Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
vintage_chips

Perchè potete o meno farcela nel mondo del Poker (e perchè dovreste o non dovreste provarci)

“There are times when you need someone, I will be by your side. I take my chances before they pass, pass me by. There is a light that shines special for you and me. You need to look at the other side, you’ll agree. Darlin’ open your eyes. Let me show you the light. You may never find a love that’s right. Darlin’ open your eyes” – Bobby Caldwell
Restando abbastanza a lungo nel mondo del poker vi arrivera’ una grande varieta’ di odori, alcuni dei quali vi renderanno tristi, tristi per i poveri esseri che li emanano.
A volte questo vi fara’ aprire bene gli occhi al pensiero che voi, voi stessi, siete in effetti parte di questa “community”.

C’e’ in realta’ molto poco di “community” nel poker.
2+2 e’ come un dormitorio di un college senza ragazze e senza alchool, ma con tutti gli stupidi comportamenti del maschio post-adolescenziale.
Questi ed un gioco. Il poker. Il gioco che ha trasformato piu’ ragazzi “nerd-wannabe” in a-holes di Richard Dawkins e Wall Street messi assieme!

Questo e’ il mio duemillesimo post, ma vi risparmiero’ la noia e lo sbadiglio del “la mia poker-storia “.
Diro’ velocemente di essere un giocatore vincente life-time. Questo include circa 500k mani ai low stakes online di PLO, circa 20k STTs e MTTs, e circa 75k mani di cash live 1/2, 2/5, e 5/10 NL. Mi sono mantenuto giocando a poker (live e online) dal 2008 fino alla meta’ del 2010. Fine.
“Glory days, well they’ll pass you by. Glory days. In the wink of a young girls eye” – Bruce Springstein

Per quelli di voi che ancora non lo sanno (che spero siano pochi ma ho paura che in realta’ siano molti) non c’e’ gloria nel poker. 

A meno di arrivare all’ HSP o fare final table al WSOPME oppure essere il prossimo Isildur1.
Nessuna gloria. Quello che intendo per gloria e’ che nessuno nel “mondo reale” vi dara’ una pacca sulla spalla, festeggiera’, oppure si complimentera’ con voi per il fatto che riuscite a rimanere profondamente concentrati per tante ore consecutive, prendendo decisioni complesse centinaia di volte al giorno, per avere un guadagno netto di $65/h. Semplicemente non succedera’.

Avete vinto $4k ieri sera? Quindi? Le ragazze vogliono i dottori, non i giocatori di poker. I genitori vogliono ingegneri, non “grinders”. Dopo genenerazioni di condizionamento non cambieranno opinione durante tutta la vostra vita. Dimenticatevelo. Smettete di pensarci. Smettete di sperare che cambieranno idea.
A meno di essere veramente abili con i vostri soldi, diversificare i vostri investimenti ed avere un buon piano finanziario al di fuori del vostro bankroll… ma chi volete prendere in giro? Non farete niente di tutto questo.

Quindi, prima che il vuoto nel vostro curriculum si estenda ancora di piu’, potreste voler pensare seriamente a quanto a lungo pensate di poter vivere portando questo fardello.
Quanto e’ importante per voi essere rispettati dagli altri? Non siete, e non diventerete mai, l’uomo piu’ interessante del mondo per il fatto di riuscire a fare dei trick con le chips e conoscere la vera definizione di “range-merging”.

From Busto to Mo-busto…

Ora… per chi fosse interessato : Mi dispiace informarvi che non potete fare $30/hr a cash live 1/2 NL con buyin massimo di 200 e $4 di rake. Indipendentemente da quanto soft sia il tavolo.
Anche se West Indian Gary gioca tutte le sere e non riesce a foldare AQ-high per tutto il suo stack post flop. Non succedera’.
Nemmeno Phil Ivey potrebbe, anche se avesse una sidebet su di voi di $2m. Beh, forse lui ce la potrebbe fare… ma voi no.
Se pensate di essere un pro di cash 1\2 live, per favore (vi imploro) smettete.
Fate un respiro profondo, e pensate alla vostra vita per un momento. Pensate a vostra madre.
Ricordate come ha fatto del suo meglio per insegnarvi la differenza tra giusto e sbagliato.
Ricordate quando faceva due lavori e tornava a casa all’alba, sfinita e con la schiena a pezzi, solo per riuscire a dare da mangiare a voi ed a vostro fratello Derek e fare in modo che poteste andare a scuola.
Se non per voi stessi, fatelo per vostra madre. Non voleva questo per voi. Non si e’ rotta la schiena solo per fare in modo che voi poteste check-raisare Zio Willie per l’assegno della sua pensione. Siete la ragione per cui beve la sera per addormentarsi. Abbiate pieta’.
Per mancanza di un chiodo un ferro fu perso, mancando un ferro il cavallo fu perso, mancando un cavallo la battaglia fu persa, perdendo la battaglia il regno fu perso. E tutto per la perdita di un chiodo del ferro. – Proverbio Medioevale
Un po’ di semplice matematica.
Se avete un piccolo calo di concentrazione (non lo chiameremo nemmeno tilt) questo equivale ad una perdita di circa 1 buy-in ogni 5k mani, il che significa circa -2bb ogni 100 mani in meno sulla vostra winrate.
Grindando 20k mani per settimana al 100nl, questo equivale a -$20,000 all’anno!
E vi chiedete perche’ non riuscite a fare level-up.
Sottolineo che stiamo parlando di qualcosa di molto semplice, un errore ogni 6-7 ore, aprendo una mano che non dovevate aprire, oppure chiamando una 3-bet che non dovevate chiamare, perdendo successivamente lo stack.
Uno shove dettato da un piccolo tilt nel mezzo della sessione, oppure tanti piccoli errori, non identificabili singolarmente.
Ad ogni modo, basta poco. Il margine tra un giocatore molto vincente ed uno appena vincente \ appena vincente e break-even \ e’ solo quello, marginale.
Non e’ fondamentale essere scarsi a poker per non avere successo. E’ possibile, per la maggior parte, essere un buon giocatore e perdere ugualmente.
“All you old rappers tryin to advance, it’s all over now, take it like a man.” – Tupac

Il 2005 e’ andato e non tornera’. Non ci sara’ un secondo boom del poker. E’ stata un unica possibilita’. Se l’ avete mancata, l’ avete mancata.
Dal 2004 al 2006 ho giocato live 3/6 e 6/12 LHE, perche’ disponibili al casino’ vicino casa e perche’ non credevo al poker tramite internet.
Tutto il periodo in cui i giocatori che ora giocano il .02/.05 giocavano il 2/4 su Party.
Questo e’ come ho passato il mio boom del poker. E voi? Come l’avete buttato via?.

Qualsiasi cosa abbiate fatto, cari McFly, non potete tornare indietro nel tempo.
Sono veramente stufo dei grinders del 25NL che ripetono “Fatemi tornare nel 2003 con $50 ed un portatile sapendo quello che so’ ora, e da quando l’ UIEGA passera’ avro’ $500k!”.
Beh, hanno probabilmente ragione. Ma che facciano un favore a loro stessi e smettano di pensarci.
E’ peggio del dire che il vostro scopo nella vita e’ fare sesso con Mega Fox. Voglio dire, contrariamente al tornare indietro nel tempo, almeno questo e’ teoricamente possibile, e non sarete mai tanto ritardati dal pensare che questo vi sia dovuto e che vi manchi qualcosa nella vita perche’ non l’ avete raggiunto. Lasciate perdere e andate avanti.

Nel 2010, piu’ che mai, molti dei miei amici legati al poker hanno smesso di giocare.
E questi non erano scarsi; Erano per lo piu’ ex vincitori di MSNL / MSPLO.
Buoni giocatori, intelligenti e che lavoravano duro. Il problema e’ stato lo scontrarsi con la realta’ del poker al giorno d’oggi. Molti pochi giocatori diventano ricchi giocando a poker oggigiorno.
L’occasione e’ andata. Quindi, sempre piu’ spesso, ragazzi che hanno giocato per un po’, e che sono nei loro 20-30 anni, guardando al loro roll di 20k dicono “Fanculo al grindare per 1.8BB/100, cash-outo il mio roll e torno all’ universita’ a prendere il mio master”. Ed e’ la scelta giusta.
“Matter flows from place to place and momentarily comes together to be you. What ever you are, therefore, you are not the stuff of which you are made” – Steve Grand
Se siete dei vincitori life-time per 3.4BB/100 dal 25NL fino al 100NL su milioni di mani, ben per voi.
Non guadagnate comunque 3.4BB/100 ogni minuto del giorno. Quando aprite gli occhi la mattina, questo non fa parte della vostra winrate. Questo e’ il motivo per cui dovreste direttamente 9-tablare alle 8 di mattina senza nemmeno alzarvi!
Pensate ad una sessione, diciamo che aprite da SB con As7s ed il fish sul BB chiama, flop Ah7h2h, bettate, il BB chiama, Turn 5s, bettate ed il BB minraisa, andate all-in oppure chiamate, river blank ed il fish vi mostra 6h3h.
Simultaneamente su di un altro tavolo vi scontrante con AJ contro 66 su di un flop A6J.
L’onda di emozioni inizia a prendervi e non state piu’ prendendo le decisioni lucide e razionali che prendete normalmente.
Dovreste chiudere la sessione? Sono low stakes, pieni di fish! Ed avete una winrate di 3.4BB\100!
No, in questo momento non l’avete.
Tuttavia, nonostante il tilt, dovete avete abbastanza forza d’animo per dire “Nonostante la mia winrate, al momento potrei non essere vincente al gioco. Dovrei prendere una pausa finche’ non mi sono calmato. La mia winrate di 3.4BB/100 non e’ statica”. Il vostro bankroll vi ringraziera’.
“In the struggle for survival, the fittest win out at the expense of their rivals because they succeed in adapting themselves best to their environment.” – Charles Darwin

“The winner is the chef who takes the same ingredients as everyone else and produces the best results.” – Edward de Bono

“You are surrounded by simple, obvious solutions that can dramatically increase your income, power, influence and success. The problem is, you just don’t see them.” – Jay Abraham

Va bene, ho dipinto un quadro abbastanza scuro sopra, ma non fraintendetemi, sto solo farneticando sui pregiudizi comuni e le auto-illusioni degli altri, che ho assorbito in passato. 

POTETE AVERE SUCCESSO NEL POKER. Dovete solo avere un buon mindset ed essere realistici riguardo ad esso. C’e’ un certo numero di cose di cui avete bisogno :

1) L’eta’ aiuta. Essere un giocatore professionista di poker e’ molto simile ad essere una spogliarellista. Avete una finestra di tempo molto piccola per raggiungere i vostri obiettivi, e l’ eta’ e’ un nemico.
Quando arrivate, diciamo, oltre i 25 anni, molte parole, come “matrimonimo”, “figli”, “mutuo”, “pensione”, iniziano improvvisamente ad assumere significato.
Le persone intorno a voi (genitori, amici, altri…) iniziano ad aspettarsi da voi, se non l’avete ancora fatto, di “essere diventati qualcuno”, o per lo meno di essere sulla strada per raggiungere una qualche sorta di status sociale.
Quindi, se state iniziando diciamo “tardi”, dovreste prendere in considerazione altre opzioni rispetto al poker.

2) Preparazione. Tutti lo sanno, ma pochi ne tengono realmente conto : Non avete soltanto bisogno di un bankroll, avete anche bisogno di avere soldi al di fuori del vostro roll. Quanto? E’ difficile dirlo. Dipende dalla spesa mensile fissa che avete e se avete o meno dei debiti.
Dovrete comunque avere soldi al di fuori del poker da destinare al costo della vita.
L’ammontare potrebbe essere a seconda dei casi uguale o superiore al vostro bankroll.
Ignorate questa nozione a vostro rischio e pericolo. A meno ovviamente di avere 19 anni e vivere con i propri genitori o qualcosa del genere.

3) Tutto il resto : poker skills, etica del lavoro, disciplina mentale, etc… sapete il resto.

Credo quello che sto cercando di far capire in questo articolo e’ l’essere onesti.
Siate onesti con voi stessi.
Se un giorno, avendo un dialogo onesto con voi stessi, vi renderete conto che le cose non vanno come avevate pensato, ricordate, nella vita c’e’ piu’ del poker. Alla fine e’ soltanto un gioco.

 

Fonte :  http://forumserver.twoplustwo.com/showpost.php?p=23933053

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.