dire invece riguardo la distribuzione ? Ricevevo forse piu’ pairs alte di quante avrei dovuto ? Il numero di pairs piu’ alte (99+) era in effetti molto vicino all’ expected value di 364, la risposta e’ quindi negativa.
I due valori evidenziati in rosso, 22 e 55, rappresentano il valore massimo e minimo. Tuttavia i risultati anche per queste due pairs non variano particolarmente.
Forse ho ottenuto risultati migliori del normale con le mie pairs durante questo periodo, ma questo riguarda un altro tipo di fortuna che analizzeremo in seguito.

Tabella #2 – Distribuzione delle pairs durante il downswing (23.128 mani).
(Expected # di ogni pair, basato sul totale delle pairs ricevute : 105)

Per i giocatori piu’ giovani, o chi si e’ avvicinato da poco al gioco, potrebbe essere una buona idea pararsi gli occhi di fronte all’ orrore della tabella #2.
La prima cosa che notiamo e’ che i risultati con le pairs sono negativi nel periodo in esame, un elemento molto importante gia’ di per se, ed e’ il primo indizio sulla causa del downswing.
Ad ogni modo, analizzando la distribuzione, ho ricevuto AA ventidue volte meno dell’ expected.
Allo stesso tempo, ho ricevuto 22 e 44 piu’ spesso del normale.
E’ certo che la carenza di AA comporti un effetto negativo sui risultati, ma oltre a questa mano la distribuzione e’ piuttosto bilanciata. Non posso quindi imputare il mio downswing alla distribuzione delle pairs.
Per quanto riguarda le altre pairs alte, ho ricevuto KK centododici volte, leggermente piu’ dell’ expected. Ho pero’ perso $122 con questa mano.
I risultati sono negativi anche per 204 pairs tra QQ e JJ. Don’t try this at home.

Le cause del downswing sono quindi da ricercarsi altrove.

Un paio di note prima di lasciare la distribuzione delle mani : Notate come la distribuzione nella tabella #1 sia piu’ uniforme rispetto alla tabella #2, nonostante entrambe siano relative a sample sizes relativamente piccoli per questo tipo di analisi.
Il motivo e’ che la distribuzione delle mani e’ una statistica che converge relativamente velocemente attorno ai valori attesi. Si, alcuni gap possono perdurare a lungo, ma anche nel breve periodo, carenze di una mano saranno compensate da surplus di altre.

Le altre forme di fortuna che analizzeremo in seguito (particolarmente l’ All-in Equity e la Sinergia delle mani), non convergono altrettanto velocemente sui valori attesi, e non hanno alcun bilanciamento. Questo e’ il motivo per cui le considero fondamentalmente forme di fortuna molto piu’ rilevanti della distribuzione delle mani.
Detto questo, nel contesto di un singolo torneo, e particolarmente di ogni final table di un mtt, una distribuzione di mani sfortunata puo’ sicuramente pregiudicare il risultato.

 

Michael Bates – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 7
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue103/michael-bates-understanding-luck.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.