Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker Online

Guadagnarsi da vivere con il Poker : E’ una maratona, non uno sprint – Parte 2

Seconda parte della traduzione “Guadagnarsi da vivere con il Poker : E’ una maratona, non uno sprint”…

 

Riporto di seguito il mio programma settimanale. Lo considero come l’ organizzazione di un atleta mentale, studiato per consentirmi di mantenere un edge sugli avversari.

Lunedi’

Il mio giorno libero. Il lunedi’ cerco di restare completamente lontano dal mio computer e di recuperare le energie spese durante la settimana precedente.
Cerco di fare qualcosa di diverso e di pensare al poker il meno possibile.
Queste attivita’ non devono per forza essere meditare o comporre haiku, uscire con gli amici e semplicemente divertirsi e’ perfettamente accettabile, anzi e’ consigliato !

 

Martedi’

Il primo giorno di ritorno al grinding. Il martedi’ svolgo attivita’ legate al coaching, e-mails, studio/video, etc.
Avendo stabilito un obiettivo settimanale di volume di gioco di circa 250 partite, cerco di coprirne circa il 10-15% il martedi’.
E’ il mio giorno di riscaldamento, quindi, normalmente, monotablo e cerco di prendere le migliori decisioni possibili.
Dopotutto non potete aspettarvi di riuscire a giocare immediatamente tre tavoli ai vostri stakes abituali dopo essere stati fermi un giorno o due.
Dovete prima riscaldare il vostro muscolo mentale, in modo da poter giocare al massimo i giorni seguenti.

 

Mercoledi’

Non sono ancora al massimo della forma, impiego quindi altro tempo nello studio e nel coaching.
Ovviamente, per i lettori che non coachano o non sono giocatori professionisti, consiglio di impiegare questo tempo per prendersi cura dei propri affari in modo da potersi concentrare completamente sul poker nei giorni a venire.
Cerco di coprire il 15-20% del volume settimanale in questo giorno, two-tabling.

 

Giovedi’-Sabato

Questi sono i giorni in cui concentro il maggiore volume. L’ obiettivo e’ giocare il 20-25% del volume settimanale in ognuno di essi.

La buona cosa riguardo questo programma e’ che se si riesce a raggiungere l’ obiettivo di volume massimo ogni giorno, si finisce il sabato, e si ha quindi la domenica libera : un ottimo, sano incentivo short-term.
Cosa piu’ importante, e’ flessibile : Se per un periodo non si riesce a giocare costantemente il proprio A-game e si prendono troppe pause, e’ possibile limitarsi ad arrivare vicino al volume minimo giornaliero, per poi completare il 15-20% mancante la domenica.

 

Questo programma mi rende piu’ prevedibile. Alla mia ragazza piace perche’ ci sono giorni in cui e’ a conoscenza che saro’ meno impegnato.
Posso andare fuori a cena con la mia famiglia e pianificarlo due settimane prima, mentre in passato sarei sempre stato a chiedermi “Cosa faro’ se i tavoli saranno molto buoni ?”.

Ovviamente, non raccomando il seguire ciecamente questa routine; E’ stata studiata in modo specifico per le mie esigenze personali e la mia specialita’ come giocatore di poker, HUSNGs.
Comunque, credo fortemente che qualsiasi giocatore possa e debba trovare i cambiamenti che piu’ gli si addicono. E’ semplicemente una delle decisioni a maggiore +EV che possiate fare.

 

Le idee base di approccio al gioco dovrebbero rimanere le stesse. Riscaldamento, sforzo, recupero.
La struttura che stabilite ed il tempo che mettete da parte per le attivita’ non legate al poker vi incoraggia ad essere sociali, attivi, ed evitare esaurimenti.
I vostri giorni di riposo sono importanti tanto quanto i giorni di grinding, perche’ per essere sempre in forma il vostro muscolo mentale ha bisogno di riposarsi.
Infine, gli obiettivi short-term che vi ponete, non legati al guadagno, vi consentono di non pensare a quanto bene o male state runnando.

