Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Poker Gangster

Riguardo il Tilt – Mason Malmuth

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 7, No. 2

 

L’ altra sera, giocando a poker, ho assistito ad uno dei casi piu’ estremi di tilt mai visto.
Il giocatore in questione ha iniziato a giocare praticamente ogni mano, di solito raisando o re-raisando, per poi bettare sempre ogni street fino al river.
Ovviamente, per la gioia di alcuni di noi al tavolo, ha velocemente perso molti soldi, anche se non gliene e’ importato poi molto.
Un odioso regular, seduto alla sua sinistra, e’ diventato subito il suo nuovo migliore amico, fingendosi stupito mentre il nostro hero gli ripeteva continuamente che $1 milione non significava niente per lui.

Gioco a poker da molto tempo, ed assistere ad esibizioni come questa, anche se questa e’ stata abbastanza estrema, non e’ raro. Infatti, credo ogni giocatore esperto avra’ sicuramente visto dimostrazioni di questo tipo di tilt molte volte.
La cosa piu’ importante e’ che l’ incapacita’ di controllare questo tipo di emozioni distrugge molti giocatori di poker.

Questo ci conduce a porci alcune domande, tutte correlate tra loro :

Cosa causa il tilt?
Come si puo’ controllare?
Perche’ un piccolo gruppo di giocatori estremamente forti sembra non andare mai in tilt?
E, come diventare un membro di questo gruppo se vi state sforzando di diventare un giocatore forte e vincente?

Esistono molte ragioni per cui i giocatori vanno in tilt. Non lo nego. Ogni individuo e’ (almeno) un po’ diverso dagli altri, quindi quello che segue potrebbe non essere adatto a tutti.
Credo, comunque, esista una semplice risposta applicabile alla maggior parte dei casi, una risposta che indica la strada alla soluzione.

Bene, qual e’?
La risposta e’ che la maggior parte delle persone non comprende il poker abbastanza bene, ed accadono eventi che non riescono ad essere gestiti emotivamente perche’ non anticipati in alcun modo.
Quando accadono eventi negativi non attesi, la mente tende ad andare in corto circuito ed il tilt ha inizio.

Il poker e’ un gioco governato da semplici leggi di probabilita’. E’ molto semplice calcolare la probabilita’ delle diverse mani, la probabilita’ delle possibili combinazioni di carte future, frequenze di bluff appropriate, e formule per bettare out o andare in check-raise.
A causa di questo, il gioco appare ingannevolmente semplice ai giocatori poco informati.
Questi sostengono spesso di giocare bene quanto i migliori ed indicano a volte alcuni difetti di personalita’ come la causa dei loro mediocri risultati e degli occasionali tilt.

A mio parere, questi non hanno niente a che vedere con il motivo per cui i neuroni dei loro cervelli iniziano a malfunzionare. Potrebbe essere una ragione per cui si innervosiscono leggermente di piu’, ma non la causa principale.

Per vederlo, ritorniamo alle semplici probabilita’ menzionate sopra.
Anche se ognuna, presa singolarmente, e’ relativamente semplice, a volte qualcosa di unico accade nel poker :
Queste semplici idee possono combinarsi tra loro in modi molto complessi.
Non solo questo sembra generare un numero infinito di situazioni uniche, ma molti di questi eventi possono essere totalmente inaspettati. E, se non si e’ preparati per questo, il tilt puo’ avere inizio e potete perdere il controllo, e non vi preoccuperete per niente del $1 milione (sia che lo abbiate o meno).

Prendiamo un semplice esempio.
State giocando Limit HoldEm in un pot multiway ed avete floppato top pair.
Di seguito riporto alcune delle cose alle quali pensera’ un giocatore esperto :

  1. Le chances che top pair sia la best hand.
  2. Le altre carte sul board.
  3. La dimensione del pot.
  4. Quanto e’ probabile che avversari diversi chiamino o raisino con diversi tipi di mani.
  5. Quanto e’ probabile che abbiano effettivamente queste mani.
  6. Quanto e’ probabile che qualcun altro betti se si fa check.
  7. Da dove questa bet potrebbe arrivare.
  8. L’ effetto delle carte future.
  9. Quali strategie alternative possono essere applicate e quali sono i rischi a queste correlati.
  10. La probabilita’ che un avversario giochera’ una mano in modo non consistente con la sua reale forza e molto di piu’…

Cosa invece per il giocatore meno esperto? Nella medesima situazione pensera’ spesso, “Ho la mano migliore; Quindi devo bettare e vincere piu’ soldi”.

A volte, nell’ applicare questo pensiero, scegliera’ inavvertitamente la peggiore strategia possibile, per poi scoprire che la sua mano viene frequentemente battuta, ed a volte, a caro prezzo.
Non solo vedra’ un grosso pot contenente una buona parte del suo stack andare nella direzione sbagliata, ma non ne capira’ mai il perche’.
Iniziera’ a pensare che queste cose non sembrano mai accadere ai migliori giocatori, se ne chiedera’ il motivo, e la sua mente implodera’ producendo quello che chiamiamo tilt.

All’ inizio di questo articolo ho parlato di un giocatore che ha mostrato una buona dimostrazione di tilt. Non solo ha iniziato a pensare di poter vincere con any two cards, ma effettivamente di poterlo fare con any seven cards, visto che continuava a bettare ogni volta fino al river.

Questa persona e’, secondo me, un candidato ideale per questo tipo di tilt.
Gioca a poker da relativamente poco tempo, ed avendo avuto successo in altri campi, pensa che sia relativamente semplice giocare a poker meglio di tutti gli altri.
Il suo modo di concepire il gioco da esperto probabilmente mette troppa enfasi nell’ opening round, e concetti come il provare a pensare a quello che qualcun altro potrebbe pensare gli sono completamente estranei.
A causa di questo, il potenziale tilt e’ sempre dietro l’ angolo, e scommetto lo rivedremo presto.

In conclusione, la risposta dovrebbe essere semplice.
Lavorare sempre per migliorare il proprio gioco.
Pensare alle mani che giocate, leggere e studiare i migliori libri – si, questo significa molti dei nostri libri, discutere di poker con gli altri, ed essere sempre aperti a prendere in considerazione strategie alternative.
Questo e’ il modo per impedire di perdere il controllo. Ha funzionato bene per me, e per tutti i migliori giocatori che conosco.

Se avete problemi di questo tipo, e seguite i suggerimenti precedenti, non aspettatevi di risolverli dalla sera alla mattina.
Andare in tilt puo’ essere un ostacolo difficile da superare, ed i miglioramenti dovrebbero essere lenti nel migliore dei casi.
Tuttavia, credo che per la maggior parte di voi che seguiranno questi consigli, i miglioramenti arriveranno ed il poker vi dara’ una migliore esperienza nel long run.
– Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 7, No. 2
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue74/mason-malmuth-on-tilt.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.