Likes Likes:  219
Pagina 592 di 851 PrimaPrima ... 92492542582588589590591592593594595596602642692 ... UltimaUltima
Risultati da 11,821 a 11,840 di 17019

Discussione: Official situazione politica italiana attuale

  1. #11821
    Banned
    Registrato il
    May 2009
    Posts
    835
    Likes (Given)
    1
    Likes (Received)
    6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vanbred Visualizza Messaggio
    Apparte che avere la presunzione di dire "dico quello che pensano gli italiani" e' abbastanza divertente.Questa volta non per qualcosa di politico,sia chiaro,ma proprio perche' in Italia siamo 60M e se togli gli astenuti,il vostro 25-28%,o quanto sia attualmente dai sondaggi,non significa cmq dire quello che pensano gli italiani.Magari hai sbagliato ad esprimerti,ma voglio solo fartelo presente che il pensiero dei movimentariani non e' l'unico,esistono altri pensieri oltre al blog.Siamo in democrazia.La conosci,si?
    Entrando nel dettaglio dei laureati,forse hai ragione,o forse la hai proprio in gran parte.Pero' vedi,la differenza tra quelli come te e tanti altri qui dentro,e' che alcuni si chiedono perche' ci siano tanti laureati al MC piuttosto che sbraitare il laureato che lavora in un officina meccanica per dire.Anche perche' sinceramente ste tristi realta' le possiamo leggere da altre fonti + neutrali evitando vomiti propagandistici perpetrate da populisti concentrati a diffondere i prb del paese per prendere voti.
    Ma tralasciando questo,ti faccio alcune domande : secondo te di tutti quei laureati che lavorano al MC,quanti la pensano come il m5s e hanno votato no al referendum?Secondo te,di tutti quei laureati che lavorano al MC,sono tutti super sbattoni che hanno fatto di tutto per cercare di meglio o trovarsi di meglio?Secondo te di tutti quei laureati che lavorano al MC,hanno tutti scelto il proprio percorso di studi valutando il futuro dei propri sforzi,o magari sono caduti nella "trappola" laurea=realizzazione di vita a prescindere una volta conseguita?E bada bene che non sto generalizzando,come mi pare tu spesso faccia imo,perche' sicuramente ci sono persone laureate che stanno sfigando pur sbattendosi e si aggiustano come possono,ma sto dicendo che pensare che tutti i laureati che lavorano al MC siano vittime del sistema,e quindi colpa dello stato,e' una percezione sbagliata secondo me.A meno che tu pensi che un manipolo di persone,come tipo 1000 parlamentari su 60M di persone,possa decidere il futuro di 59.999 persone.Certo se fossimo nati in Libia o in Afghanistan avresti ragione,ma alla nascita abbiamo sculato l'Italia e la realta' e' diversa,a differenza di cio' che vuole farvi credere il blog.
    Capisci che e' proprio la vostra idea di risolvere tutto semplicemente facendo leggi giuste,secondo voi,che e' sbagliata?Capisci che il motore di un paese non sono quelli che gestiscono ma quelli che lavorano,inventano,sono eclettici,si sbattono?Cosa ne puo' uno stato se ci sono 50 palazzi da costruire e aprono 500 costruttori edili?Cosa ne puo' uno stato se,esempio,il settore del pane e' in crisi,e domani aprono 100 panetterie?

    In Italia se non conosci nessuno anche se laureato difficilmente trovi un buon lavoro,i giovani che vanno via dall'Italia ogni anno sono oltre 150.000 circa e tra di loro ci sono tanti Laureati ricercatori gente preparata insomma,perche' dico questo in Italia non esiste la meritocrazia e lo si vede dai ministri che abbiamo senza una adeguata preparazione,Poletti ministro del lavoro un perito agrario che si permette di dire che alcuni giovani che emigrano meglio non averli tra i piedi pero' suo figlio prende soldi pubblici 500k per un giornale che forse legge solo lui,una ministra della sanita' la Lorenzin con un diploma scientifico mentre se devi fare l'infermiere ci vuole la laurea in scienze infermieristiche,la ministra dell'istruzione con neanche un diploma finito una triennale ma stiamo scherzando?ecco perche' l'81% dei giovani fino ai 34 anni ha votato no al referendum perche' voleva mandare a casa questo governo non sentendosi tutelati minimamente.Riepilogando se vuoi fare un concorso pubblico hai decine di raccomandati che ti passano davanti magari con una preparazione scolastica inferiore,se vuoi metterti in proprio con la tassazione attuale e la burocrazia asfissiante hai il 50% di probabilita' di chiudere entro 2 anni ed il 75% di chiudere entro i 5 anni (tutti dati verificabili con Google),anche se riesci a trovare un lavoro difficile che si prenda piu' di 1200 euro all'inizio ma si viaggia al di sotto,se con uno stipendio cosi piccolo ci devi pagare 500 euro di affitto,200-300 per mangiare,altre 200 per mantenere un'auto + le bollette hai gia finito i soldi e una famiglia come fai a fartela?la pensione se va bene i giovani la prenderanno a 70-75 anni,di conseguenza matrimoni dimezzati e figli pochi,con questo scenario il paese e' destinato a collassare perche' in futuro si avranno sempre piu' anziani sempre piu' pensioni da pagare e pochi lavoratori perche' il ricambio generazionale sara' dimezzato e le pensioni chi le paghera'?i migranti come vogliono farci credere?

    Ultima modifica di spider76; 15-01-2017 alle 11:14

  2. #11822
    Banned
    Registrato il
    May 2009
    Posts
    835
    Likes (Given)
    1
    Likes (Received)
    6

    Predefinito

    Mentre si parla di Grillo, con la perdita della A dalle agenzie di rating con il Pd
    Le nostre banche dovranno finanziarsi versando un collaterale stimato in 6 volte tanto
    Dal 1.5 al 9% circa una trentina di miliardi.

    L'ennesima mazzata sui denti grazie ad un governo di incapaci.

    Un avvitamento finanziario infinito

    E parlano degli altri.

    Un'altra trentina di miliardi appena abbiamo finito di contare gli altri 20 per mps,con questi soldi si potevano fare non 1 ma ben 2 redditi di cittadinanza.
    Ultima modifica di spider76; 15-01-2017 alle 11:41

  3. #11823
    Tight Agressive L'avatar di __Lord__
    Registrato il
    Feb 2011
    Posts
    470
    Likes (Given)
    214
    Likes (Received)
    262

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    se scindi tra banche in difficoltà e banche "sane" credo che la risposta alla tua domanda sia più che ovvia... Laddove un asset della grandezza di mps viene gestito da un governo solido che con tutta probabilità vincendo il referendum regge fino al 2018 e probabilmente vince a mani basse le elezioni successive si parla di 2+5 anni di politiche di palese "supporto" alla causa.

    Con la vittoria del no è ovvio che viene a mancare una sostanziale colonna che rendeva l'investimento +Ev.
    È vero che con la vittoria del no viene a mancare una colonna che rendeva l'investimento fattibile, ma imo non per le ragioni che lascia intendere gio1.

    Imo se le ragioni di gio1 sono giuste tutto il comparto le deve scontare, poi magari mps fa meno infinito e altre banche perdono meno.

    Secondo me l'adc governo+jpmorgan salta perché è stato voluto da renzi e le coperture politiche le garantiva renzi, non padoan per dire, che era di tutt'altro avviso. Renzi vuole quel piano non perché sia il migliore , ma perché è quello che a lui garantisce il minore contraccolpo politico...

    Per dire a Siena non prendono nemmeno in considerazione il piano di passera, viola cacciato perché osa porre dubbi sulle commissioni che prende jpmorgan sull'aumento di capitale...

  4. #11824
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Jan 2010
    Posts
    835
    Likes (Given)
    69
    Likes (Received)
    69

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spider76 Visualizza Messaggio
    Mentre si parla di Grillo, con la perdita della A dalle agenzie di rating con il Pd
    Le nostre banche dovranno finanziarsi versando un collaterale stimato in 6 volte tanto
    Dal 1.5 al 9% circa una trentina di miliardi.

    L'ennesima mazzata sui denti grazie ad un governo di incapaci.

    Un avvitamento finanziario infinito

    E parlano degli altri.

    Un'altra trentina di miliardi appena abbiamo finito di contare gli altri 20 per mps,con questi soldi si potevano fare non 1 ma ben 2 redditi di cittadinanza.
    beh si qual'è la soluzione del m5s? che un giorno chiede la nazionalizzazione del mps ed il giorno dopo grida allo scandalo se lo stato interviene? tanto per capire quale sarebbe la linea.

  5. #11825
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gi01 Visualizza Messaggio
    Non fraintendermi, non reputo sia terribile. Lo è, imho, in Italia.

    Troppa gente che non fa un cazzo di base, abbiamo la spesa pubblica più elevata tra i paesi evoluti - figli di 50 anni di DC, certamente, ma che nessuno riesce a toccare perché "porta voti". Ed infatti l'unico cretino che ha cercato di abbassare la spesa (Renzi) è inviso a determinati comparti politici che sul fancazzismo ci costruiscono la campagna elettorale.

    Perdonami in anticipo, so di stare peccando di qualunquismo, ma ho difficoltà a fare un discorso lungo e comprensibile via forum sull'argomento.

    Penso che il RdC non sarebbe in assoluto né brutto né sbagliato, ma qui difficilmente produrrebbe risultati; ci sono troppe altre cose su cui agire prima per "semplificare" la vita a lavoratori ed imprese (tipo l'articolo 18 su cui la CGIL vuole tornare indietro di 60 anni, un grosso lavoro sulle pensioni, eliminare 2000 regole e regolette inutili).
    Che poi, gli eventuali vantaggi del RdC sarebbero elisi dall'aumentare della burocrazia che il M5S vuole in qualsiasi cosa.

    Cioè, c'è gente che sulle giurie popolari potrebbe campare una vita, non so se è chiaro.
    C'è una frattura orrenda nella società italiana dovuta a welfare ineguale e assurdo, per il quale determinate porzioni (anche abbondanti) della popolazione sono coperte adeguatamente (alcuni pure troppo ma ci si focalizza troppo su quelli imho) e altri talmente poco, o niente, da creare problemi sociali troppo elevati (e da portare propensione al voto populista).

    Il rdc è l'unico strumento ragionevole per sanare quella lacuna orrenda per la quale se il bisognoso è in età da lavoro e non è stato dipendente di aziende medio-grandi è massacrato.

    Ok , la naspi è stata una soluzione decente per gestire stagionali, e lavoratori a singhiozzo in genere.

    Ma ci sono donne abbandonate dal marito (con o senza figli), e in generale persone sotto media di produttività e di capacità di collocarsi nel mondo del lavoro non necessariamente per loro colpa che sono lasciate senza rete, nella speranza che la famiglia provveda. Questo crea ineguaglianze surreali tra chi ha parenti anche solo decenti (non serve ricchezza importante) e chi non li ha.

    Aggiungici che per i richiedenti asilo (per trattati internazionali e nostra incapacità di fare in fretta) spendiamo comunque (per persona) somme considerevoli e ci sta che un pezzo di popolazione stia impazzedo all'idea di pagare tasse abbondanti e non avere rete solida di copertura di stato se qualcosa va male, o se sei un cittadino di certe fette della popolazione (perlo+ anagrafiche).

    Il rdc fixerebbe tutto questo in un colpo solo, riducendo di molto la pulsione populista, sia quella anti-sistema (ti senti molto + parte della partita se ti arriva un assegno per quanto modesto) sia quella anti-immigrato (che ovviamente è esagerata in modo grottesco ma che ha un fondo di verità, nei termini del welfare).

    Se la pulsione populista viene calmierata a valori attorno al 10-15% questo consente alla politica di essere stabile e di governare con decenza senza dover rincorrere il voto di teste di cazzo varie illuse da sirene varie.

    Il tutto a prezzo relativamente modico, dato che ovviamente il rdc andrebbe fatto in sostituzione di buona parte del welfare esistente, e dato che il moltiplicatore keynesiano del rdc è decisamente alto, ergo genererebbe pure pil (ma non è quello il motivo principale per cui lo fai, dato che l'esigenza keynesiana c'è solo nella corrente carenza di domanda e tu stai creando questo rdc strutturalmente, senza intenzione di toglierlo quando/se si tornasse a piena occupazione) e si ripagherebbe in buona parte negli anni in termini di maggior gettito.

    Se lo fai bene non produce particolare "fancazzismo". I test in merito sono tanti, e 400-500 euro al mese non fanno stare a casa gente produttiva. Magari li fanno essere + selettivi nella scelta del lavoro e non è detto che questo sia un male. Magari in tanti (imo tantissmi) con rdc farebbero lavori anche pagati poco che però piacciono loro moltissimo. Non è affatto detto che questo sia un danno per l'economia e la società, anzi. Ovviamente devi a tutti i costi evitare di creare le cd. poverty trap, ovvero non è che rdc 400 euro se lavori per altri 400 eur devi prendere meno di 800 totali, quello come spiegato 100 volte deve essere chiaro. NON INTEGRAZIONE AL REDDITO.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  6. #11826
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spider76 Visualizza Messaggio
    In Italia se non conosci nessuno anche se laureato difficilmente trovi un buon lavoro,i giovani che vanno via dall'Italia ogni anno sono oltre 150.000 circa e tra di loro ci sono tanti Laureati ricercatori gente preparata insomma,perche' dico questo in Italia non esiste la meritocrazia e lo si vede dai ministri che abbiamo senza una adeguata preparazione,Poletti ministro del lavoro un perito agrario che si permette di dire che alcuni giovani che emigrano meglio non averli tra i piedi pero' suo figlio prende soldi pubblici 500k per un giornale che forse legge solo lui,una ministra della sanita' la Lorenzin con un diploma scientifico mentre se devi fare l'infermiere ci vuole la laurea in scienze infermieristiche,la ministra dell'istruzione con neanche un diploma finito una triennale ma stiamo scherzando?ecco perche' l'81% dei giovani fino ai 34 anni ha votato no al referendum perche' voleva mandare a casa questo governo non sentendosi tutelati minimamente.Riepilogando se vuoi fare un concorso pubblico hai decine di raccomandati che ti passano davanti magari con una preparazione scolastica inferiore,se vuoi metterti in proprio con la tassazione attuale e la burocrazia asfissiante hai il 50% di probabilita' di chiudere entro 2 anni ed il 75% di chiudere entro i 5 anni (tutti dati verificabili con Google),anche se riesci a trovare un lavoro difficile che si prenda piu' di 1200 euro all'inizio ma si viaggia al di sotto,se con uno stipendio cosi piccolo ci devi pagare 500 euro di affitto,200-300 per mangiare,altre 200 per mantenere un'auto + le bollette hai gia finito i soldi e una famiglia come fai a fartela?la pensione se va bene i giovani la prenderanno a 70-75 anni,di conseguenza matrimoni dimezzati e figli pochi,con questo scenario il paese e' destinato a collassare perche' in futuro si avranno sempre piu' anziani sempre piu' pensioni da pagare e pochi lavoratori perche' il ricambio generazionale sara' dimezzato e le pensioni chi le paghera'?i migranti come vogliono farci credere?

    Il discorso delle "conoscenze" è meno rilevante oggi di 20 anni fa, ci sono meno posti di lavoro da assegnare, il pubblico assume col contagocce da tempo.

    Nel privato con lo sciaquone della crisi chi assume cugini e amici degli amici a caso è spesso andato schienato, specialmente se medio-piccolo.

    I grandi gruppi assumono in media poco, e quelli che lo fanno sono di solito sopra media e assumono in base alla skill anche perchè l'offerta di skillati disposti a lavorare per cifre che altrove sarebbero considerati imbarazzanti è enorme, quindi trovi gente in gamba pagandola poco.

    I giovani che vanno via dall'italia non sono 150k l'anno.

    Fuga dei giovani dall'Italia, nel 2015 via in 40mila - Repubblica.it

    L'anno scorso sono emigrate 107k persone. 40k tra i 18 e i 34 anni. La metà over 50, non so se ti è chiaro.

    Metà degli italiani che sono andati ad abitare all'estero nel 2015 sono over 50.

    I "giovani", se tra loro vuoi contare anche chi ha tra i 34 e 49 anni (lol), emigrati nel 2015 sono stati circa 55k.

    Possibile che la sostanziale totalità dei dati che riporti sia completamente inventata?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  7. #11827
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spider76 Visualizza Messaggio
    Mentre si parla di Grillo, con la perdita della A dalle agenzie di rating con il Pd
    Le nostre banche dovranno finanziarsi versando un collaterale stimato in 6 volte tanto
    Dal 1.5 al 9% circa una trentina di miliardi.

    L'ennesima mazzata sui denti grazie ad un governo di incapaci.

    Un avvitamento finanziario infinito

    E parlano degli altri.

    Un'altra trentina di miliardi appena abbiamo finito di contare gli altri 20 per mps,con questi soldi si potevano fare non 1 ma ben 2 redditi di cittadinanza.
    Non credo tu abbia chiaro cos'è quel 1.5% vs 9%, cos'è un margine, cos'è un'operazione di repo, e il perchè non sono 30 miliardi e non c'entrano nulla con i 20 miliardi stanziati per il sistema bancario (non solo per mps).

    Con 20 miliardi non so che intendi col fare 2 redditi di cittadinanza. Forse per 1 anno. Concordo che il costo sarebbe circa 1% del pil, non di +, e che potrebbe essere meno alnetto degli effetti di quel che ti torna di gettito e crescita etc. Però OGNI SINGOLO ANNO, non una tantum.

    Sei riuscito a fare una serie di errori logici imponente in un post di 8 righe:

    1) Parlare di margini senza sapere di cosa si tratta

    2) Confondere la liquidità ottenibili con prestito a garanzia reale con il "finanziarsi"

    3) Dare la colpa al governo del downgrade quando il motivo principale indicato sono le poche riforme, e il governo è quello che + ha spinto per le riforme con le opposizioni tutte contrarie (m5s vuole abolire la fornero e reintrodurre art 18)

    4) Confondere i maggiori margini richiesti a garanzia se chiedi liquidità dando un btp con il capitale proprio di una banca

    5) Confondere una spesa una tantum con una spesa annuale in termini di bilancio dello stato

    Come fai?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  8. #11828
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lid Visualizza Messaggio
    beh si qual'è la soluzione del m5s? che un giorno chiede la nazionalizzazione del mps ed il giorno dopo grida allo scandalo se lo stato interviene? tanto per capire quale sarebbe la linea.
    La linea è "quel che fa il governo è sbagliato" e il popolo applaude.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  9. #11829
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Riguardo qatar/mps/voto al referendum:

    Mps, Qatar e fondi Usa aspettano il voto - La Stampa

    il 2 dicembre il qatar era lì in attesa di mettere i soldi.

    Si è votato no e si è ritirato.

    Questo è incontrovertibile e innegabile.

    I motivi? si può ipotizzare in vario modo.

    Visto che per l'appunto dopo il referendum comunque le altre banche non sono andate male, dev'essere qualcosa di specifico legato alla caduta di renzi e al salvataggio, nel dettaglio di mps.

    In sostanza senza renzi evidentemente mancava la certezza di cosa avrebbe deciso il governo (mica si sapeva che avremmo avuto in fretta un governo decente).

    La questione "la banca è marcia nessuno mettrebbe i soldi" è ridicola perchè si parlava di metterli mentre gli NPL venivano tutti ripuliti e assegnati alla bad bank.

    Insomma è veramente imbarazzante sostenere che non ci sia stao un collegamento diretto tra il voto NO e la fuga dei qatari.

    Detto questo non ritengo chi ha votato NO un nemico della nazione o altro, come già detto i motivi per il NO c'erano e i rischi erano inferiori per il paese di quanto i pro-SI (non io però) ipotizzassero.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  10. #11830
    Monkey Tilt L'avatar di accionnato
    Registrato il
    Mar 2010
    Località
    monte argentario / siena
    Posts
    1,613
    Likes (Given)
    1523
    Likes (Received)
    536

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gi01 Visualizza Messaggio
    Non fraintendermi, non reputo sia terribile. Lo è, imho, in Italia.

    Troppa gente che non fa un cazzo di base, abbiamo la spesa pubblica più elevata tra i paesi evoluti - figli di 50 anni di DC, certamente, ma che nessuno riesce a toccare perché "porta voti". Ed infatti l'unico cretino che ha cercato di abbassare la spesa (Renzi) è inviso a determinati comparti politici che sul fancazzismo ci costruiscono la campagna elettorale.

    Perdonami in anticipo, so di stare peccando di qualunquismo, ma ho difficoltà a fare un discorso lungo e comprensibile via forum sull'argomento.

    Penso che il RdC non sarebbe in assoluto né brutto né sbagliato, ma qui difficilmente produrrebbe risultati; ci sono troppe altre cose su cui agire prima per "semplificare" la vita a lavoratori ed imprese (tipo l'articolo 18 su cui la CGIL vuole tornare indietro di 60 anni, un grosso lavoro sulle pensioni, eliminare 2000 regole e regolette inutili).
    Che poi, gli eventuali vantaggi del RdC sarebbero elisi dall'aumentare della burocrazia che il M5S vuole in qualsiasi cosa.

    Cioè, c'è gente che sulle giurie popolari potrebbe campare una vita, non so se è chiaro.
    IMho Le tue perplessità sn condivisibili e nn ti nascondo che le ho anch'io, però i pro sn più dei contro. Certo nn più istituirlo trovando solo le coperture finanziarie come dice la propaganda. Prima devi attuare una serie "riforme" che riducano le speculazioni, quindi deve essere un obbiettivo da attuare a lungo termine.
    Infine pensa alle conseguenze se riuscisse ad introdurre il Rdc una forza politica diversa dal movimento 5s
    "Sono monarchico papalino ma non sono bigotto e moralista" cit

  11. #11831
    Cbet VIP User L'avatar di Gi01
    Registrato il
    Feb 2008
    Località
    Mezza Italia e Malta
    Posts
    6,047
    Likes (Given)
    211
    Likes (Received)
    887

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da accionnato Visualizza Messaggio
    IMho Le tue perplessità sn condivisibili e nn ti nascondo che le ho anch'io, però i pro sn più dei contro. Certo nn più istituirlo trovando solo le coperture finanziarie come dice la propaganda. Prima devi attuare una serie "riforme" che riducano le speculazioni, quindi deve essere un obbiettivo da attuare a lungo termine.
    Infine pensa alle conseguenze se riuscisse ad introdurre il Rdc una forza politica diversa dal movimento 5s
    Guarda la soluzione Luciom dove il RdC sostituisce il Welfare è interessante, ma imho ancora più complessa. Perché la gente non sa gestire i soldi, purtroppo - finirebbe i soldi in un niente e non avrebbe in alcun modo accesso a determinati servizi che ad oggi sono di riffa o di raffa coperti dallo stato (di cui la quasi totalità degli italiani non si rende conto).

    Purtroppo, dopo tanti anni a pensarci, l'evidenza che ho è che la gente meno pensi, meno potere decisionale abbia, meglio sia. Perché a meno che non sia molto competente in materia, farà sempre una serie di scelte talmente sub-ottimali da mandare in pappa qualsiasi previsione.

    Io ho difficoltà a pensare a gente come i pentastellini che ricevono 500€ e NON ricevono più servizi dallo stato. Una % inquietante li butterebbe nel cesso nelle prime 24 o, ancora più verosimile, li spenderebbe dietro qualche idiota che gli dice di metterli in quella particolare attività o in qualche studio antisciechimiche, e al giorno 2 del mese non avrebbero più soldi per alcunché. Darebbe via ad una spirale autodistruttiva.

    La verità è che la stragrande maggioranza degli adulti, se messa in condizione di fare solo il proprio lavoro e spendere i soldi come vuole solo per gli extra, ottimizzerebbe meglio lo spending a livello globale.
    Ma qui torniamo all'attuale problema di lavoro che spesso non c'è, di gente che reputa sia giusto non fare un cazzo, di persone che in base a cosa c'è scritto su un blog decidono cosa sia giusto per le prossime 24 ore. Gente come questo fringuello che non capisce che il rating abbassato a BBB è prospettico ed è molto più legato ai timori sui 5 stelle che sul lavoro del governo. Gente che reputa che la gestione di uno stato sia tipo un bancariello dove si vendono bibite, che ragionamenti su anni e cicli economici non sanno manco cosa siano.

    Cioè, come ne esci ne esci, il RdC ad ora mi sembra inattuabile. La spirale populista può fermarsi solo quando sarà evidente che avrà schiantato l'Italia. Solo che allora ci saremo fatti male tutti. Abbiamo superato 20 anni di Berlusconi, che era il populismo 1.0, con le ossa rotte. Come credi che usciremmo da anni di governi Di Maio?

    Certo, abbiamo l'Euro e l'EU che ci possono salvare. Ma saremmo a tutti gli effetti uno stato di Serie C, manco B. Che belle prospettive dove crescere figli...
    Se proprio hai bisogno di dirmi qualcosa, contattami su https://www.facebook.com/giuliogi01

  12. #11832
    Monkey Tilt L'avatar di fpolle
    Registrato il
    Dec 2010
    Posts
    1,382
    Likes (Given)
    758
    Likes (Received)
    227

    Predefinito

    Vado OT rispetto agli ultimi argomenti per suggerirvi una bellissima puntata di otto e mezzo.

    Si tratta della puntata di ieri sera, ospiti Amartya Sen, Giannino ed un editorialista del Corriere della Sera. Si parla ad ampio raggio di economia, Europa ed euro e politica italiana ed internazionale.

    Otto e Mezzo Sabato

  13. #11833
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gi01 Visualizza Messaggio
    Guarda la soluzione Luciom dove il RdC sostituisce il Welfare è interessante, ma imho ancora più complessa. Perché la gente non sa gestire i soldi, purtroppo - finirebbe i soldi in un niente e non avrebbe in alcun modo accesso a determinati servizi che ad oggi sono di riffa o di raffa coperti dallo stato (di cui la quasi totalità degli italiani non si rende conto).

    Purtroppo, dopo tanti anni a pensarci, l'evidenza che ho è che la gente meno pensi, meno potere decisionale abbia, meglio sia. Perché a meno che non sia molto competente in materia, farà sempre una serie di scelte talmente sub-ottimali da mandare in pappa qualsiasi previsione.

    Io ho difficoltà a pensare a gente come i pentastellini che ricevono 500€ e NON ricevono più servizi dallo stato. Una % inquietante li butterebbe nel cesso nelle prime 24 o, ancora più verosimile, li spenderebbe dietro qualche idiota che gli dice di metterli in quella particolare attività o in qualche studio antisciechimiche, e al giorno 2 del mese non avrebbero più soldi per alcunché. Darebbe via ad una spirale autodistruttiva.

    La verità è che la stragrande maggioranza degli adulti, se messa in condizione di fare solo il proprio lavoro e spendere i soldi come vuole solo per gli extra, ottimizzerebbe meglio lo spending a livello globale.
    Ma qui torniamo all'attuale problema di lavoro che spesso non c'è, di gente che reputa sia giusto non fare un cazzo, di persone che in base a cosa c'è scritto su un blog decidono cosa sia giusto per le prossime 24 ore. Gente come questo fringuello che non capisce che il rating abbassato a BBB è prospettico ed è molto più legato ai timori sui 5 stelle che sul lavoro del governo. Gente che reputa che la gestione di uno stato sia tipo un bancariello dove si vendono bibite, che ragionamenti su anni e cicli economici non sanno manco cosa siano.

    Cioè, come ne esci ne esci, il RdC ad ora mi sembra inattuabile. La spirale populista può fermarsi solo quando sarà evidente che avrà schiantato l'Italia. Solo che allora ci saremo fatti male tutti. Abbiamo superato 20 anni di Berlusconi, che era il populismo 1.0, con le ossa rotte. Come credi che usciremmo da anni di governi Di Maio?

    Certo, abbiamo l'Euro e l'EU che ci possono salvare. Ma saremmo a tutti gli effetti uno stato di Serie C, manco B. Che belle prospettive dove crescere figli...
    Quando parlo di sostituzione al welfare esistente intendo al welfare, non a ogni forma di spesa pubblica. Pensioni (previdenziali) e sanità sono forme di assicurazione di stato (con parziale aspetto redistributivo ma non primario), non intendo modificare quelle granchè con l'introduzione del rdc.

    Quello che vai a togliere sono:

    1) case popolari
    2) tutte le forme di aiuti in caso di ISEE molto basso (cd. "mean tested" benefits)
    3) moblilità e CI, almeno per la porzione equivalente al rdc (la mobilità diventa rdc + naspi, CI speriamo venga abolita)
    4) pensioni sociali, minime e simili

    Agli invalidi non dai soldi ma + servizi, dato che quello non è mean tested, è "a chi ha chiaro e trasparente bisogno ulteriore aiuto a risolvere il bisogno". Questo se hai /puoi dare di +, altrimenti rdc come agli altri.

    Pensa al punto 4) e alla chiave politica eccezionale: post introduzione del rdc, se il politicante di turno vuole dare un colpetto al rialzo alle pensioni minime perchè poverini gli anziani etc... DEVE ALZARE LA PAGHETTA DI TUTTI. Paese unito. Niente figli e figliastri. Il problema de "paga pantalone" rimane ma quello c'è già adesso. Almeno sani in parte la frattura intergenerazionale e il dramma assoluto per i non-età-pensionabile che non hanno pensionati in famiglia.

    Le tue obiezioni noi pro-UBI (universal basic income) le abbiamo lette in tutte le salse + e + volte. So che nel tuo caso sei in buonafede ma il tema "ah se li sputtanano" è universale nella critica al welfare ai poveri e universalmente smentito da tonnellate di paper.

    Qui la banca mondiale che ti risponde

    Do the Poor Waste Transfers on Booze and Cigarettes? No | Impact Evaluations

    Meta ricerca sulle decine di paper che provano a studiare il fenomeno "se diamo soldi ai poveri li sputtanano?"

    Risposta secca, onesta, diretta, no. C'è tutta la metodologia, tutto spiegato nel dettaglio tecnico etc etc.

    Ripeto so che sei in buona fede ma il "se diamo soldi ai poveri se li sputtanano" è proprio classico nazi-neoliberalismo 101 smentito empiricamente da tonnellate di ricerca.

    Cioè io capisco quando la gente contesta il "neoliberismo" (attribuendo ad esso tesi non sue), perchè c'è una sovrapposizione imponente (ma non totale, io per dire non ne sono vittima) tra molti ideali neoliberisti e molti ideali austeriani/dolore/tema responsabilità reso eccessivo in modo grottesco (nel bene e nel male)/ etc etc.

    Pensaci un secondo e pensa a quanto NON liberale è pensare che "se diamo soldi ai poveri se li sputtanano e siamo da capo". E' aprire la porta allo statalismo "lo stato sa meglio di te cosa ti serve".

    Se non vale per chi fa impresa non vale nemmeno per chi fa fatica a riempire il frigo pensaci.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  14. #11834
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da accionnato Visualizza Messaggio
    IMho Le tue perplessità sn condivisibili e nn ti nascondo che le ho anch'io, però i pro sn più dei contro. Certo nn più istituirlo trovando solo le coperture finanziarie come dice la propaganda. Prima devi attuare una serie "riforme" che riducano le speculazioni, quindi deve essere un obbiettivo da attuare a lungo termine.
    Infine pensa alle conseguenze se riuscisse ad introdurre il Rdc una forza politica diversa dal movimento 5s
    Che intendi con "speculazioni"? il rdc sarebbe la forma di welfare meno soggetta a giravolte strane, dato che li dai a tutti.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  15. #11835
    Monkey Tilt L'avatar di accionnato
    Registrato il
    Mar 2010
    Località
    monte argentario / siena
    Posts
    1,613
    Likes (Given)
    1523
    Likes (Received)
    536

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Che intendi con "speculazioni"? il rdc sarebbe la forma di welfare meno soggetta a giravolte strane, dato che li dai a tutti.
    sorry mi sn espresso malissimo. ho usato proprio un termine che nn centrava nulla con quello che volevo dire .
    imo Prima di istituire il rdc , oltre ad avere le coperture finanziarie, dovrebbero mettere in atto una serie di strumenti per evitare che lo prenda chi nn ne abbia diritto.
    "Sono monarchico papalino ma non sono bigotto e moralista" cit

  16. #11836
    Scandinavian LAG L'avatar di anconanera
    Registrato il
    May 2009
    Posts
    666
    Likes (Given)
    100
    Likes (Received)
    283

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Allora mi sa che non ho chiare le posizioni della tua parte, se mi dici che grosse spese per la difesa e per le FdO non sono un pilastro della vostra parte politica è evidente che non ci ho capito un cazzo.
    Forse qui può aiutarti un po', lo spoilerizzo perché magari non a tutti interessa, ma siccome è la terza volta che mi dici "non Ti capisco", forse può aiutarti per capire il tp e l'approccio.

    Spoiler:

    L’ottocento è morto.
    Il novecento è morto.
    Noi invece ci sentiamo benissimo.
    Duemilaenove: della destra e della sinistra non si hanno più notizie precise, e quello che sappiamo non ci piace.
    Nessuno dei problemi fondamentali dell’epoca presente è “di destra” o “di sinistra”.
    E nessuna delle soluzioni possibili lo è.
    E’ un nodo di Gordio inestricabile e chi tira le funi da una parte o dall'altra non fa che aumentare l’ingarbugliamento.
    Vince il parlarsi addosso, si diventa incapaci di produrre senso tramite il linguaggio. Occorre allora l’emergere di una prospettiva nuova, di una rottura epistemologica, di un cambio di paradigma; cortocircuitare il linguaggio dominante in un caos fecondo dal quale sorga qualcosa di mai visto e mai sentito.
    Quelli che tirano a destra e quelli che tirano a sinistra non scioglieranno mai il nodo ma si daranno anzi man forte per stringerlo ancor più.
    Occorre un gesto estremo che spezzi la corda. Al centro. Dall’alto.
    Occorre essere spada.
    Oggi, le menti, i cuori, i corpi di chi vuole aggredire la modernità e vivere il presente da protagonista ripudiano, disprezzano e deridono i gusci vuoti della politica politicata.
    Non è una trovata buffonesca, una fisima intellettualoide, un provocazione virtuale.
    E’ un percorso vissuto, è un’esigenza della carne.
    E’ un vitale bisogno di aria.
    Più accettiamo le definizione imposte da altri, meno percepiamo la sensazione di essere realmente politica.
    Alla destra non perdoniamo di aver parlato d’ordine e di averlo confuso con compiti da nettezza urbana e bassa sbirraglia.
    Alla sinistra non perdoniamo di aver sollevato le masse contro il potere solo per meglio insediarsi in quest’ultimo.
    Al centro non perdoniamo niente, e basta.
    Ciò che un tempo era semiparalisi mentale, oggi è coma profondo.

    Sia allora spietata la nostra compassione.
    Basta con destra e sinistra, sorga l’Estremocentroalto.

    Estremo
    Ciò che è radicale, ciò che va alla radice ed è a sua volta radicato.
    Una visione della vita senza attenuazioni, senza finzioni, senza alibi.
    L’azione come fonte del sublime, il grido a piena voce come modalità d’espressione prediletta.
    Distendere i concetti fino allo spasimo per evitare che si attorciglino su se stessi.
    L’esatto opposto dell'estremismo, fossilizzazione puramente verbale di un ribellismo adolescenziale tanto chiassoso quanto sterile.
    Si è estremi nel senso qui indicato quando si sanno far convivere la grandiosità dei fini, la risolutezza nei mezzi, lo stile delle espressioni e la forza tranquilla come tenuta etica generale.

    Centro
    L’attestarsi su di una posizione regale e sovrana al di là degli opposti sbandamenti, l’importanza di una centralità politica, sociale, culturale, esistenziale.
    Un centro che non è palude; il segmento politico degli opportunisti, degli ignavi, dei vili, degli indecisi, il luogo dove si affonda, dove non ci può essere fondazione, habitat naturale per il cosiddetto “centrismo” politico.
    Essere al centro significa essere lì dove realmente accadono le cose, là dove passa lo spirito del mondo a cavallo, lontano dalle periferie e dai ghetti.
    Chi non ha autocentratura cerca rifugio nel decentramento rispetto alla società per paura di “contaminazioni” con l’altro da sé. Si mette in un angolo e recita la propria perdente apologia, rassicurato della sua purezza.
    Chi invece è centrato in se stesso può rivendicare una centralità nel mondo e nella contemporaneità, parlando con tutti e parlando di tutto, sperimentando ogni linguaggio e mantenendo fermo il cardine anche se la porta sbatte.

    Alto
    Il senso della verticalità, di un approccio al mondo che passa per la politica delle tre “e”:

    etica,

    epica,

    estetica.

    Al trionfo della chiacchiera, della curiosità, e dell’equivoco, bisogna contrapporre con l’esempio l’abitudine del coraggio, la bellezza della schiena diritta, l’esistenza come ascesa.
    Riscoprire un senso della nobiltà e della dignità in ogni aspetto del quotidiano, disprezzare il “così fan tutti”, ritrovare una dimensione alta della politica.
    Dall’alto, si osserva il basso mantenendo la distanza e vedendo le cose in prospettiva, studiando il terreno per l’attacco.

    L’Estremocentroalto non si sente figlio o orfano di qualcuno.
    Non apriamo corsie preferenziali per chicchessia e non vogliamo consumare alcuna vendetta.
    Non viviamo di luce riflessa.
    La saldezza in noi stessi ci permette di rapportarci senza pregiudizio all’altro – qualunque altro.
    E, soprattutto, vogliamo con forza l’unità dell’unica area che conta: il popolo italiano.
    L’Estremocentroalto fugge le autorassicurazioni identitarie, equivalente politico della triviale esibizione di virilità tipica degli eunuchi.
    La nostra identità politica è sparata in avanti come un proiettile.

    L’Estremocentroalto ha molti nemici con un solo nome: Reazione.
    La Reazione è una dimensione dello spirito che ha una sua genealogia interiore.
    I meccanismi interni che determinano i comportamenti votati all’utilità e all’autoconservazione sono reattivi.
    Quelli votati alla conquista sono invece attivi.
    Attivo: affermare se stessi con innocenza, al di là del bene e del male.
    Reattivo: non riuscire ad agire con innocenza, sperimentare il macigno della colpevolezza che blocca la libertà d’azione.
    Re-azione è l’eco dell’azione che torna costantemente indietro, è il rancore che, non trovando una valvola di sfogo, si sedimenta, fermenta e crea infezione. E’ il sentimento che non riesce a dispiegarsi e diventa ri-sentimento.
    La Reazione è gelosia invidiosa.
    L’Estremocentroalto è amore disperato.
    In definitiva: combattere senza compassione alcuna il clericalismo, il moralismo, il passatismo, l’avarizia, la viltà, l’egoismo, le piagnucolerie, i complessi, le paranoie, i settarismi, gli “appelli alla vigilanza”, lo scandalismo a buon mercato, la nostalgia del bel tempo antico, gli interessi di parte che prevalgono sul tutto, i cattivi maestri e i discepoli sguaiati.

