Dario Alioto, conosciuto anche con il soprannome "Ryù" nasce nel 1984 a Palermo.
Le arti marziali e i giochi di carte sono le passioni che da sempre lo hanno accompagnato.
Pratica per undici anni Judo e Lotta Libera fino all'età di vent'anni quando è costretto ad abbandonare tali discipline a causa di infortuni cronici alle spalle.
Si distingue anche per gli ottimi risultati ottenuti : nel Judo conquista la cintura nera II Dan a soli 19 anni dopo diversi titoli regionali ed essere arrivato sino alle semifinali ai campionati italiani.
Nella Lotta Libera conquista il podio ai campionati italiani per sei anni di fila, entrando in Nazionale, con la quale esordisce in Francia nel 2004, dopo i tanti ritiri passati al centro olimpico federale dall'età di sedici anni.

Dopo aver lasciato l'attività agonistica comincia ad interessarsi al Texas Hold'em scoprendone l'esistenza tramite internet nel Gennaio 2005, e di lì a poco ne fa una fonte costante di profitto.
Nel Settembre 2005, al suo primo torneo live, esordisce col botto arrivando al final table dell'Ept di Barcellona, al pari di giocatori del calibro di Patrick Antonius e Gus Hansen.
Approfitta dell'Erasmus che sta svolgendo a Budapest per farsi le ossa nei casinò locali dove è da poco scoppiata la moda del Texas Hold'Em, e, praticamente, fa scuola ai giocatori Ungheresi - nuovi al gioco - inanellando lunghe serie di sessioni positive, fino a divenire un giocatore indesiderato al tavolo.
Nell' ottobre dello stesso anno, dopo essere uscito in bolla con una terribile bad beat dall'Ept di Baden - vedendo sfumare il record tuttora vacante di due final table consecutivi all'Ept - in un monsterpot, ormai relativamente sicuro delle proprie capacità, decide di sospendere gli impegni universitari per cimentarsi a tempo pieno con il poker provando la via del professionismo.

Da allora non si è più fermato e ha inanellato una serie di risultati ineguagliati a livello internazionale.

Tra il 2007 ed il 2009 consegue ben 9 ITM alle WSOP (mondiali di poker) , di cui ben 5 final table, ed ovviamente un titolo di campione Wsope vinto a Londra.

E' stato il primo italiano a fare un final table sia all'EPT che alle WSOP e ad oggi le sue vincite in carriera ammontano a circa 1.1 Milioni di dollari.


Altri record:

Leader della European Omaha all time money list - classifica che racchiude tutti i risultati di Omaha in territorio europeo di tutti i tempi - che lo pone come il giocatore più vincente di sempre nelle varianti dell'Omaha.
Miglior giocatore di Pot limit Omaha hi ( hi-low ) delle World Series of Poker nel periodo 2007-2009 per i seguenti risultati conseguiti: 1 vittoria/braccialetto , 3 Final table e 2 In the money.
Ottavo classificato nella All time WSOP Omaha money list.

Dal 2009 è il capitano del Team Pro di Sisalpoker e puoi trovarlo regolarmente ai tavoli con il nickname: DarioAlioto

Fonte: Sisalpokerlab.it