Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Ace King Poker

Un Modello Matematico del Tilt – Causa e Cura – Mason Malmuth – Parte 2

Seconda parte della traduzione “Un Modello Matematico del Tilt – Causa e Cura” …

Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 8


Che cosa accade tuttavia quando si verifica una discontinuita’ logica ma non riusciamo a comprendere l’ errore nella logica ? Il nostro cervello non e’ in grado di risolvere il rompicapo che gli viene presentato. Continuiamo a trovare la cosa divertente ?

Sono convinto che, piuttosto che trovare la cosa divertente, il cervello vada in corto circuito, oppure entri in un ciclo logico infinito, qualcosa di simile a quello che puo’ accadere ad un software con errori di programmazione. Questo porta a frustrazione e, in casi estremi, a decisioni irrazionali.

Recentemente, ho ricevuto un articolo dal titolo “Non e’ giusto ! : Un’ analisi qualitativa delle emozioni indotte dalle perdite e dal tilt nel poker online, di Jussi Paloma, Michael Laakasuoa, e Mikko Salmela, dell’ Universita’ di Helsinki in Finlandia.
Una delle cose evidenziate nell’ articolo indica come i giocatore tiltati spesso non dormano bene. Potrebbero questi disturbi del sonno essere causati dal ciclo logico infinito in cui il cervello rimane bloccato ?

Quando gioco a poker, nonostante cio’ che sostiene qualcuno, non vado praticamente mai in tilt.
C’ e’ pero’ un’ altra attivita’ che faccio spesso nella quale il tilt ha occasionalmente la meglio su di me. E’ il giocare a tennis, un’ attivita’ che e’ sempre stata parte della mia vita sin da ragazzo, cioe’ molto tempo fa.

Cio’ che accade e’ che, di tanto in tanto, sbaglio un facile colpo, un colpo semplicemente impossibile da sbagliare, o ne sbaglio diversi consecutivamente, colpi che non dovrei mai sbagliare, oppure non riesco a servire bene, etc. La mia mente vede queste cose come eventi impossibili.
Non esiste alcuna spiegazione logica per cui qualsiasi di queste cose possa accadere. Ho giocato troppo a lungo ed ho troppa skill per dar modo a questi eventi di verificarsi. Tuttavia accadono e si manifesta quindi un punto di discontinuita’ logica.

Tuttavia, diversamente dagli esempi umoristici presentati in precedenza, in questo caso non esiste alcuna soluzione. Non sono in grado di realizzare che un pinguino non e’ un potenziale fidanzato per una giovane ragazza anche se sembra soddisfare tutti i requisiti, che un elefante non e’ realmente dentro il pigiama di Capitan Spalding, che Mae West non si stava riferendo all’ essere gentile e ben educata, e che non dovremmo prendere a calci dei bambini per la stanza. La mia logica fallisce perche’, di nuovo, non esiste alcuna soluzione. O perlomeno questo e’ cio’ che appare.

Questo ci porta al poker. Qui credo che per molte persone si verifichi un problema analogo. Quando perdono molte mani in fila, o non riescono a compredere come i loro assi possano essere stati scoppiati, oppure hanno problemi nel gestire la bad run, si verifica di nuovo una disconnessione logica.
Per la persona in tilt, nella sua mente, gli eventi che si sono appena verificati sono semplicemente impossibili. Questo porta la sua logica ad uno stallo, il cervello entra in una sorta di ciclo infinito.

Qual e’ quindi la soluzione a tutto questo ? E’ molto semplice. Comprendere meglio il poker e la probabilita’ degli eventi che lo governano. Una volta compreso a fondo che gli assi possono essere scoppiati, che e’ estremamente probabile il perdere molte mani consecutive, e che la bad run puo’ continuare per periodi di tempo prolungati, il tilt scompare.

Vedrete spesso giocatori forti, conosciuti anche per la loro resistenza al tilt, farsi una risata dopo aver subito una pesante bad beat.
La loro mente ha la soluzione alla fine della discontinuita’. Quindi, piuttosto che elaborare l’ evento come frustrazione, vedono le chips finire nella direzione sbagliata come “un elefante nel mio pigiama”. Considerano questi eventi come divertenti, non frustranti.

D’ altra parte, sentirete occasionalmente qualche giocatore, che ha vinto uno o due tornei, affermare di non aver mai letto alcun libro sul poker. Anche se questo potrebbe essere vero, ho osservato come molti di questi giocatori vadano facilmente in tilt ed ottengano risultati scarsi nel cash game.
Non credo inoltre che i loro risultati scadenti e la carenza di studio siano una coincidenza, e sospetto che il loro tilt costante dipenda da una conoscenza incompleta del poker.

Sui forum di www.twoplustwo.com, ho scritto molte volte che una comprensione completa del gioco del poker e’ la miglior cura al tilt. Ora la maggior parte di voi puo’ comprendere il mio ragionamento dietro questa affermazione. Il tilt e’ in effetti un evento umoristico in cui la logica richiesta dalla vostra mente va in stallo. Una volta acquisite informazioni sufficienti per prevenire che la vostra mente si blocchi in un ciclo logico infinito, il tilt dovrebbe diventare soltanto un ricordo.

 

– Mason Malmuth – Two Plus Two Magazine, Vol. 9, No. 8
Fonte : http://www.twoplustwo.com/magazine/issue104/mason-malmuth-mathematical-model-tilt.php

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.