Il tempo di gioco giornaliero puo’ variare molto. Nei giorni in cui raggiungo l’ obiettivo di volume massimo giornaliero cerco di non giocare oltre.
Se l’ action durante la settimana e’ molto buona, e mi ritrovo a raggiungere i miei obiettivi molto presto, normalmente mi fermo. Si puo’ essere tentati di continuare e giocare cento partite extra, ma ricordate, il vostro obiettivo di volume e’ una stima di quello che siete in grado di gestire continuando a giocare bene.

Quante ore consecutive giocare varia da giocatore a giocatore.
Personalmente riesco a gestirne al massimo tre-e-mezzo\quattro giocando ad alto livello, ma e’ solo il mio limite.
Dopo questo tempo mi prendo una pausa, per poi continuare per altre due ore.
E’ abbastanza raro che riesca a fare due sessioni consecutive di quattro ore.

Anche se mi piacerebbe giocare fino al limite, cerco di pensare costantemente al long-term delle cose : Se gioco di piu’ questa settimana, sopravvivero’, ma ne’ paghero’ il prezzo da qualche parte lungo il cammino in futuro.

Il cercare di fare cose come il raddoppiare il volume di gioco durante un solo mese o fare sessioni consecutive di sette ore non e’ “sucking it up and grinding”. E’ un suicidio. Il vostro muscolo mentale non ne e’ semplicemente in grado.
Questa e’ la radice del problema, e’ la ragione per cui esistono pochissimi giocatori di successo long-term nel poker : Troppi grinders rompono il loro muscolo mentale, invece di rafforzarlo gradualmente.

La chiave e’ la consistenza : Guadagnarsi da vivere con il poker e’ una maratona, non uno sprint.

E’ naturale tentare di raggiungere il successo il piu’ velocemente possibile.
Tuttavia, non abbastanza persone riescono ad essere felici di mantenere il proprio ritmo, per avere risultati costanti settimana dopo settimana. Risultati non monetari (una settimana e’ un periodo troppo breve per misurare il proprio successo in termini di soldi), ma lo stabilire obiettivi realistici e raggiungerli.
Cercate di raggiungere il successo gradualmente, ed essere realistici riguardo i vostri miglioramenti.
Non confrontate i vostri risultati con quelli di altre persone.
Confrontate voi stessi con quello che la migliore versione di voi stessi puo’ essere, e cercate di raggiungerla.

 

Non voglio dare l’ impressione di avere un piano perfetto, altamente specifico per i prossimi cinque anni. Sono aperto al cambiamento. I giocatori di poker (almeno quelli che sopravvivono) devono saper adattarsi.
Come ci ha insegnato duramente il Black Friday, l’ ambiente del poker e’ in continua evoluzione, a volte ad un ritmo drastico – e sono pronto a cambiare con esso.
Ad esempio, cinque mesi fa’ non avevo mai giocato gli hyper turbo. Da allora, ho lavorato duro, letto quasi tutto il materiale rilevante sull’ argomento, e guardato tutti i video di mersenneary.
Oggigiorno, una parte notevole del mio volume e’ coperto dagli hyper da $250 (Il limite piu’ alto sul Merge Network).

 

Esiste moltissimo materiale su questo argomento ma quasi nessuno lo prende in considerazione, nonostante secondo me rappresenti il leak piu’ grande del giocatore medio, un leak che non gli consente di dare il meglio.
Il regular medio e’ in continuo miglioramento, ma queste cattive abitudini rimangono molto diffuse.
Non importa quanto il giocatore medio diventera’ strategicamente bravo, la larga maggioranza soccombera’ comunque a causa dello stile di vita che tiene.
Non lasciate che succeda anche a voi.

Buona fortuna,

HokieGreg

 

Fonte : http://forumserver.twoplustwo.com/showpost.php?p=27998296

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.