Likes Likes:  219
Pagina 695 di 851 PrimaPrima ... 195595645685691692693694695696697698699705745795 ... UltimaUltima
Risultati da 13,881 a 13,900 di 17019

Discussione: Official situazione politica italiana attuale

  1. #13881
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Posts
    7,041
    Likes (Given)
    240
    Likes (Received)
    1574

    Predefinito

    adpocalipse è un fenomeno ben preciso in cui n-mila aziende han chiesto ed ottenuto da yt di piazzare i propri spot (per cui pagano) in determinati video piuttosto che in altri.

    se sei coca cola non vuoi dare i soldi al creatore di analisi geopolitiche, bensì allo youtuber che fa cagatelle che vanno in tendenza o diventano virali.

    facebook per adesso banna, demonetizza o fa pagare infinito determinate campagne solo ai più scemi del mondo. terra piatta ad esempio costa moltissimo come keyword perchè se proprio vuoi mettere in giro robe clamorosamente dannose per l'evoluzione dell'uomo, lo devi fare anche a costo di breakkare o addirittura smenarci soldi.

    Che internet non sia libero è proprio una roba che non sta nè in cielo nè in terra (piatta). E' semplicemente FINITO o stanno provando ad ammazzare il meccanismo per cui era troppo conveniente inventare merda per exploitare il sistema a spese della cultura.

    I terrapiattisti esistono ancora e spammano contenuti nei loro gruppi. Ora però i big money dai ritardati li fanno solo vendendo libri e facendo convegni a pagamento che da spammare, diventano ben presto rotture di maroni che anche gli adepti iniziano a contestare (lo so perchè in un paio di gruppi ci sono anch'io).
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  2. #13882
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,492
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8398

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ilPIKARO91 Visualizza Messaggio
    Obv so benissimo le scelte editoriali dei media.
    Io mi riferivo soprattutto ad internet, riguardo colossi come YT, FB, Google, etc. i quali recentemente hanno dato inizio a una enorme campagna censoria di una valanga di canali e siti di informazione indipendente, etichettandoli come fake news, quindi inutili e dannosi.
    Nessuno infastidiva nessuno e nessuno cercava di attirare l'attenzione della massa: erano canali per chi li voleva ascoltare, ovvero pochissimi.

    Uno dei motivi del successo di internet è stato proprio quello della libertà di espressione: però è ovvio che se ti tagliano fuori dai siti più clickati (e che esercitano una vera e propria egemonia) è come non esistere più.

    In tv, giornali, radio vuoi controllare quello che viene detto? no problem!
    Il problema è che adesso pure internet non è più libero ! Ed è sconcertante!

    Per te è può sembrare corretto, per me no.
    D'altronde tu consideri il PD i "meno peggio", io sui nostri politici in generale ho idee un po' diverse...
    FB, google, YT non sono "internet". Sono enormi luoghi DENTRO internet, ma non sono internet.

    Non si capisce perchè tu pensi che un enorme luogo privato debba necessariamente essere governato con la regola del "liberi tutti". Non si capisce perchè dai 0 valore alla libertà di tutti gli altri di non essere disturbati.

    Nei luoghi pubblici devono esserci delle regole che ne limitano l'uso. Nei luoghi privati dipende dalla tua morale, nel senso che c'è chi vuole che le regole le decidano solo i proprietari di quei luoghi, chi, se quei luoghi hanno funzione pubblica, vuole che le regole vengano decise anche dal pubblico.

    Ma non si capisce la posizione del "nessuna regola". Anche perchè è una posizione che non c'è mai stata. Ci son sempre state parecchie regole, ora ne stanno implementando altre.

    Quando scrivi "nessuno infastidiva nessuno" riguardo specialmente facebook e twitter non hai idea di quel che scrivi.

    PRESUMO che tu sia d'accordo se youtube impedisce ai terroristi islamici di reclutare, cioè se cancella video di propaganda pro-ISIS e banna gli account che li caricano. PRESUMO che tu sia d'accordo se youtube impedisce la pubblicazione di video pedopornografici.

    Quindi PRESUMO (correggimi se sbaglio) che anche tu sia d'accordo che c'è una soglia per la quale determinato materiale non deve avere libera circolazione e anzi è doveroso lavorare per limitarne la circolazione. Cioè presumo che tu concordi con il fatto che può esistere, ed esiste, materiale tossico che è compito un pò di tutti espellere dal sistema, dal pool delle idee condivise.

    QUINDI, se è vero che sei d'accordo con la rimozione del materiale pedopornografico, con la rimozione della propaganda pro-terrorismo a scopo di reclutamento, ALLORA non puoi ergerti a moralmente superiore che chiede un'internet "perfettamente libera".

    ALLORA diventa SOLO una questione di DOVE METTERE LA SOGLIA, molto meno "aulica" come questione no? cioè stiamo già ora censurando dei contenuti in modo attivo e siamo d'accordo nel farlo, si vuole ampliare il range dei contenuti censurati, e qui si discute di quanto e come farlo.

    Quindi NON è una lotta tra chi è pro censura e chi è contro censura, siamo TUTTI a favore di qualche tipo di censura ed è SOLO una lotta su cosa è meritevole di censura e cosa no.

    E quindi il piedistallo del "noi siamo per la libertà di espressione" NON LO PUOI OCCUPARE, salvo che tu sia a favore della libera pubblicazione di video di terroristi che ti spiegano nel dettaglio come arruolarti in ISIS.

    Nel caso tu sia a favore della pubblicazione di materiale pedopornografico o di materiale di arruolamento di ISIS apro volentieri una parentesi per discutere della validità morale di quella posizione.

    Ah nota che l'argomento "eh no non vale , perchè quelli sono reati" NON LO PUOI USARE, perchè nell'afghanistan talebano non era reato essere talebano, e se uploado il video da una nave nell'oceano non mi si applica la giurisdizione di alcuno stato. Inoltre l'argomento "sono reati" non credo ti andrebbe bene lo stesso perchè giustifica in iran la censura al materiale omosessuale dato che essere omosessuali in iran è reato.

    Quindi spiegami, sei a favore o contro la pubblicazione su pagine di FB, o su youtube , di materiale atto al reclutamento attivo di miliziani nelle file dell'ISIS? se sei contro, sei un censuratore, ed è SOLO una questione di cosa è giusto censurare e cosa no, e quindi non puoi usare l'argomento del "io sono contro la censura".

    Se sei a favore parliamone.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  3. #13883
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Posts
    667
    Likes (Given)
    31
    Likes (Received)
    19

  4. #13884
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jun 2010
    Posts
    1,839
    Likes (Given)
    974
    Likes (Received)
    943

    Predefinito

    Caruccio il REI(reddito d'inclusione conto la poverta' assoluta) come e' stato scritto in gazzetta ufficiale.L'avete letta?
    I requisiti principali,oltre a quelli della possessione,sono :


    -Avere a carico un minorenne.
    Quindi la tua poverta' assoluta viene spostata da un figlio 17enne o da un 18enne e un giorno.

    -Persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore.
    Non ho capito bene qui.Ma forse intendono che se vivi da solo e sei disabile auto o semi sufficiente,te la pigli in culo.Un po' come dirti che,dato che sei in grado di vivere abbastanza da solo,cazzi tuoi allora ce la fai.

    -Donna in stato di gravidanza accertata (se questo è l’unico requisito la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto).
    Questa e' epica eh.Ancora porti l'ecografia falsa e ti inventi una finta gravidanza dopo 10 piatti di cotiche e fagioli.

    -Un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.
    Per requisiti specifici,qui intendono la stessa causale per rientrare nell'APE Social;e cioè solo per licenziamento,anche collettivo,dimissioni per giusta causa.Altra stortura.
    Ultima modifica di vanbred; 19-10-2017 alle 01:18

  5. #13885
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,492
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8398

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vanbred Visualizza Messaggio
    Caruccio il REI(reddito d'inclusione conto la poverta' assoluta) come e' stato scritto in gazzetta ufficiale.L'avete letta?
    I requisiti principali,oltre a quelli della possessione,sono :


    -Avere a carico un minorenne.
    Quindi la tua poverta' assoluta viene spostata da un figlio 17enne o da un 18enne e un giorno.

    -Persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore.
    Non ho capito bene qui.Ma forse intendono che se vivi da solo e sei disabile auto o semi sufficiente,te la pigli in culo.Un po' come dirti che,dato che sei in grado di vivere abbastanza da solo,cazzi tuoi allora ce la fai.

    -Donna in stato di gravidanza accertata (se questo è l’unico requisito la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto).
    Questa e' epica eh.Ancora porti l'ecografia falsa e ti inventi una finta gravidanza dopo 10 piatti di cotiche e fagioli.

    -Un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.
    Per requisiti specifici,qui intendono la stessa causale per rientrare nell'APE Social;e cioè solo per licenziamento,anche collettivo,dimissioni per giusta causa.Altra stortura.
    I benefit mean tested, cioè quelli a cui accedi a seconda di determinati elementi, sono sempre problematici ma non mi sembra che in questo caso i problemi siano superiori alla norma.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  6. #13886
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jun 2010
    Posts
    1,839
    Likes (Given)
    974
    Likes (Received)
    943

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    I benefit mean tested, cioè quelli a cui accedi a seconda di determinati elementi, sono sempre problematici ma non mi sembra che in questo caso i problemi siano superiori alla norma.
    Questi benefit sono problematici e le storture immagino siano difficili da evitare,questo e' vero e lo comprendo.Piu' che altro ho scritto quel post perche' credo che chi studia i requisiti per l'accesso ad alcuni welfare,non ha molta idea di come provare a creare meno storture e studiare meglio le norme .Ti ricordi quando scrissi il post sul paletto dell'APE social(quello riproposto sul REI sul licenziamento degli over 55) e tu mi rispondesti "Vedila come un minifix per gli esodati"?Ho letto i dati : 66k domande presentate,e rifiutate oltre 2 su 3(mi pare il 68% e qualcosa).Quello che mi aveva lasciato perplesso fin dall'inizio,e' che non riuscivo a capire come facevano a mettere un paletto del genere dopo otto salvaguardie fatte per gli esodati.A me pareva abbastanza chiaro che poi i rifiuti erano in una cifra spropositata,se vuoi continuare a fare rientrare solo gli esodati.E quanti esodati ci sono ancora in giro per l'Italia dopo otto salvaguardie?Pochi ovviamente.
    E ora nella legge di bilancio pare che renderanno + flessibili i termini di accesso,chiedendo all'INPS di rivalutare tutte le domande rifiutate
    E ho un presentimento che il REI faccia la stessa fine con i fondi messi a disposizione,anche se non cosi' eclatante.

    edit: vedi anche la normativa sull'APE volontaria(che e' a discrezione di ognuno).Anche li qualcosa di messo a caso,secondo me.Minimo 20 anni di contributi,eta' 63 anni,ma la pensione(al netto della rata da pagare alla banca)non deve essere meno di una certa cifra;mi pare di 700€ e rotti.Ma quale 63enne con meno di 30+ anni di contributi,pagando la rata, gli rimane + di 700€ per rientrare nella riforma?Rimane Il 99% di quelli che non la chiederanno perche' hanno accumulato contributi sopra la media con uno stipendio sopra la media,ovviamente.
    Ultima modifica di vanbred; 20-10-2017 alle 23:32

  7. #13887
    Tight Agressive L'avatar di agnellina
    Registrato il
    May 2013
    Località
    Bessarabia
    Posts
    402
    Likes (Given)
    7
    Likes (Received)
    11

    Predefinito

    Referendum Lombardia e Veneto

    Intervista al mio Maestro, il Professor Bertolissi, che non è leghista.
    Ha scritto, tra l'altro, L’autonomia finanziaria regionale(che ha ispirato la mia in confronto modesta tesi di laurea) nel 1983, cioè in tempi non sospetti!

    http://www.venetosviluppo.it/alfresc...LISSI_2017.pdf


    Caro Professore, come dar torto alle sue sempre lucidissime argomentazioni.
    Domani vado a votare SI' in Veneto, almeno gli rompiamo il caxxo e non ci tagliamo l'uccexxo per far dispetto alla moglie!




    «È la corte a dirlo Il referendum può cambiare Roma» - Veneto - Il Giornale di Vicenza

    PADOVA. Ha difeso la Regione in tutte e tre le battaglie davanti alla Corte costituzionale per l’autonomia, nelle diverse stagioni politiche venete. E oggi il prof. Mario Bertolissi, costituzionalista padovano, non ha dubbi: c’è un’occasione storica per i veneti.

    Già nel ’92 la Regione chiese di poter avere un’autonomia speciale, e la Lega era minoritaria rispetto ai vecchi partiti. Dove ha le radici questa battaglia?
    -Le radici stanno nelle differenze che esistono, e che sono ai confini della regione stessa, riferibili al Friuli V. G. e Trentino Alto A. Perché al di là di tutti i discorsi volti a caratterizzare una formazione politica rispetto a un’altra, ci sono dati oggettivi che esistono da sempre. Il tutto si è acuito con la crisi.

    È la differenza con Trento e Trieste a fare la questione veneta?
    -Se si guarda alla spesa pubblica regionalizzata, conteggiando quello che viene speso da tutte le pubbliche amministrazioni, si vedono differenze enormi tra quello che viene speso in Veneto per ogni cittadino rispetto a loro. E cito dati della Ragioneria dello Stato, così evitiamo dubbi. L’ultima indagine è del 2016: la spesa per cittadino in Alto Adige è di 8964 euro, in Trentino è 7638, in Friuli 5203 e in Veneto solo 2741 euro.

    Cioè metà del Friuli, addirittura un terzo delle altre.
    -Esatto: la differenza non è di 10 o 20 euro. E se si moltiplica per tutti, e anno dopo anno, sono cifre sbalorditive. Si capisce bene che qui non c’entra la Lega o altri partiti: queste differenze erano state poste da sempre, perché identificavano un problema oggettivo che incide sulle condizioni di vita dei cittadini, sulla competitività del sistema economico e così via. Questo è il dato da cui si deve partire.

    Lo stesso Trentino si è dichiarato a favore del voto veneto.
    -Le dico di più: mentre qui si scannano tra i partiti, pochi giorni fa su Rai3 un sindaco trentino ha sottolineato che i Comuni trentini hanno avuto negli ultimi anni un taglio di spesa par al 2,7%, e invece i sindaci veneti hanno subito un taglio del 27%: dieci volte tanto. E il giorno dopo il governatore pugliese Michele Emiliano ha stupito tutti affermando alla Rai: “Io la penso come Maroni: fanno bene, perché anche la Lombardia a Roma non conta nulla”.

    Ci sono leader nazionali che vedono l’inizio di un’ondata di referendum in altre regioni.
    -Guardi, queste cose lasciano il tempo che trovano. Stiamo con i piedi per terra e guardiamo i dati. Paolo Pagliaro su La7 ha misurato non il residuo fiscale, ma quello attivo e passivo dei Comuni lombardi, veneti e siciliani. Al primo posto ci sono i veneti, con una quota insignificante di residuo attivo e passivo perché amministrano bene. C’è buona amministrazione, ma anche discriminazione finanziaria: ecco il filo rosso che unisce di fatto le istanze per l’autonomia veneta.

    Ed è una storia che appunto parte da 25 anni fa.
    -Io ho seguito tutte queste cause davanti alla Corte costituzionale: 1992, 2000 e 2015. E se la Regione Veneto non avesse sgombrato il campo ottenendo dalla Corte costituzionale il via libera, non si sarebbe mosso nessuno. Gli altri hanno solo da tacere: sono venuti tutti a rimorchio.

    Ma perché la sentenza dell’Alta Corte che approva il referendum è fondamentale?
    -Perché se si va a leggere le tre diverse sentenze ci si accorge, contrariamente a quanto ritengono tanti sapientoni che parlano tanto ma non studiano, di quale apertura di credito verso il Veneto abbia fatto la Corte nel 2015. Nelle sentenze precedenti aveva ritenuto addirittura che il referendum consultivo, che è atto di indirizzo politico, con il responso del corpo elettorale di una regione come il Veneto avrebbe condizionato pesantemente il Parlamento nelle decisioni.

    Tradotto: il referendum pesa, e molto.
    -Certo, e chi va a dire che non conta niente è solo un disinformato e un ignorante e dovrebbe studiarsi i documenti. Perché queste cose non le ho dette io, le ha dette la Corte costituzionale.


    Però il Governo aveva detto alla Regione: “Va bene, venite qui e trattiamo”. E la Regione ha detto “No, prima faccio il referendum”.
    -No guardi, non è stato assolutamente così. Prima di tutto, non solo il Veneto ma anche altre Regioni, compresa la Toscana, si erano fatte avanti per chiedere di attivare i meccanismi previsti dalla Costituzione. Il Governo non ha neanche risposto: questo è il fatto. La controprova viene dal fatto che adesso l’Emilia Romagna è stata spinta a muoversi, ma la domanda è: perché non l’ha fatto prima?

    Quindi tutto deriva dalla mossa del voto veneto?
    -È l’elementare successione degli eventi a parlare. A Bologna si sono mossi dopo il Veneto. “Si poteva fare”, dicono: certo, ma me lo vieni a dire tu che sei partito dopo di me, e quando ho già dato il via al referendum? Resto allibito dalla pochezza di questi argomenti.


    La vicenda però si intreccia con quella catalana: e c’è chi dice “non voto, perché poi ci portano a chiedere l’indipendenza”.
    -La risposta è semplice: la sentenza del 2015 della Corte costituzionale che ha ammesso questo referendum ha anche bocciato il referendum per l’indipendenza. Ci muoviamo nella più limpida legalità costituzionale. Siamo agli antipodi da Barcellona.

    Altre obiezioni: “È solo questione di soldi e di egoismo veneto”.
    -Ulteriore sciocchezza: l’ho già detto, uno che becca 2700 euro di spesa pubblica contro la media nazionale di 3500, ed è a contatto con Regioni speciali, come può essere accusato di egoismo? Il problema è reale, e lo scrisse nel 2008 il governatore della Banca d’Italia: “Stiamo assistendo a trasferimenti imponenti di risorse da nord al sud”. Chi è diligente, spende meno, e prende meno degli altri, ha il diritto di chiedere di ridefinire il quadro.

    Cioè si può prevedere che il referendum apra a un nuovo quadro di organizzazione nazionale?
    -Se la Repubblica fosse sensibile alle cose serie, approfitterebbe di questo passo per mettere ordine. Perché il nostro Paese è basato sulla discriminazione: il criterio della famosa “spesa storica” premiava le amministrazioni che dissipavano, e puniva chi tirava la cinghia. Un suicidio. E a pagare è chi ha meno mezzi: a quelli che stanno bene non interessa che, per le poche risorse spese qui, ci sia un calo di servizi, di viabilità, di asili nido, di ospedali.

    Per questo dice “ci suicidiamo” a non votare?
    -Certo, non si discute. Se il problema è “riparametriamo un po’ le cose” rispetto a una situazione di dati certificata dalla Ragioneria di Stato, e lei dice “no” a migliori servizi, mi pare come dire. “Mi sparo per fare dispetto a qualcuno”.


    Salvini ha detto: «Quando sarò premier riceverò Zaia e Maroni, mi chiederanno 100 e io gli dirò ’facciamo 40’». Chiunque entra nell’ottica di sedersi a Roma, comincia a vedere l’autonomia come un problema?
    -La risposta di Salvini la dice lunga: il problema non è tra partiti ma tra Regioni che sono attive, propositive, e altre che sono aiutate da sempre. Salvini a Roma sarà portatore di interessi riferibili ai suoi elettori anche di centro e sud, è ovvio.

    Piero Erle

  8. #13888
    Ball Till You Fall L'avatar di zio_slim
    Registrato il
    Aug 2007
    Località
    Milano
    Posts
    8,020
    Likes (Given)
    351
    Likes (Received)
    1731

    Predefinito

    @ilPIKARO91

    google youtube facebook etc... sono aziende e possono fare quello che vogliono. Se non sei d'accordo con la loro linea, puoi decidere di non utilizzare i loro servizi e sei libero di sputtanarli dove ti pare.

    E te lo dice uno che non censurerebbe niente, neanche i video dell'ISIS
    Follow me on Facebook and Twitter

  9. #13889
    Tight Agressive L'avatar di agnellina
    Registrato il
    May 2013
    Località
    Bessarabia
    Posts
    402
    Likes (Given)
    7
    Likes (Received)
    11

    Predefinito

    Originariamente Scritto da agnellina Visualizza Messaggio
    Quindi Zaia ha fatto ricorso principalmente perché vorremmo continuare ad arrangiarci(nel pochissimi spazi lasciati dall'idrovora italica, che potrebbe accontentarsi di tutti i soldi che si foxxe) il + possibile almeno nella sanità, dove la regione è all'avanguardia, visto che dal recinto italico non si può fuggire e il federalismo e l'autonomia finanziaria previsti dalla Costituzione sono già stati abbondantemente massacrati e stuprati.

    Citazione Originariamente Scritto da zio_slim Visualizza Messaggio
    se vi vaccinate bravi voi, io semplicemente ho fatto notare che qui non si tratta di ribadire la propria virtù; qui si tratta di fronteggiare una emergenza quasi terroristica, di gente senza scrupoli che mette in pericolo la vita dei bambini - e i primi morti sono già arrivati. Sarebbe stato responsabile fare un passo indietro e accettare il decreto sull'obbligo senza fare storie, perchè appunto tu che non capisci di medicina (neanche io) non dovresti stabilire se è giusto o meno - in sostanza non hai (abbiamo) diritto ad avere un opinione.
    La comunità scientifica si è già espressa; in Veneto come nel resto dell'Italia la copertura è in calo costante, quindi è urgente ORA intervenire con l'obbligo perchè quando poi scende sotto una certa soglia è troppo tardi. Si tratta appunto di prevenzione, non di cura.

    Questo obv non lo dico io, ma lo dicono quelli preparati in materia che seguo (due su tutti Burioni e Silvestri), quello che dice Zaia non conta un cazzo su quanto sia bello e bravo il suo veneto. A Padova ci sono antivax a pacchi, così per dire.

    Inoltre il pezzo che ho quotato posso criticarlo io in prima persona, perchè si vede che sei brainwashed dal populismo leghista.... se anche dovessi uscire dal "recinto italico", saresti comunque parte del "recinto europa"; non avrai autonomia vera, avrai sempre qualcuno che decide per te le politiche economiche, i tassi di interesse e il mercato socialista del credito (vedi cosa è successo alle vostre simpatiche banche venete - il salva-risparmio che mette soldi in quelle merde di banche truffa non è veneto, è nazionale).

    Quindi quello che hai scritto è il solito concentrato inutile di populismo made in Lega; hai individuato il nemico nel meridione che ti ciuccia risorse? Bravo contento tu, la big picture non ce l'hai e (da economista) posso tranquillamente dirti che dovresti solo sperare che il veneto resti così com'è..... pensi che se diventassi indipendente dall'Italia avresti cmq la proprietà della tua moneta? pensi che le banche smetterebbero di essere gestite con questo socialismo reale? Dopo magari sarà il vicentino fannullone il nemico da indicare che ruba le risorse ai bravi trevigiani...
    Sei un illuso
    Non ti ho risposto perché mi hai ucciso il cuore sul quotato, ma dopo il referendum ho ripreso coraggio, prima o poi tutti i nodi arrivano al pettine!

    Sulla parte dei vaccini ribadisco che la posizione di Zaia e della Regione Veneto(come la mia) non è No Vax; piuttosto per la difesa(nel lungo periodo) delle competenze regionali.
    Quanto scrive Silvestri è in perfetta linea:
    Guido Silvestri: "Ma persuadere è meglio che punire" - Repubblica.it

    Sulla parte riferita all'autonomia regionale hai la tendenza a farmi in bianco in materie giuridiche ed economiche, manco fossi Adinolfi!
    Populismo leghista lol...tu, la big picture non ce l'hai e (da economista) lol.
    Ho fatto una tesi universitaria sull'autonomia finanziaria delle regioni quando ancora la Lega non esisteva come partito politico!
    Ti rimando comunque alle opinioni di autorevoli costituzionalisti e tributaristi(di Bertolissi e Buratti, friulano e milanese, sono stato indegno allievo), non sei l'unico che capisce di economia!
    Incidenter tantum, con il tuo collega Amministratore @Luciom che ha anche lui quarti di nobiltà di economista(oltre che la tendenza, peraltro fortunatamente meno marcata della tua, a farmi in bianco )siete spesso agli antipodi, non è che uno con una laurea di economia sia depositario di tutta la verità!

    «È la corte a dirlo Il referendum può cambiare Roma» - Veneto - Il Giornale di Vicenza

    «Ecco perché dopo il referendum può cambiare tutto» - Veneto - Il Giornale di Vicenza

    http://www.jovene.it/public/allegati...inaBuratti.pdf

    http://www.venetosviluppo.it/alfresc...LISSI_2017.pdf

    http://persone.csia.unipd.it/persone...A73108828A.pdf

    http://persone.csia.unipd.it/persone...E201E7DBC6.pdf

    Poi per completare la tua big picture che io non ho ti suggerisco di leggere con attenzione pure questo:

    Annotazioni e riflessioni sul referendum veneto in materia di «autonomia»

    Se non ti bastasse andiamo pure più a sud, Università di Bari e regione Puglia, Uricchio e Basile hanno accenti e quarti di nobiltà sudista:

    Prof. Antonio Felice Uricchio ? ViaggiADR

    http://www.odcectrani.it/media/allegato2451.pdf

    http://webcache.googleusercontent.co...g_en%7Clang_it

    Non ho detto e non penso che la soluzione sia l'indipendenza, bensì un'autonomia a geometria variabile come previsto dalla Costituzione in larga parte inattuata in materia come (spero ) leggerai(in maniera tale da non arrivare a conclusioni sconclusionate e indebite sull'altrui cervello "brainwashed dal populismo leghista")!

    Il tutto in direzione(nel medio lungo si spera) di quello da te auspicato, ovvero una maggiore efficienza e taglio delle spese parassitarie premiando chi amministra bene. Poi è ovvio che non risolve tutti i problemi macroeconomici, però è un passo(parziale) nella giusta direzione!

    Infine, sottoscrivo la tua chiusa sui pericoli di una eccessiva frammentazione basata sul regionalismo, per quanto MEDIANAMENTE ci si possa capire meglio nel dividere le risorse con chi ha un approccio da magna gatti vicentino piuttosto che da forestale calabrese o siciliano!

    Figurati poi che io, a volte, mi sento straniero pure a Treviso pur essendo della provincia: parlano un dialetto talmente simile ai veneziani che mi vedo costretto a usare quasi sempre l'italiano!
    Ultima modifica di agnellina; 28-10-2017 alle 15:34

  10. #13890
    Ball Till You Fall L'avatar di zio_slim
    Registrato il
    Aug 2007
    Località
    Milano
    Posts
    8,020
    Likes (Given)
    351
    Likes (Received)
    1731

    Predefinito

    @agnellina però giochi sporco, con tutti i link che hai postato penso che riuscirò a risponderti più o meno per Natale
    Follow me on Facebook and Twitter

  11. #13891
    Tight Agressive L'avatar di agnellina
    Registrato il
    May 2013
    Località
    Bessarabia
    Posts
    402
    Likes (Given)
    7
    Likes (Received)
    11

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zio_slim Visualizza Messaggio
    @agnellina però giochi sporco, con tutti i link che hai postato penso che riuscirò a risponderti più o meno per Natale
    Sono tutti link agilissimi e di facile lettura!
    Molto prima del brainwashing leghista, io mi sono smazzato questo durante la tesi, 472 pp, 2,27 kg, bibliografia disumana!

    https://www.libroco.it/dl/Mario-Bert...968988903.html

    Non te lo consiglio altrimenti la tua risposta sarebbe sine die!

  12. #13892
    Tight Agressive L'avatar di agnellina
    Registrato il
    May 2013
    Località
    Bessarabia
    Posts
    402
    Likes (Given)
    7
    Likes (Received)
    11

    Predefinito

    @zio_slim

    Comunque la sintesi è questa, tratta da un convegno del 2016:

    Il NordEst quotidiano - A Padova convegno su regionalizzazione Irpef

    Il prof. Mario Bertolissi ha sviluppato il profilo istituzionale e costituzionale della tematica: «il tema di fondo di questo convegno è il concetto di “giusta imposta” ed in questo senso muove la proposta di regionalizzazione dell'Irpef. In passato sono già stati compiuti degli studi in materia, ma non se ne è fatto nulla ed in questo nulla oggi ci troviamo, ovvero nella non trasparenza, nella non possibilità di controllo da parte del cittadino sulla fiscalità che lo riguarda e nella non applicazione del principio di responsabilità. Quelli appena elencati sono i caposaldi di un ordinamento che sia anche mediocremente democratico. Il provvedimento approvato dal Consiglio regionale ha un merito indubbio: getta un sasso nella piccionaia».

    Sul profilo economico-finanziario della regionalizzazione dell'Irpef si è soffermato il prof. Carlo Buratti: «la proposta del Consiglio regionale, che mira a dare alle regioni il 100% dell'imposta, potrebbe non avere molte chance di passare. La mia proposta, sulla scorta di ciò che accade in Spagna - dove il 50% dell'Irpef è assegnata alle comunità autonome - è di sostituire quanto meno la compartecipazione all'Iva, l'Irap e l'addizionale regionale dando il 50% del gettito Irpef alle regioni e su questo 50% le regioni potrebbero, entro certi limiti, variare le aliquote, le detrazioni e le deduzioni».

    In un articolo di oggi sul Gazzettino cartaceo(quello delle piscine, però pagina nazionale ) il prof. Buratti ha ribadito il concetto, facendo presente che la richiesta a livello di trattativa nazionale dovrà essere più modesta e legata alle funzioni trasferite, per avere la possibilità di ottenere qualcosa. Questo anche per il fatto, evidenziato dal prof. a microfoni spenti secondo l'articolista, che una richiesta concessa del 100% dell'imposta come Bolzano e Trento(eventualmente e remotamente accordata anche a Lombardia e Emilia Romagna) porterebbe al fallimento dell'Italia/altre regioni! :

    https://www.ilgazzettino.it/pay/nord...o-3336764.html

  13. #13893
    Ball Till You Fall L'avatar di zio_slim
    Registrato il
    Aug 2007
    Località
    Milano
    Posts
    8,020
    Likes (Given)
    351
    Likes (Received)
    1731

    Predefinito

    guarda in linea teorica sono anche d'accordo con quello che dice il tuo prof, ovvero a chi fa schifo che i soldi restino più vicini a casa?

    La mia critica riguarda il fatto che si continua a far fare giri di soldi e litigare persone su chi deve accaparrarseli, quando l'unica soluzione per migliorare la vita delle persone è LASCIARGLIELI IN TASCA. E' talmente semplice che sconvolge il fatto di come nessuno ne parli.

    Il male assoluto non è farsi rubare i soldi da quello di Roma piuttosto che da quello dietro casa, il male è il farseli rubare punto.

    Ora io capisco che i politici o in generale chi nella vita vive di soldi di altri prelevati con la forza (aka: parassita) non si sogni neanche lontanamente di proporre un taglio delle tasse; mi fa specie vedere invece gente che magari vive in partita IVA dando il 70% di quello che guadagna allo Stato (roba che manco Stalin) fare il tifo per questo o per quello, come se scegliere da chi farsi inculare fosse lo shift verso una vita migliore. Boh
    Follow me on Facebook and Twitter

  14. #13894
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Posts
    7,041
    Likes (Given)
    240
    Likes (Received)
    1574

    Predefinito

    Dai oh parliamo di Silvio da Costanzo.

    Il format è lo stesso di sempre. Solo che a sto giro i contenuti, anch'essi uguali al passato, rischiano di far manbassa tra over 55-60 e pensionati italiani.

    I 5s sono il nuovo nemico comunista. Lui è il vecchio saggio in grado di moderare l'alleato designato (Salvini) per ridare all'Italia un governo che vuol bene al ceto medio che produce.

    Pochi concetti politici ma espressi bene e con estrema chiarezza. Io son stra-convinto che se i miei nonni fossero ancora in vita l'avrebbero votato ad occhi chiusi.

    Sto qua ha 80 anni ma può portare ancora tutti a mangiar la bruschetta a guinzaglio..
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  15. #13895
    Tight Agressive L'avatar di SoloOkki
    Registrato il
    Jun 2009
    Posts
    341
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    12

    Predefinito

    Cmq il paese è tornato a destra (che se è possibile è anche peggiorata) domani la Sicilia e a marzo l'Italia...

    Tutto cambia affinché tutto resti come prima... GG a tutti
    Pace & Chiudo

  16. #13896
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jun 2010
    Posts
    1,839
    Likes (Given)
    974
    Likes (Received)
    943

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SoloOkki Visualizza Messaggio
    Cmq il paese è tornato a destra (che se è possibile è anche peggiorata) domani la Sicilia e a marzo l'Italia...

    Tutto cambia affinché tutto resti come prima... GG a tutti
    Tanto alternative non c'e' ne sono,non ci si puo' aspettare diversamente da un costante sinistra-destra/destra-sinistra con l'illusione che qualcosa finalmente cambi.L'unica alternativa nata negli ultimi anni e' diventata una "gag" politica da 51% di voti senno' non conteranno mai praticamente quasi nulla.Oltretutto si sono politicamente autofottuti se provassero ad allearsi con qualcuno in caso avessero capito che la loro politica della famosa intransigenza verso tutti non puo' mai funzionare in una democrazia rappresentativa.

    Cmq continuo a chiedermi dove sta il senso in questa situazione presente da anni,di andare a votare.Mi hanno spiegato che si deve fare per votare il meno peggio;mi hanno spiegato che si deve fare per non far salire partiti con idee di merda(qua in Italia,fortunatamente,non abbiamo partiti che politicamente hanno numeri rilevanti con idee estremiste terribili e da combattere a "spada tratta");mi hanno spiegato che e' da irresponsabili non andare a votare perche' e' un proprio diritto;etc etc.
    Datemi una motivazione pragmatica valida(perche' la sto ancora cercando,ma magari e' un mio limite)di andare a votare in un sistema dove le regole del giochino le decidono loro e le cambiano quando vogliono loro.
    Ultima modifica di vanbred; 05-11-2017 alle 01:03 Motivo: errore gramm.

  17. #13897
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Posts
    7,041
    Likes (Given)
    240
    Likes (Received)
    1574

    Predefinito

    votare = evitare che qualche migliaio di voti di destroidi di merda, si trasformino in cifre percentili braggabili nelle successive elezioni.

    se vota l'80% degli italiani certa merda prende il 2% (forse) e gli rendi complicata la vita post-voto quando dovranno fare i conti col fatto che contano meno di nulla.

    se vota il 60% degli italiani la stessa merda conta di più ed è un attimo innescare quell'hype che poi li porterà a soglie tipo l'8-10%.

    poi, mia personale opinione, astenersi se si vive vicini al seggio e si è in salute è proprio una merdata. Io la penalizzerei in qualche modo.

    Ti viene data la possibilità di votare scheda bianca. Ti rechi al seggio e voti scheda bianca. E no.... scheda bianca e astensione non sono la stessa cosa.
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  18. #13898
    Calling Station
    Registrato il
    Feb 2015
    Posts
    180
    Likes (Given)
    2
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    Ti viene data la possibilità di votare scheda bianca. Ti rechi al seggio e voti scheda bianca. E no.... scheda bianca e astensione non sono la stessa cosa.
    domanda..
    La scheda bianca non sono sicuro, ma rientra poi nei conteggi e potrebbe finire per dare punti ai premi di maggioranza?

  19. #13899
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Posts
    7,041
    Likes (Given)
    240
    Likes (Received)
    1574

    Predefinito

    Quindi Di Maio non vuole uccidere politicamente e definitivamente il buon Matteo Renzi che ha appena preso legnate in Sicilia, perchè non si sa se sarà lui il candidato premier a sinistra.

    A manico de ritardati...
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  20. #13900
    Banned
    Registrato il
    Apr 2015
    Posts
    731
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Decisione apparentemente incomprensibile per i poco attenti.

    Dopo sta mazzata elettorale è evidente che Renzi non sarà più il candidato premier per il PD.

    Per quale motivo logico un candidato premier dovrebbe confrontarsi col nulla assoluto?

    Anche nel cdx non si conoscerà il premier fino al giorno dopo le votazioni.

    In pratica,al momento,l'unico candidato premier noto è Di Maio-che piaccia o meno-

    Trovatemi una spiegazione logica.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •