Likes Likes:  0
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 51 di 51

Discussione: Difesa del BB vs steal del 40%

  1. #41
    Calling Station
    Registrato il
    Sep 2013
    Località
    Roma
    Posts
    68
    Likes (Given)
    3
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweetsmell Visualizza Messaggio
    ragazzi, sono indietro anni luce da voi, sono solo al 25, azzardo se vi chiedo una percentuale solida di raise alla c bet per street? io inizialmente quando ho startato il 10 mi usciva automatico stare sul 25%, difendere meglio i piatti, tuttavia non avendo idea di niente, ma trovandomi spesso in situazioni difficili, leggendo qualche articolo in cui si diceva che conveniva flattare senza dare info all'aggressore risultava conveniente, ho preso la palla al balzo e li ho abbassati, ma parecchio, tuttavia non è il gioco che mi piace, l'aggressor fa i suoi comodi troppo spesso. ora ho messo mano a equilab, esercitandomi con l'equity trainer, per quando riguarda il flat invece vs c bet del 60 e size che và damezzo fino a 2 terzi, che equity devo realizzare per il call?
    Tu raisi le cbet 25% su ogni street ...ho capito bene?

  2. #42
    Antonius
    Registrato il
    Aug 2010
    Posts
    2,490
    Likes (Given)
    3317
    Likes (Received)
    876

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweetsmell Visualizza Messaggio
    ragazzi, sono indietro anni luce da voi, sono solo al 25, azzardo se vi chiedo una percentuale solida di raise alla c bet per street? io inizialmente quando ho startato il 10 mi usciva automatico stare sul 25%, difendere meglio i piatti, tuttavia non avendo idea di niente, ma trovandomi spesso in situazioni difficili, leggendo qualche articolo in cui si diceva che conveniva flattare senza dare info all'aggressore risultava conveniente, ho preso la palla al balzo e li ho abbassati, ma parecchio, tuttavia non è il gioco che mi piace, l'aggressor fa i suoi comodi troppo spesso. ora ho messo mano a equilab, esercitandomi con l'equity trainer, per quando riguarda il flat invece vs c bet del 60 e size che và damezzo fino a 2 terzi, che equity devo realizzare per il call?
    OMG....e giochi con profitto il nl 25? :O
    cmq stare sul 25% di c/r è fantascienza e la % di c/r dipende dalla texture del board e dalle combo di value che puoi reppare su i vari tipi di boardcosi da tirarti fuori quelle di "bleff" (bleff tra virgolette in quanto hanno cmq equity)....poi non è che vs uno che cbetta il 50% difendi x del tuo range pre e vs uno che cbetta il 70% difendi y del tuo range...in quanto c'è chi betta il 50/60% polarizzato e chi betta depolarizzato ecc e cosi via...
    Se proprio vuoi ostentare ricchezza, non ti serve la macchina ultimo modello o il cellulare di ultima generazione. I veri ricchi hanno l’autista, la barca e la segretaria. Tutto il resto è una guerra tra poveri.

  3. #43
    Calling Station
    Registrato il
    Feb 2015
    Posts
    180
    Likes (Given)
    2
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    scusate c'è qualcosa riguardo sto fattore di realizzazione dell'equity che non mi torna a livello concettuale. scrivo qui che mi sembra sia la discussione piu recente a riguardo:

    caso open BTN 3x (rfi 40%) e da BB hero deve decidere se difendere o meno.

    calcolo pot odds -> PO = 30% circa

    quindi dovrei difendere infinito. entra quindi in gioco questo fattore R che va stimato, e che in qualche modo tiene di conto di sti fattori:

    posizione relativa
    aggressività avversario
    e se non ho capito male anche capacità della nostra mando di connettersi al board

    buttiamo giu un 0.6 per questo caso.

    quindi calcolo: PO/R= equity minima aggiustata (nel nostro caso 50% circa)

    ok. quindi posso definire il mio range di difesa come composto da mani che abbiano almeno il 50% di equity rispetto il range di open dell'avversario.

    ora, il punto è: ma in questo ragionamento a me pare che si stia supponendo che il fattore di realizzazione dell'equity di oppo sia sempre 1. e perchè mai?? dove sbaglio???? non capisco! in fondo vado a cercare mani che abbiano equity del 50% (quindi aggiustata al rialzo) vs l'equity del range di open di oppo preflop su tutto il board. e io ogni tanto vorrei x/R donkbettare buttarlo fuori insomma... XD

    help me!!

  4. #44
    Fish
    Registrato il
    Oct 2015
    Posts
    10
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    no no parlavo di quando stvao al 10 all'inizio, sono sceso al 15 più o meno

  5. #45
    Fish
    Registrato il
    Oct 2015
    Posts
    10
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    e poi giusto per puntualizzare, al 10 i range di difesa erano stretti stretti avevo equity per un check raise quasi sempre.

  6. #46
    Fish
    Registrato il
    Oct 2015
    Posts
    10
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    no al momento faccio even ma guadagno un bel po' di back, perché vado sopra i 2500 di rake per mese, ingrosso troppo i piatti, mi sa che và meglio il sito che io se gioco cosi, la rake è terribilmente alta in italia, ma voi fate davvero tutti questi calcoli quando state ai tavoli? cioè in fase di analisi penso che anche io posso arrivarci anche se non ho ancora trovato qualcuno che me ne parli, credo anche che sul . it circolino troppe poke info e che se le tengano troppo strette, cioè per arrivare a capire come ragiona un teorico di livello superiore dovrei investire una somma infinita, ho conosciuto parecchi ragazzi più preparati di me sul piano teorico, che fanno handreview, splittano i range utilizzano equilab stupendamente ma che stanno ancora confinati al 5 e al 10. ci sono tante informazioni che dà il tavolo inoltre e che la teoria non dà, non voglio disprezzare la matematica perché un reg vuoi o non vuoi vive principalmente di questa, ma la soluzione la trovo molte volte senza riflettere, ad occhio anche se dire ad occhio mi sa che dà un senso dispreggiativo a ciò che sto dicendo; per fare un'esempio che può essere più piacevole parliamo di uno chef e di un pasticciere, lo chef non si affida a dosi precise quando fa un piatto, questo dal più piccolo degli chef e parlo anche del più grande, il pasticciere non sbaglia di un centesimo di grammo su ogni ingrediente pena perderne la fatica fatta, sono due qualità diverse sec me ma che non vanno paragonate alla distinzione degli ultimi anni tra il vecchio giocatore di poker che vive di intuito e il nuovo modello di pp che vive di matematica, le figure che si addicono in questi casi sono più quelle dell'artista e dell'ingegnere, che sono troppo opposti come mestieri rispetto a chi vive dello stesso settore

  7. #47
    Calling Station
    Registrato il
    Dec 2012
    Posts
    102
    Likes (Given)
    15
    Likes (Received)
    14

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweetsmell Visualizza Messaggio
    no al momento faccio even ma guadagno un bel po' di back, perché vado sopra i 2500 di rake per mese, ingrosso troppo i piatti, mi sa che và meglio il sito che io se gioco cosi, la rake è terribilmente alta in italia, ma voi fate davvero tutti questi calcoli quando state ai tavoli? cioè in fase di analisi penso che anche io posso arrivarci anche se non ho ancora trovato qualcuno che me ne parli, credo anche che sul . it circolino troppe poke info e che se le tengano troppo strette, cioè per arrivare a capire come ragiona un teorico di livello superiore dovrei investire una somma infinita, ho conosciuto parecchi ragazzi più preparati di me sul piano teorico, che fanno handreview, splittano i range utilizzano equilab stupendamente ma che stanno ancora confinati al 5 e al 10. ci sono tante informazioni che dà il tavolo inoltre e che la teoria non dà, non voglio disprezzare la matematica perché un reg vuoi o non vuoi vive principalmente di questa, ma la soluzione la trovo molte volte senza riflettere, ad occhio anche se dire ad occhio mi sa che dà un senso dispreggiativo a ciò che sto dicendo; per fare un'esempio che può essere più piacevole parliamo di uno chef e di un pasticciere, lo chef non si affida a dosi precise quando fa un piatto, questo dal più piccolo degli chef e parlo anche del più grande, il pasticciere non sbaglia di un centesimo di grammo su ogni ingrediente pena perderne la fatica fatta, sono due qualità diverse sec me ma che non vanno paragonate alla distinzione degli ultimi anni tra il vecchio giocatore di poker che vive di intuito e il nuovo modello di pp che vive di matematica, le figure che si addicono in questi casi sono più quelle dell'artista e dell'ingegnere, che sono troppo opposti come mestieri rispetto a chi vive dello stesso settore
    su che room giochi e quanta back danno e quanto paghi di rake? grazie se vuoi rispondere

  8. #48
    Monkey Tilt L'avatar di BBMazzo
    Registrato il
    Oct 2012
    Località
    Genova
    Posts
    1,504
    Likes (Given)
    277
    Likes (Received)
    267

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweetsmell Visualizza Messaggio
    no al momento faccio even ma guadagno un bel po' di back, perché vado sopra i 2500 di rake per mese, ingrosso troppo i piatti, mi sa che và meglio il sito che io se gioco cosi, la rake è terribilmente alta in italia, ma voi fate davvero tutti questi calcoli quando state ai tavoli? cioè in fase di analisi penso che anche io posso arrivarci anche se non ho ancora trovato qualcuno che me ne parli, credo anche che sul . it circolino troppe poke info e che se le tengano troppo strette, cioè per arrivare a capire come ragiona un teorico di livello superiore dovrei investire una somma infinita, ho conosciuto parecchi ragazzi più preparati di me sul piano teorico, che fanno handreview, splittano i range utilizzano equilab stupendamente ma che stanno ancora confinati al 5 e al 10. ci sono tante informazioni che dà il tavolo inoltre e che la teoria non dà, non voglio disprezzare la matematica perché un reg vuoi o non vuoi vive principalmente di questa, ma la soluzione la trovo molte volte senza riflettere, ad occhio anche se dire ad occhio mi sa che dà un senso dispreggiativo a ciò che sto dicendo; per fare un'esempio che può essere più piacevole parliamo di uno chef e di un pasticciere, lo chef non si affida a dosi precise quando fa un piatto, questo dal più piccolo degli chef e parlo anche del più grande, il pasticciere non sbaglia di un centesimo di grammo su ogni ingrediente pena perderne la fatica fatta, sono due qualità diverse sec me ma che non vanno paragonate alla distinzione degli ultimi anni tra il vecchio giocatore di poker che vive di intuito e il nuovo modello di pp che vive di matematica, le figure che si addicono in questi casi sono più quelle dell'artista e dell'ingegnere, che sono troppo opposti come mestieri rispetto a chi vive dello stesso settore
    Ciao sweet,


    voi fate davvero tutti questi calcoli quando state ai tavoli?
    Il poker dopo molti anni di studio non è ancora stato risolto. E' un gioco complessissimo e quindi è improbabile che qualcuno riesca a risolvere tutte le situazioni possibili. Quindi no, non si fanno molti calcoli durante il gioco se non pochi riguardo implied odds o odds (o chi lo utilizza le frequenze). La "skill" arriva da ciò che hai appreso e VIENE ESPRESSO nei pochi istanti che hai quando devi fare azione. Sapere una cosa e non farla ai tavoli è equivalente a non saperla, ma è il primo passaggio verso la conoscenza.
    Ogni mente lavora in maniera distinta. Non sarà mai possibile avere tutti gli alberi di tutte le situazioni stampati in testa ma ogni player (in base alle sue capacità) si adatta e migliora la sua "percezione" del range in più situazioni possibili. La mole di lavoro è enorme, ma noi possiamo fare raggruppamenti o approssimazioni. Più questi raggruppamenti ed approssimazioni sono facili da capire e vicini alla soluzione a maggiore EV, più ovviamente sono utili ai fini dell'apprendimento.
    Come miglioro? Allenandomi. Come bisogna allenarsi? E' proprio qui che vengono in aiuto i software ed i metodi utilizzati dal coach o dal player.



    sul . it circolino troppe poke info e che se le tengano troppo strette, cioè per arrivare a capire come ragiona un teorico di livello superiore dovrei investire una somma infinita

    Non è vero che circolano poche informazioni. Il problema è che girano informazioni sbagliate nella maggior parte dei casi.
    INoltre non è vero che bisogna pagare per forza molto per poter imparare. Se fossi interessato posso aiutarti a cercare la persona più adatta alle tue esigenze. Aggiungimi su skype (Chiedi PM ad alcuni del forum o moderatori).che facciamo due parole.



    ho conosciuto parecchi ragazzi più preparati di me sul piano teorico, che fanno handreview, splittano i range utilizzano equilab stupendamente ma che stanno ancora confinati al 5 e al 10

    Questo è assolutamente l'errore da evitare! Vincere ai micro è semplice... quando capisci come exploitare



    ci sono tante informazioni che dà il tavolo inoltre e che la teoria non dà, non voglio disprezzare la matematica perché un reg vuoi o non vuoi vive principalmente di questa, ma la soluzione la trovo molte volte senza riflettere

    In realtà la teoria copre tutti i campi, quindi non ci sono cose di cui "il tavolo si occupa e la teoria no" . Con la maggior parte dei micro-players quando si discute di teoria si immaginano qualcosa di estremamente complesso e difficilmente intuitivo o pensano teoria=GTO. Dopo settimane di lavoro e di organizzazione mentale ci si rende conto che le linee per vincere sono semplicemente "vedere" ed organizzare i range diversamente e con criteri migliori.
    Qualsiasi problema può essere suddiviso in infiniti problemi più semplici e specifici ed è così che procedendo, un piccolo problema alla volta, si giunge alla soluzione di problemi molto complessi. Esempio: Perdo infinito da BB. Come posso agire? Lavorando su ogni situazione intorno al BB. Quindi lavoro prima sulle difese, poi sulle 3b poi sui coldcall poi sul postflop etc.

    Mi sorge una domanda spontanea: Se pensi di arrivare spesso alle soluzioni dei problemi da solo, perchè flatti al NL10? E' il secondo livello più semplice del gioco. GLi errori potrebbero essere che cerchi soluzioni sbagliate o non sei in grado di arrivare a queste soluzioni di cui parli.



    Spero di esserti stato utile, come detto in precedenza sono molto disponibile al dialogo e credo di poterti aiutare.
    A presto

  9. #49
    Fish
    Registrato il
    Oct 2015
    Posts
    10
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ready_to_moon Visualizza Messaggio
    su che room giochi e quanta back danno e quanto paghi di rake? grazie se vuoi rispondere
    gioco su people su 2500 di rake pagata prendi più o meno la metà

  10. #50
    Fish
    Registrato il
    Oct 2015
    Posts
    10
    Likes (Given)
    0
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    flatto al 25, il 10 l'ho passato con 5 bb 100 , ho intenzione di iniziare settembre lavorando per il profit vorrei sapere quale delle due conviene, che margini di profit si tengono al 25 non pensando a produrre rake, quante mani si riesce a giocare etc,

  11. #51
    Antonius
    Registrato il
    Aug 2010
    Posts
    2,490
    Likes (Given)
    3317
    Likes (Received)
    876

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweetsmell Visualizza Messaggio
    no al momento faccio even ma guadagno un bel po' di back, perché vado sopra i 2500 di rake per mese, ingrosso troppo i piatti, mi sa che và meglio il sito che io se gioco cosi, la rake è terribilmente alta in italia, ma voi fate davvero tutti questi calcoli quando state ai tavoli? cioè in fase di analisi penso che anche io posso arrivarci anche se non ho ancora trovato qualcuno che me ne parli, credo anche che sul . it circolino troppe poke info e che se le tengano troppo strette, cioè per arrivare a capire come ragiona un teorico di livello superiore dovrei investire una somma infinita, ho conosciuto parecchi ragazzi più preparati di me sul piano teorico, che fanno handreview, splittano i range utilizzano equilab stupendamente ma che stanno ancora confinati al 5 e al 10. ci sono tante informazioni che dà il tavolo inoltre e che la teoria non dà, non voglio disprezzare la matematica perché un reg vuoi o non vuoi vive principalmente di questa, ma la soluzione la trovo molte volte senza riflettere, ad occhio anche se dire ad occhio mi sa che dà un senso dispreggiativo a ciò che sto dicendo; per fare un'esempio che può essere più piacevole parliamo di uno chef e di un pasticciere, lo chef non si affida a dosi precise quando fa un piatto, questo dal più piccolo degli chef e parlo anche del più grande, il pasticciere non sbaglia di un centesimo di grammo su ogni ingrediente pena perderne la fatica fatta, sono due qualità diverse sec me ma che non vanno paragonate alla distinzione degli ultimi anni tra il vecchio giocatore di poker che vive di intuito e il nuovo modello di pp che vive di matematica, le figure che si addicono in questi casi sono più quelle dell'artista e dell'ingegnere, che sono troppo opposti come mestieri rispetto a chi vive dello stesso settore
    reg confinati nel 5/10 che studiano stupendamente su equilab eccetera è una contraddiziione
    Se proprio vuoi ostentare ricchezza, non ti serve la macchina ultimo modello o il cellulare di ultima generazione. I veri ricchi hanno l’autista, la barca e la segretaria. Tutto il resto è una guerra tra poveri.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •