Likes Likes:  0
Pagina 1 di 6 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 102

Discussione: La bestemmia nel 2014: taboo, da evitare, appropriata o sacrosanta?

  1. #1
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito La bestemmia nel 2014: taboo, da evitare, appropriata o sacrosanta?

    Prendo spunto dall'OT nel thread di xfactor per parlare dell'argomento bestemmia.

    @MaurizioPistacchio parte con la pic di un post interessante che difende diciamo il diritto alla bestemmia, o perlomeno sottolinea come sia incredibile darle un peso significativo nella società di oggi (riposta pure se vuoi io non riesco)

    Qui @Ziigmund84 risponde con un'argomentazione che potrei definire abbastanza mainstream (almeno aneddoticamente l'ho sentita spessa, anche da persone abbastanza giovani e/o cmq da non cattolici praticanti)

    Interessante accozzaglia di argomentazioni rispetto ad un gesto (la bestemmia) che è semplicemente qualcosa di maleducato e di cattivo gusto.
    Personalmente sono più ateo che credente, ma, pur scappando pure a me ogni tanto, trovo la bestemmia una cosa abbastanza fastidiosa, così come uno che mi rutta in faccia o parla come uno scaricatore di porto.
    E tutto questo senza tirare in ballo religione, credenti, o altro


    @[Dario] complica l'argomento con un post un pò filosofico un pò postmoderno di questo tipo

    L'ho pensata così per tanto tempo, poi ho cambiato idea. La bestemmia è maleducata e di cattivo gusto in un contesto in cui occorre rispettare la resilienza storica delle idee cattoliche e il fatto che un enorme numero di persone le elegge a regole di vita. Ma onestamente non sono più disposto ad accettare che il valore di un'idea sia definita dalla sua durata temporale nella cultura di massa, né l'idea che il rispetto che si richiede agli atei nel non bestemmiare sia paritario al rispetto che quotidianamente viene offerto dai cattolici al resto del mondo. Ho superato la fase della mia vita in cui consideravo l'ateismo una scelta individuale da compiere nel pieno rispetto del credo altrui, trovo sia paradossalmente più infantile rispetto all'aperta ostilità. Essere ateo in un mondo in cui la religione è cancro inoperabile è una scelta in qualche modo politica (oltre che basata sulla logica più elementare, ma vabbè) e trovo che non ci sia nulla di male nell'essere atei in modo apertamente anti-religioso, anzi.

    Da bestemmiatore professionista ho voglia di parlarne e dato che nel thread di xfactor gli OT erano già parecchi mi è sembrato il caso di aprirne uno apposito.

    Se un numero abbondante di voi riterrà + appropriato spostarlo in sezione politica ditelo, per me è close tra di tutto di + e politica (come si legge anche nel post di dario).

    Nel post che segue per generico rispetto nei confronti di chi eventualmente dovesse deglutire male se la legge, eviterò anche nelle frasi di esempio di scrivere per esteso le bestemmie. Segue quindi la legenda:

    PD = bestemmia "base", insulto standard all'ipotetico creatore dell'universo nella teologia giudaico-cristiana

    DC = versione meno comune e imo tecnicamente non un insulto , probabilmente da molti non è considerata una bestemmia (parola combinata di due delle tre forme che assume il padre eterno nella teologia cattolica)

    PM = insulto base alla madre del figlio di dio nella mitologia cristiana; in alcune regioni gli insulti alla madre sono + frequenti che quelli al padre (toscana/umbria?) . Dalle mie parti è vista forse come una bestemmia anche peggiore, del tipo vabbeh finchè insulti il padre posso pure capirti, ma la madre che ti ha fatto è vittima anche lei degli eventi.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    Innanzitutto rispondo al concetto di cattivo gusto come descritto da ziigmund

    Interessante accozzaglia di argomentazioni rispetto ad un gesto (la bestemmia) che è semplicemente qualcosa di maleducato e di cattivo gusto.


    Conscio che buona parte di ciò che si definisce "cattivo gusto" è ovviamente soggettiva e/o strettamente dipendente da quella che è l'opinione del gruppo di cui fai parte nel momento in cui devi definire il "gusto" di un determinato atto, a mio avviso è strano ipotizzare che intercalare con parole che portano alla mente genitali e feci sia preferibile a insultare un'idea che fino a prova contraria non esiste.

    Per cui posso capire mia madre che mi dice che la bestemmia è da evitare, ma solo perchè non dice nemmeno mai cazzo, merda e roba del genere quando parla.

    Quindi NON ritengo difendibile la posizione de "la bestemmia è di cattivo gusto" se non si ritengono grossomodo allo stesso piano di cattivo gusto e quindi da evitare le "parolacce" in genere. Non so se questo è il caso di ziigmund, magari sì.

    Diciamo che l'argomentazione "la bestemmia è di cattivo gusto" non aiuta nell'analizzare se la bestemmia è SPECIALMENTE grave (come tanti sostengono).

    Personalmente sono più ateo che credente, ma, pur scappando pure a me ogni tanto, trovo la bestemmia una cosa abbastanza fastidiosa, così come uno che mi rutta in faccia o parla come uno scaricatore di porto.


    Qui zig. dice qualcosa di simile a ciò che ho chiarito sopra, ma io allargherei alle parolacce in generale, al vestirsi di stracci etc etc. Insomma nell'ipotesi che la bestemmia sia "di cattivo gusto" (e certamente in determinati contesti lo è) va solo nel calderone di centinaia di altri comportamenti, alcuni dei quali forse ancora + di cattivo gusto, "criticabili" in determinati contesti di vivere civile.

    Dario come diceva "complica" l'argomento, tirando in ballo l'ateismo e varia altra roba.

    Io non credo che bestemmiare sia un modo di dimostrare al mondo di essere ateo. In realtà i migliori bestemmiatori necessariamente devono essere almeno credenti latenti, ha + forza la bestemmia in bocca a chi dopotutto non è sicuro di essere tranquillo nel dirla diciamo. Non so se ricordate il film di forrest gump, ma l'odio verso il creatore del tenente dan (in una certa fase del film) è di certo + potente di una bestemmia pronunciata da me o da dario, o anche da una catena di bestemmie per settimane di fila dette da noi che non ci crediamo.

    Concordo con la tesi per la quale l'ateismo ha "diritto" di diventare militante, ed è forse superiore moralmente una posizione di ateo "attivo" piuttosto che ateo silenzioso che finge di rispettare l'idea che un sacco di gente (fortunatamente, almeno in europa, meno di quel che si crede in genere) creda a mitologie varie e basi varie scelte di vita anche rilevanti sulle stesse.

    Però la bestemmia mi pare un modo piuttosto grezzo di manifestare l'intenzione di deridere le religioni e di ambire a un mondo migliore in cui il pensiero religioso ha lo stesso spazio delle cronache di narnia, dei libri di harry potter, e della saga del trono di spade: ovvero mitologia anche interessante , senza risvolti pratici nella vita di tutti i giorni.

    La bestemmia per me è semplicemente interessante perchè potente, proprio perchè ancora per qualcuno ha un peso. Per questo bestemmio con piacere, perchè da contrarian inside non posso che essere soddisfatto dello scompigliare le idee di qualcuno che è rimasto imo in un'altra epoca.

    Oltre al fatto che la bestemmia classica, il PD standard, esulando dall'insulto al cristianesimo (per quanto in italia ovviamente debba essere letta in quel modo), è anche l'esclamazione + netta e concisa che conosco per lamentarsi del fato.

    Quindi io bestemmio per significare qualcosa di analogo a "mannaggia" , ma in maniera + chiara e potente; per esternare la mia insoddisfazione nei confronti del fato, della sorte, della varianza se vogliamo (Quando avversa).

    Per me la bestemmia è appropriata in casi come:

    PD non si apre il cancello. PD si è rotta la macchina del caffè. PD il titolo che pensavo salisse oggi fa -3%. PD han sempre nutz. PD mi son rotto un dito. PD è caduto un albero del vicino nel mio giardino. PD ci son infinite zanzare. PD ho perso la coincidenza all'aereoporto. etc

    Insomma tutti quegli eventi casuali e abbastanza fuori dal nostro controllo che spesso non ci fanno piacere, possono in maniera concisa venire definiti negativi se preceduti da una bestemmia.

    Notare che allo stesso modo, in caso di eventi positivi inattesi, mi capita (ovviamente molto + di rado) di esternare soddisfazione con espressioni tipo "Dio di un dio, one time!" e cose del genere. Sempre con dio come sinonimo di fato.

  3. #3
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Apr 2010
    Posts
    594
    Likes (Given)
    656
    Likes (Received)
    783

    Predefinito

    In un contesto pubblico, credo che la bestemmia sia inappropriata almeno quanto un generico "porca puttana".
    Io sinceramente tendo a giudicare di cattivo gusto tutte quelle situazioni in cui più o meno volontariamente qualcuno di appena conosciuto o di non bene conosciuto cerchi di portare subito il registro della conversazione verso una informalità non richiesta.

    E' un processo che dovrebbe per me avvenire più gradualmente e sulla base dell'approfondimento della conoscenza.

    Sono una persona molto alla mano e comprendo tutto, cioè ti faccio passare anche le bestemmie mentre parliamo, però almeno consentimi di esprimere poi un giudizio sull'inutilità del farmelo in faccia o in pubblico.
    Non sono religioso, per molti versi potrei definirmi agnostico in questo momento.

    Quello che mi secca è che una persona mediamente acculturata non riesca a trovare la lucidità di comprendere che mentre bestemmia o scade in una serie di parolacce a caso contro un muro, un monitor o altri oggetti è un pò patetica o quanto meno non tiene fede (scusate il gioco di parole) a un registro più consono a se stesso.

    Dal punto di vista "concettuale", credo che una persona che non sta interagendo con nessuno, possa fare un pò il cavolo che gli pare, quindi se vuole bestemmiare ritengo che sia proprio libera di farlo, ma la trovo una pericolosa premessa per non regolarsi in quelle situazioni in cui invece interagirà, quindi dovrebbe allenarsi di continuo a capire le situazioni da bestemmia e quelle non da bestemmia (il che richiede comunque una certa intelligenza decisionale).

    Dal punto di vista "sociale", invece, ho sempre ritenuto che alcune persone che ricoprono una "veste" di responsabilità, in ogni ambito, dall'insegnante al presidente di una società o dal padre/madre per i figli, allo zio per i nipoti o al responsabile di magazzino per un manovale, non sono solo persone ma "rappresentano qualcosa" per un altro e pertanto dovrebbero sentirsi nell'obbligo civile di migliorare l'interazione e la serenità del proprio ambiente.

    Come la vedreste una società in cui tutti hanno la parolaccia facile in ogni contesto?
    Se anche le persone mediamente acculturate cominciassero in tutte le università, scuole, famiglie, uffici e in ogni luogo?

    Io preferisco una società in cui è la persona che comincia a inveire a caso che deve vergognarsi in pubblico piuttosto che far sentire "arretrato" chi fa ancora un buon utilizzo della lingua italiana.

    edit: giusto che non creare una diatriba tra purista e vernacolare, io adoro ogni tipo di dialetto, ho più volte creduto nella mia vita che una parte così importante della vita di ogni individuo come l'interazione popolare, sia addirittura da studiare a scuola per perfezionarla e imparare anche a scrivere in lingua vernacolare. E' naturale che ritenga meno comprensibile una bestemmia proveniente da chi è abituato a frequentare ambienti dove la bestemmia non è permessa categoricamente o da chi ha una determinata estrazione culturale, mentre se sei nato in una famiglia dove tua madre bestemmia, riesco non solo a capirlo, ma anche a ritenerla una normale conseguenza.
    Ultima modifica di crazySalsero; 25-10-2014 alle 09:39

  4. #4
    Monkey Tilt L'avatar di fpolle
    Registrato il
    Dec 2010
    Posts
    1,382
    Likes (Given)
    758
    Likes (Received)
    227

    Predefinito

    Mi aggancio agli ultimi due paragrafi del post di luciom, sono 100% d'accordo con questi, per il resto personalmente le implicazioni filosofiche non mi appassionano più di tanto.
    Come imprecazione non mi da fastidio, neanche in situazioni ufficiali: esempio, domani mattina conferenza di Renzi, gli casca la penna e dice "DP mi è cascata la penna" (curioso il fatto che PD possa essere inteso come partito democratico e DC come democrazia cristiana, da qui la scelta DP), personalmente mi farei due belle risate e non ci troverei troppo da ridire.
    Invece trovo molto fastidioso, pur essendo ateo, quando sento qualcuno che bestemmia come intercalare legando ad ogni frase un DC, PD o altre.

  5. #5
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    Interessante come parecchi secoli fa qualcun altro abbia già chiarito una posizione analoga alla mia

    “Non nominare il nome di dio invano”. E’ il secondo dei dieci comandamenti che il Nostro Signore (sempre sia lodato) dettò a Mosè sul Monte Sinai. Sebbene la sua esegesi, a prima vista, sia abbastanza semplice e direi anche lineare, negli anni molti teologi di illustre fama hanno dibattuto sulla sua reale interpretazione. Soprattutto su quel termine “invano”. Berengario de’ Astolfi, ad esempio, nel suo prezioso “De rerum que facere lecitum est et de necessitate hominum loquere sine malitia sed cum introspetioni animum” (introvabile) si lambiccava sul senso opportuno del termine “vanum”, ossia dal tardo latino “vano, inutile”. La sua osservazione, in sintesi, era: se non posso nominare il nome di Dio (sempre sia lodato) invano, ossia quando non c’è ne è bisogno, significa che d’altro canto ci sono dei casi in cui è assolutamente, anzi quasi necessario nominarlo. E quali sono questi “casus” di cui parla l’Astolfi? Ma sono i casi della vita, perdio (sempre sia lodato, eh, non dimentichiamolo)! Quegli anfratti dell’esistenza in cui, per forza di cosa, Dio va nominato e anche in modo estremamente sonoro e lampante. Una martellata sul pollice mentre si sta appendendo il ritratto di zia Carolina regalatoci per Natale è un esempio eclatante.

    Breve storia della bestemmia nella letteratura mondiale | Pensierinquieti

    @crazySalsero

    Qui ci sono esempi di bestemmie in lettaratura di Joyce, Pasolini, Miller, Dacia Maraini, Oriana Fallaci

    Questa è del Belli, e credo si studi all'università:

    “Non lo sai che cos'è un'imprecazione?
    è peggio assai d'una bestemmia.
    Perché questa il Signore non la considera
    neanche una buccia di melone:
    eppoi, beato lui, sta tanto in alto
    che non gli arriva a un pelo di coglione.

    Questa è di Mark Twain

    “When angry, count four. When very angry, swear.”
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  6. #6
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    PAVIA
    Posts
    1,705
    Likes (Given)
    51
    Likes (Received)
    841

    Predefinito

    Butto li qlc pensiero:
    in linea di massima trovo che il parallelismo bestemmia = parolaccia sia abbastanza improprio: nella sua storia millenaria l'uomo ha sempre cercato un punto di riferimento, conforto etc etc nella religione: l'esistenza di un dio ha creato, in particolare nella società attuale (diciamo nei paesi open-minded), una corrente di pensiero che sembra voler a tutti i costi bilanciare l'enorme influenza totalizzante che la religione ha avuto ed ha tuttora su quelle che vengono sprezzantemente additate come "menti semplici", "anime candide" o semplicemente "bigotti".
    Premessa: non direi che sono ateo perchè ho una mia spiritualità, ma sicuro ho problemi ad identificarmi in una religione...diciamo work in progress, la faccenda mi par complessa e avrei bisogno di più tempo per riflettere e leggere sopra; in generale come tutti ho conosciuto quella massa di gente, più o meno acculturata o istruita che costituisce il core dell' "educazione cristiana", alla quale si pensa quando visualizziamo l'infastidito dalla bestemmia.
    In questo mare magnum di umanità ci sono i convinti, gli ammaestrati, le persone spiritualmente invidiabili (io uno che ci crede ed è in pace con sè stesso lo invidio, per quanto non ne capisca l'irrazionalità) etc etc...qualcuno cerca di convincermi in modo più o meno rispettoso, qualcuno è imbottito di stereotipi. E' cmq un umanità varia, che avendo all'interno anche persone degne del mio rispetto tendo a voler tutelare nelle loro convinzioni e di fronte a loro, sapendo che la bestemmia può essere fastidiosa, bypasso; il mio atto di ribellione verso la religione (o più precisamente la chiesa, anche se pure qui ci sono distinguo ma np) trovo sarebbe infantile se si limitasse a uno svilimento del genere; penso di avere altri modi per abbattere quelle che sono le incongruenze delle religioni, come sono ben conscio di non potere nulla di fronte ad una profonda spiritualità, che, anche qualora fosse ancorata ad idee indimostrabili, ha tutto il mio rispetto (obv fin quando non è lesiva della mia libertà o del mio pensiero).
    In questo senso la parolaccia è qualcosa di più superficiale, di semplicemente rozzo, mentre la bestemmia tocca un ambito dove, pur nel mio latente ateismo, c'è qualcosa di decisamente più profondo ed interessante da capire (a lvl di pensiero obv, non in assoluto nel cervello di un militante di CL); per questo ritengo sia un gesto di maleducazione, perchè semplifica qualcosa che semplice non è per nulla e contestualmente manca di rispetto a chi di fondo non mi ha fatto niente; obv la religione cristiana inquina parecchi ambiti sociali e comportamentali del mio paese ma come detto non credo di contestare qualche migliaio di anni di storia con un "pd"

  7. #7
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    in linea di massima trovo che il parallelismo bestemmia = parolaccia sia abbastanza improprio: nella sua storia millenaria l'uomo ha sempre cercato un punto di riferimento, conforto etc etc nella religione:

    Nella sua storia millenaria l'uomo ha anche sempre dovuto cercare una collocazione per i propri rifiuti autoprodotti (feci&C). Per millenni in urbano venivano gettati per strada fino a recentissimi (rispetto alla storia dell'uomo) Sviluppi che hanno portato alle fognature, al bagno in casa etc.

    Non credo che il fatto che l'uomo abbia tentato di spiegare i fenomeni della natura da sempre sia una giustificazione del fatto che oggi che siamo in grado di spiegarne una certa quantità in maniera da non necessitare dell'ipotesi di esseri invisibili ultrapotenti antropomorfici abbia ancora senso mantenere quella struttura mentale.

    il mio atto di ribellione verso la religione (o più precisamente la chiesa, anche se pure qui ci sono distinguo ma np) trovo sarebbe infantile se si limitasse a uno svilimento del genere

    Sì concordo, è quello che ho detto anche io prima. Difatti non ha senso imo giustificare la bestemmia come il redde rationem alla religione , del tipo "la religione mi ha stancato, PD".

    In questo senso la parolaccia è qualcosa di più superficiale, di semplicemente rozzo, mentre la bestemmia tocca un ambito dove, pur nel mio latente ateismo, c'è qualcosa di decisamente più profondo ed interessante da capire (a lvl di pensiero obv, non in assoluto nel cervello di un militante di CL); per questo ritengo sia un gesto di maleducazione, perchè semplifica qualcosa che semplice non è per nulla e contestualmente manca di rispetto a chi di fondo non mi ha fatto niente; obv la religione cristiana inquina parecchi ambiti sociali e comportamentali del mio paese ma come detto non credo di contestare qualche migliaio di anni di storia con un "pd"


    Il problema è che con questo TP che hai appena descritto potresti vietare anche modi di vestirsi e tatuaggi in quanto "mancano di rispetto a chi di fondo non ti ha mai fatto niente", se sai che a qualcuno danno molto fastidio perchè farli quei tatuaggi, perchè vestirti diversamente?

    Io credo che il diritto alla bestemmia libera come intercalare contro il fato sia analogo al diritto di portare minigonne o di tatuarsi quel che ti pare sul tuo corpo. Sono tutte forme di comunicazione.

    In una società in cui la libertà di vestirsi come pare e piace è considerato un valore, un miglioramento rispetto alla situazione precedente, anche il diritto a bestemmiare liberamente "tra sè e sè" dovrebbe essere visto allo stesso modo.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  8. #8
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Apr 2010
    Posts
    594
    Likes (Given)
    656
    Likes (Received)
    783

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    cut
    ho voluto premettere sul finale del mio intervento che non ne faccio un discorso dimostrativo assoluto, ma che ci siano "casi".

    Sono d'accordo sul fatto che una imprecazione o un gesto che provochi dolore a un altro siano ben peggiori della bestemmia nella mia scala di valori, ma qui non credo si debba inserire la bestemmia in una scala gerarchica o giustificarla alla luce di alcune dimostrazioni letterarie.

    In altre parole, analizzo la bestemmia in un modo soggettivo, ma a sè stante, senza paragonarla a un'altra cosa vietata o comunemente accettata come deprecabile (altrimenti perderemo il senso del thread) o senza cercare necessariamente un "permesso" a utilizzarla o meno a seconda di chi lo ha fatto nel passato.

    In sintesi, vedo la bestemmia come qualcosa di utilizzabile nella misura in cui non urti la sensibilità del tuo interlocutore e non dia un "insegnamento" induttivo a chi ti tiene a modello.
    Tra due persone che non sono nell'età della formazione e che non abbiano uno schieramento religioso preciso che preveda un Dio, si può, per me, andare anche avanti a parlare a sole bestemmie. Non viene leso nessuno.

    Se io e te ci trovassimo a parlare e tu trovassi l'occasione per bestemmiare, probabilmente ci rideremmo su.
    Ma se tra me e te ci fosse un terzo cattolico o un bambino, probabilmente ti riterrei fuori luogo e te lo farei notare.
    Ultima modifica di crazySalsero; 25-10-2014 alle 10:05

  9. #9
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    Ma se tra me e te ci fosse un terzo cattolico o un bambino, probabilmente ti riterrei fuori luogo e te lo farei notare.


    Con un cattolico capisco, ma con un bambino no.

    In altre parole, analizzo la bestemmia in un modo soggettivo, ma a sè stante, senza paragonarla a un'altra cosa vietata o comunemente accettata come deprecabile (altrimenti perderemo il senso del thread) o senza cercare necessariamente un "permesso" a utilizzarla o meno a seconda di chi lo ha fatto nel passato.


    Ok allora facciamo un esempio accademico di bestemmia potenziale che imo sarebbe davvero potente in senso positivo.

    Supponiamo che in un qualche campo di studi, per es. in macroeconomia, venga dimostrato che un determinato modello descrittivo importante ritenuto valido fino a quel momento in realtà è fantozziano.

    Ora, imo sarebbe STUPENDO se il principale economista vivente della "precedente scuola di pensiero", in un paper, o in una conferenza, o in suo libro sull'argomento scrivesse o dicesse qualcosa del tipo:

    PD mi sono sbagliato.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  10. #10
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    PAVIA
    Posts
    1,705
    Likes (Given)
    51
    Likes (Received)
    841

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Io credo che il diritto alla bestemmia libera come intercalare contro il fato sia analogo al diritto di portare minigonne o di tatuarsi quel che ti pare sul tuo corpo. Sono tutte forme di comunicazione.

    In una società in cui la libertà di vestirsi come pare e piace è considerato un valore, un miglioramento rispetto alla situazione precedente, anche il diritto a bestemmiare liberamente "tra sè e sè" dovrebbe essere visto allo stesso modo.
    Right, infatti da buon friulano in macchina se uno mi taglia la strada partono cristi volanti (poi mi chiedo bene perchè lo faccio e mi pare un gesto di un conformismo ridicolo ma vabbè); il problema è che la libertà su molti altri ambiti è libertà di autodeterminare il proprio essere e il proprio proporsi al mondo: io non sto dicendo che uno non è libero di bestemmiare, dico che se la battaglia di libertà per "proporsi al mondo liberamente per esprimere sè stessi" si riduce allo svilire beceramente un entità in cui non si crede non è che ci si fa proprio un figurone.
    Poi ripeto, vengo dalla regione in cui la bestemmia è l'intercalare per eccellenza, so benissimo che non c'è un ragionamento dietro ad ogni "pd" ma solo un meccanismo automatico quando si è incazzati, però se si vuole sdoganare la cosa come una battaglia di libertà vs i preconcetti di retaggio cristiano (o cmq religioso in generale) imo si vola alto per qualcosa di abbastanza basso.
    Le battaglie ideologiche son altre a mio parere, questo è il capriccio di un bambino in confronto
    Ultima modifica di Ziigmund84; 25-10-2014 alle 10:11

  11. #11
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Apr 2010
    Posts
    594
    Likes (Given)
    656
    Likes (Received)
    783

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Ma se tra me e te ci fosse un terzo cattolico o un bambino, probabilmente ti riterrei fuori luogo e te lo farei notare.


    Con un cattolico capisco, ma con un bambino no.
    Si presuppone che un bambino non abbia ancora un chiaro metodo di discernimento e di scelta.
    Ridicolizzare in continuazione il significato di Dio con una bestemmia, sta in parte distorcendo quello che sarà il suo approccio analitico verso il significato della vita. Lo stai inducendo involontariamente (o meno a seconda dei casi) a scegliere qualcosa di più simile alla tua scelta.
    Non lo farei, così come non risponderei in maniera secca alle sue domande esistenziali in base alle mie credenze qualora mi chiedesse il primo "perchè" religioso.


    Ok allora facciamo un esempio accademico di bestemmia potenziale che imo sarebbe davvero potente in senso positivo.

    Supponiamo che in un qualche campo di studi, per es. in macroeconomia, venga dimostrato che un determinato modello descrittivo importante ritenuto valido fino a quel momento in realtà è fantozziano.

    Ora, imo sarebbe STUPENDO se il principale economista vivente della "precedente scuola di pensiero", in un paper, o in una conferenza, o in suo libro sull'argomento scrivesse o dicesse qualcosa del tipo:

    PD mi sono sbagliato.
    Ok, qui mi hai fatto ridere di gusto.

  12. #12
    Antonius L'avatar di gimmy81
    Registrato il
    Sep 2007
    Località
    In una grotta al frEeddo e al geEeElo
    Posts
    2,022
    Likes (Given)
    1696
    Likes (Received)
    635

    Predefinito

    Io sono veneto...e se non bestemmiassi mi guarderebbero tutti storto.
    a fine match chiudiamo le porte e dichiariamo : qui nn esce nessuno se nn si apre il marsupio.


    Sui giovani d'oggi ci scatarro su

  13. #13
    Antonius L'avatar di GrandeDrago
    Registrato il
    May 2009
    Località
    Dark Side of the Moon
    Posts
    5,107
    Likes (Given)
    3355
    Likes (Received)
    1894

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    PD è caduto un albero del vicino nel mio giardino.
    Il Signore ti ha punito
    "Per chi è considerato guerriero, durante il combattimento l'annientamento del nemico deve essere l'unica preoccupazione." (Kill Bill Vol.1)
    Voli e vacanze - siti Internet di prenotazione volo hotel ecc

  14. #14
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Feb 2012
    Località
    Napoli
    Posts
    679
    Likes (Given)
    1042
    Likes (Received)
    748

    Predefinito

    Scusa una domanda da niubbo della bestemmia, lo faccio solo in tilt estremo.. Ma perchè si bestemmia dio, gesù e figure affini alla religione cristiana se comunque il bestemmiatore non crede nella sua esistenza?

  15. #15
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    io non sto dicendo che uno non è libero di bestemmiare

    Tu no ovviamente , ma mi pare di capire che ci sono persone licenziate perchè hanno bestemmiato, altri che hanno delle cause in corso (ho capito male?).

    Si presuppone che un bambino non abbia ancora un chiaro metodo di discernimento e di scelta.
    Ridicolizzare in continuazione il significato di Dio con una bestemmia, sta in parte distorcendo quello che sarà il suo approccio analitico verso il significato della vita. Lo stai inducendo involontariamente (o meno a seconda dei casi) a scegliere qualcosa di più simile alla tua scelta.
    Non lo farei, così come non risponderei in maniera secca alle sue domande esistenziali in base alle mie credenze qualora mi chiedesse il primo "perchè" religioso.


    Mi pare normale, giusto, corretto, appropriato, legittimo, un diritto inalienabile dei genitori quello di educare i propri figli secondo le proprie opinioni religiose ( o non religiose).

    Non capisco come tu possa contestare il bestemmiare vicino al proprio figlio se non contesti anche ogni forma di insegnamento religioso prima dell'età adulta.

    Credo che distorca (nel senso che hai descritto di modificare il suo futuro approccio analitico nella ricerca del significato della vita) la crescita del bimbo dal punto di vista spirituale molto di + chi lo porta a messa quando ancora non capisce molto di chi gli bestemmia di fianco, tu non credi?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  16. #16
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    Scusa una domanda da niubbo della bestemmia, lo faccio solo in tilt estremo.. Ma perchè si bestemmia dio, gesù e figure affini alla religione cristiana se comunque il bestemmiatore non crede nella sua esistenza?


    Per elementi culturali, per lo stesso motivo per cui puoi usare l'espressione "calma e gesso" anche se non hai mai giocato a biliardo, o in inglese il "follow suit" anche se non hai mai giocato a bridge.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  17. #17
    Tight Agressive
    Registrato il
    Feb 2011
    Posts
    286
    Likes (Given)
    55
    Likes (Received)
    19

    Predefinito

    lucio, cosa trovi interessante nel post pubblicato da pistacchio?
    Te lo chiedo perchè anche io la penso esattamente come zigmund.
    In pratica concordi con un tizio che ha la verità in tasca riguardo ciò che per qualunque essere umano è sconosciuto/ indimostrabile?
    Non capisco l' atteggiamento di superiorità di alcuni atei nei confronti dei credenti.
    Ad esempio io non credo nella chiesa e nemmeno nel dio inteso nel senso cristiano/islamico etc ma non mi arrogo il diritto di essere certo che ciò che penso io sia la verità assoluta e che chi crede in Gesù -personaggio storico realmente esistito e non frutto di fantasia- sia per forza un cretino.
    Cosa centrino le campane o l' inutilità di alcuni insegnanti nemmeno riesco a comprendere. Quante persone inutili esistono al mondo? L' autore di quel post è utile al mondo?
    Che senso ha mischiare al discorso inerente alla bestemmia tutto il papiro relativo alle donne che vengono umiliate dai medici e farmacisti bigotti? Non mi è chiaro neppure chi ci sia in italia -che è uno dei paesi più tolleranti al mondo- che vive un inferno a causa della religione cattolica.
    Te lo chiedo perchè sono curioso di conoscere la tua opinione e soprattutto per sapere in cosa ti trovi d' accordo con quel post.

  18. #18
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Feb 2012
    Località
    Napoli
    Posts
    679
    Likes (Given)
    1042
    Likes (Received)
    748

    Predefinito

    Ma perchè allora su cbet per chi bestemmia c'è la pena "ban"?

  19. #19
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,352
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8334

    Predefinito

    Ma perchè allora su cbet per chi bestemmia c'è la pena "ban"?


    Perchè se non ho capito male in italia è reato o cmq sanzionabile o roba del genere, e cbet rispetta le leggi anche se un admin non concorda con le stesse (non conosco la posizione degli altri 4 riguardo le bestemmie).

    Sbaglio ed è completamente legale bestemmiare in italia?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  20. #20
    Antonius L'avatar di GrandeDrago
    Registrato il
    May 2009
    Località
    Dark Side of the Moon
    Posts
    5,107
    Likes (Given)
    3355
    Likes (Received)
    1894

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Sbaglio ed è completamente legale bestemmiare in italia?
    era reato fin prima del 2010-2011, ora abolito
    "Per chi è considerato guerriero, durante il combattimento l'annientamento del nemico deve essere l'unica preoccupazione." (Kill Bill Vol.1)
    Voli e vacanze - siti Internet di prenotazione volo hotel ecc

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •