Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pocket Aces

Microlimiti – Alcune considerazioni sulla varianza negativa

Nel poker ci occupiamo di EV, il che si traduce semplicemente nel “bettare i nostri soldi quando siamo matematicamente favoriti, e non bettarli quando non lo siamo”.
Sappiamo tutti che quando ci troviamo ad essere favoriti 60/40 dovremmo vincere molti soldi alla conclusione della mano. Giusto ?

Sbagliato !

Questo concetto potrebbe sembrare molto semplice per la maggior parte di voi, ma quando si parla di edge di equity nel poker, si parla di edge molto MOLTO sottili. Quello che intendo e’ che uno dei migliori edge che potete avere nel poker (all-in preflop AA vs AK) e’ un colpo in cui siete favoriti soltanto 10:1. Questo tipo di edge ci viene offerto MOLTO raramente ad un tavolo normale.
Normalmente ci veniamo a trovare in situazioni molto piu’ sottili, ad esempio con un set contro un flush draw (un edge 3:1), oppure colpi in cui l’ avversario ha 3 outs (70:30).
Situazioni in cui si e’ favoriti al 60-65% sono comunque ottime, e sono effettivamente le piu’ comuni.

Cio’ che dovete comprendere e’ che quando siete favoriti al 70%, siete si favoriti alla vittoria, MA ripetendo la medesima situazione 100 volte, avrete in media la garanzia di perdere 30 volte.
Se prendiamo una situazione in cui siete favoriti 2:1 (un edge molto grande nel NLHE), dovrete perdere in media circa 33 volte ogni 100 mani.

Il punto e’ che se finite ai resti con un’ equity del 70%, perdete, ed iniziate immediatamente a pensare “Ero avanti, meritavo di vincere quel pot”, state seriamente delirando ed avete bisogno di comprendere a fondo che cosa significa l’ avere un edge in termini di equity.

L’ avere un vantaggio di equity in un pot non significa l’ avere il diritto di vincere il pot. Le cose non funzionano in questo modo. Un vantaggio del 60% significa che, in media, vincerete 60 volte su 100, e perderete 40 volte su 100. Si, avete capito bene, 40 volte su 100 sarete destinati, matematicamente, a perdere il pot.

Siamo sempre molto felici quando vinciamo da favoriti, ma, quando perdiamo, quante volte abbiamo pensato “beh, il 70% non e’ una garanzia di vittoria. Ogni tanto e’ giusto perdere anche questi colpi.” ?

Mai ! Diciamo piuttosto “ !%#$ 70% equity, come ho fatto a perdere ?! Wtf $%!&, runno malissimo ! ” – giusto ? Si, ho ragione. Fatevi un giro sul forum delle bad beat.

Quindi, prendete in considerazione questa nuova regola :

“L’ unico caso in cui potete essere ragionevolmente giustificati nel lamentarvi riguardo al perdere un pot in cui avevate un vantaggio di equity, e’ il caso in cui il vostro avversario era drawing dead al turn ed il dealer ha girato una sesta carta per far chiudere all’ avversario una mano migliore della vostra, nessuno ha detto nulla ed il direttore ha dichiarato che la sesta carta era regolare e non c’ era nulla che avreste potuto fare”

… oppure, piu’ realisticamente :

“Non potete lamentarvi sul perdere una specifica mano nella quale avevate un vantaggio di equity, a meno che continuiate a perdere con un vantaggio di equity anche quando la varianza matematica si e’ annullata. Dato che nessuno e’ a conoscenza di quanto il “lungo periodo” sia effettivamente lungo, non potete praticamente mai lamentarvi riguardo al perdere un colpo partendo avanti”.

Spero che questo articolo vi sia stato di aiuto nel meglio comprendere che cosa significa essere “favoriti” in una situazione all-in. Non solo a volte perdete, a volte DOVETE perdere.

Capito ? Meno lamentele e piu’ poker !

 

Fonte : http://archives1.twoplustwo.com/showflat.php?Cat=0&Number=10413550

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.