    L’Estremocentroalto non ha una “ideologia”.
    Chi si avventura in una foresta sconosciuta aprendo un varco tra la fitta vegetazione e tracciando una via non ha alcuna mappa con sé. Ha solo una bussola con dei punti cardinali, il resto è tutto da costruire.
    I nostri punti cardinali, le nostre uniche certezze::
    l’esuberanza è la suprema delle virtù
    la banalità è il peggiore dei crimini
    tutto sempre deve essere perdonato ai giovani
    donare è sempre conquistare
    chi dice “ieri” e “anti” ha sempre torto
    Il resto è conseguenza.

    L'Estremocentroalto schifa le ideologie e non possiede la verità.
    E' però portatore di uno stile. Lo stile è superiore alla verità, poiché reca in sé la prova dell’esistenza.
    Nella contrapposizione fra “estetizzazione della politica” e “politicizzazione dell’arte”, noi ci schieriamo per l’Artecrazia, risposta sovversiva e creatrice, vitalista e vivace al dominio dell’inaudita bruttezza.
    I tradizionali mezzi e linguaggi della politica vanno sovvertiti, rovesciati.
    Serve un nuova politica a colpi di colore.
    Artecrazia, non significa voler portare la politica nell’arte.
    Significa fondere le due cose; concepire la politica sub specie artis.
    Significa fare della propria comunità di riferimento un’opera d’arte da costruire.
    Fondare città, avere un’idea estetica del proprio futuro e del proprio popolo.
    Significa ancora, essere capaci di parlare un linguaggio che sia di per sé mobilitante, che scuota le coscienze e gli animi, che porti al risveglio di energie ancestrali.
    Si coltivino simboli, si ragioni da artista.
    Ci si rapporti al mondo sempre in una chiave figurativa, si tocchino le corde dell’“immaginale”, dimensione naturalmente orgiastica, addensatrice d’anime.
    La rivoluzione si fa con le rose rosse.
    Si fa con il marmo bianco.

    L'Estremocentroalto auspica un modello di stato basato sull'idea politica, la nostra idea politica, che prevede un massimo di libertà unita ad un massimo di responsabilità.
    Un'idea ed una comunità sempre in bilico tra imperium e anarchia, un sentimento del mondo che non concepisce alcun ordine sociale al di fuori di un ordine lirico.
    Una visione che rifiuta il grigiore burocratico della città-caserma tanto quanto l’attrazione morbosa per l’informe, per il deforme, per i maleducati dello spirito.
    Un'idea politica che disprezza le cosche, le oligarchie, le caste, le sette e le lobby e che immagina, per ogni stato degno di questo nome, la partecipazione per base, la decisione per altezza e la selezione per profondità.
    Sogniamo una massa ridivenuta popolo, una comunità autocosciente che partecipa consapevolmente al proprio destino.
    Non è un programma.
    E’ una promessa.
    Una vita,una possibilità...

  17. #11837
    Tight Agressive L'avatar di Scibor79
    Registrato il
    Mar 2009
    Posts
    371
    Likes (Given)
    9
    Likes (Received)
    10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da accionnato Visualizza Messaggio
    sorry mi sn espresso malissimo. ho usato proprio un termine che nn centrava nulla con quello che volevo dire .
    imo Prima di istituire il rdc , oltre ad avere le coperture finanziarie, dovrebbero mettere in atto una serie di strumenti per evitare che lo prenda chi nn ne abbia diritto.
    il rdc come lo propone Luciom lo prendono TUTTI! Indipendentemente dal reddito e dalla posizione economica. È questa la differenza sostanziale con la proposta del m5s.
    ...era un mondo adulto...si sbagliava da professionisti...(cit.)

  18. #11838
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da accionnato Visualizza Messaggio
    sorry mi sn espresso malissimo. ho usato proprio un termine che nn centrava nulla con quello che volevo dire .
    imo Prima di istituire il rdc , oltre ad avere le coperture finanziarie, dovrebbero mettere in atto una serie di strumenti per evitare che lo prenda chi nn ne abbia diritto.
    Pensavo che la mia proposta fosse chiara.

    Il rdc come lo intendo io, e come lo intende la maggioranza dei pro-UBI di cui leggo interventi etc, è un tot di soldi l'anno al 100% dei cittadini residenti.

    Ci sono solo pochissimi correttivi da applicarsi a questo principio di base, anche perchè è assolutamente indispensabile che la procedura sia il + semplice possibile dato che uno dei vantaggi chiave del rdc così ipotizzato è falcidiare la burocrazia, gli organismi di controllo, e in generale l'apparato parassitario della spesa pubblica che brucia ricchezza per redistribuire.

    I correttivi potenzialmente discussi sui quali i dettagli ottimali non sono ovvi sono:

    1) Se/quanto ridurre la cifra per i minorenni, e/o in base alla dimensione del nucleo famigliare (la seconda crea opportunità di truffa quindi probabilmente da evitare)

    2) Se/quanto estendere la platea ai non cittadini (l'ipotesi + ragionevole è mettere 5 anni consecutivi di residenza fiscale come parametro per l'ottenimento del rdc, tranne che per gli under 5 ovviamente).

    3) Se farlo come somma positiva o come credito d'imposta poi compensato. Tendo a preferire la prima perchè pragmaticamente + pulita anche se "gonfia" artificialmente i parametri di spesa pubblica.

    Cerco di semplificarti il + possibile il modello per farti capire perchè per me è cristallino in testa ma evidentemente non lo è per voi che mi leggete quindi non mi sono spiegato bene.

    Immagina di semplificare il codice fiscale avend una soglia di esenzione irpef = per tutti i residenti a 5k euro l'anno.

    Ora immagina che per il 100% dei residenti di 18+ anni lo stato dia 5000 euro l'anno a testa (dopo chiarisco **** per i minori c'è un filo di complessità in +).
    Quindi tu "inizi l'anno" con 5000 di reddito esentasse.

    Da lì qualunque tuo ulteriore reddito va a sommarsi , tassato con aliquote progressive simili alle attuali, un pò + alte per far pari dei 5000 euro dopo un "break even point" da decidere.

    Per capirci attorno a quelli che ora sono 1200, o 1400, 1500 euro al mese netti in tasca (qualcosa del genere), che abbiano introdotto il rdc nn ti cambia niente.

    Un pò + sopra paghi un filo di tasse in + (top 20% dei contribuenti alzi un filo le tasse).

    Quindi se tu prima prendevi 0 al mese ora hai 400 euro al mese.

    Se tu prima prendevi 900 al mese ora avrai qualcosa come 1150-1200 al mese (netti). Questo perchè sul tuo lordo da lavoro di bho, 14-15k , paghi un filo + tasse di prima perchè fa cumulo con i 5k di rdc, ci siamo?

    Se prendevi 5k l'anno su cui non pagavi niente, ora ha un lordo d 10k su cui pagherai bho 1k, o 1500 di tasse, quindi hai 8500-9000 netti l'anno.

    Pensionati vedono tramutarsi parte della pensione (tutta se minima) in rdc, non diventa addato per loro.

    Ovvero pensionato con la minima, diventa rdc e fine.

    Pensionato a 700-800 netti al mese, diventa rdc + 200-300 quel che è al mese di "pensione componenet previdenziale (ovvero legata a contributi versati)".

    Invalidità viene assorbita nel rdc; eventualmente in alcuni casi ti danno beni/servizi gratuiti legati all'invalidità (puoi cmq pagare la carrozzina dell'invalido fisico etc a parte, come spesa sanitaria).

    Naspi diventa rdc + componente naspi extra. Cioè se di naspi tis petta 700, prendirdc + 250 o quel che è per fare 700.

    CI e case popolari vengono abolite, con phase out per le case popolari (vendita).

    Tutte le esenzioni / riduzioni legate all'ISEE vengono abolite.

    Tutte le detrazioni legate a famigliari a carico vengono abolite.

    Il carico fiscale in capo agli stranieri rimane lo stesso ma loro non prendno il rdc se non residenti di lungo/lunghissimo corso. Quindi si risolve una volta per tutte la polemica anti-immigrato, dato che diventa netto e chiaro a tutti che sono di serie b (trattati da ospiti ma non da famigliari) fino a che non dimsotrano di poter diventare parte della nostra comunità in senso pieno dopo esserselo guadagnato.
    (ovviamente legato a questo puoi a quel punto aprire le frontiere dato che ogni straniero che lavora diventa in modo evidente anche ai razzisti super+ev per i cittadini italiani).

    **** per i minori: ca. 3k l'anno (se per maggiorenni è ca 5k l'anno) ai genitori con aumento soglia d'esenzione corrispondente. Quindi 1 genitore da solo con 1 figlio prende 8k e ha esenzione sui primi 8k. Due genitori con 1 figlio prendono 6.5 k , esentati i primi 6.5k .

    Note:

    1) come spiegato è assolutamente essenziale la semplicità

    2) NON deve assolutamente essere parametrato al costo della vita. Il rdc è proprio un modo per rianimare le zone povere del paese (tra le tante cose), la gente che ora vive con fatica estrema dove la vita è cara con redditi bassi deve poter tornare dove la vita costa meno e magari integrare con miseri redditi extra ma vivendo come viveva prima dove era caro, con però il beneficio di maggior scelta (e di tornare al luogo d'origine se lo desidera)

    3) Puoi eliminare la minimum wage contrattuale se esiste il rdc. A quel punto anche 3 euro l'ora non possono mai essere visti come "schiavismo" o altre menate. Dato che lavorare non è + indispensabile per sopravvivere. Liberi l'iniziativa in settori in cu ila gente , per arrotondare, è disposta a lavorare per molto poco perchè le piace l'attività.

    4) PEr fare i conti di quanto costa non basta fermarsi all'esborso iniziale. Cioè ovviamente il calcolo NON è tot milioni di adulti *5k + tot milioni di minori *3k l'anno. Tanti già prendevano soldi che ora dai = con altro nome. Tagli molti costi distributivi perchè la struttura necessaria ad erogare il rdc è + snella di quella necessaria ad erogare servizi ad hoc che richiedono regole varie (es. togliere tutte le riduzioni/esenzioni ISEE quante ore/uomo/anno di burocrazia rimuove?).

    Poi c'è tutto l'effetto di moltiplicatore keynesiano, specialmente se lo introduci a deficit (ma anche se non lo fai). Se introdotto a deficit il moltiplicatore è diretto e di impatto notevole. Se è tutto in sostituzone di vecchie forme di spese + nuove tasse, comunque hai maggiore effetto per il pil in quanto il moltiplicatore di soldi in mano a redditi bassi è + alto sia dei soldi che stai togliendo ai benestanti (pochi non tanti) sia delle altre dazioni precedenti offuscate da manipolazioni, truffe , e in generale che non entrano nel pil per bene (come le case popolari, le false invalidità etc etc).

    5) tra i tanti e vari effetti positivi, introdurre il rdc porta alla finanziarizzazione del 100% degli adulti cittadini residenti. Governo (tramite poste) ti fa conto gratis (sovvenzionando le banche con sgravi fiscali e garantendo i depositi etc) sul quale ti accredita il rdc.

    6) Lo stato a quel punto ha una "manopola" incredibilmente efficiente e potente per agire in modo keynesiano (che signiifca anche RIDUZIONE della spesa quando l'economia tira). Le cose vanno male, alzi rdc, le cose vanno bene, lo tieni congelato senza aumentarlo quanto l'inflazione. C'è boom con inflazione sopra il 2% che devi tenere a bada puoi ridurlo anche un pelo in senso nominale. Fa anche da "automatic stabilizer" in caso di crisi: aumenta la spesa pubblica in proporzione al pil in automatico se pil cala perchè rdc rimane quello e il gettito invece è calato. Ovviamente questo aspetto c'è già con salari pubblici e pensioni ma generalizzato all'intera comunità evita le ingiustizie viste post 2007, con pensionati e dipendenti pubblici che la crisi oggettivamente non l'hanno sentita mentre gli autonomi hanno pagato con esportazione di organi vari e fluidi corporei.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  19. #11839
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,467
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8387

    Predefinito

    @spider76

    Testo: 0932 GMT The increased haircut on Italian government bonds pledged as collateral with the European Central Bank, following the sovereign's downgrade to BBB (high) last week, should be "immaterial" for Italian banks, says UniCredit. Assuming an average increase on the Italian haircut to 7.3% and given that Italian banks' funding at the ECB stands at around EUR200 billion with 32% collateralized by government bonds, the extra collateral that they need to pledge is a bit less than EUR5 billion. (tasos.vossos@wsj.com, @tasosvos)
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  20. #11840
    Monkey Tilt L'avatar di Bilardojoe
    Registrato il
    Feb 2008
    Posts
    1,445
    Likes (Given)
    1167
    Likes (Received)
    1985

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    CI e case popolari vengono abolite, con phase out per le case popolari (vendita).
    Very nice post, grazie. Unica domanda sul quotato: logisticamente come pensi di affrontare quella fase? Perchè a me sembra tendente all'impossibile
    "Cheap leader è colui (o colei, in questo caso) che alla fine della giornata detiene il numero più alto di fish"

    "Mario u can't play poker like Minieri and bluff like Berlusconi"

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 5 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 5 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •