Likes Likes:  0
Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Blog dall' Ept di Sanremo

  1. #1
    Amministratore L'avatar di Ryu
    Registrato il
    Sep 2007
    Posts
    3,757
    Likes (Given)
    395
    Likes (Received)
    1490

    Predefinito Blog dall' Ept di Sanremo

    Ho cominciato a giocare il giorno A come e' ormai consuetudine per me, poiche' preferisco evitare di giocare per troppi giorni consecutivi.

    Purtroppo non ho ho avuto molto fortuna nei primi due livelli dove non sono riuscito a beccare alcuna out in un due piatti dove possedevo due overcard + flush draw ( 15 outs ) piu' un'altro piatto dove avevo open-ended straight draw + 1 overcard. Erano piatti in cui non ho aggredito particolarmente il mio avversario proprio perche' per i primi livelli non avevo molta voglia di rischiare di giocarmi il torneo - pur avendo dei draw adeguati - sapendo bene che in questi casi forse e' meglio mantenere l'entita' del piatto bassa ,piuttosto che rilanciare signifaticamente. ottenendo una alta fold equity, ma aumentando di pari passo le probabilita' di venire eliminati nel caso in cui l'avversario decida di non passare la propria mano.

    Gia al secondo livello ho avuto AA servito preflop, ma ho dovuto passarli subito al flop perdendo i minimi in un piatto dove il flop era J98s e i miei due avversari avevano rispettivamente JT e 89. Successivamente ho perso un piatto limped 4way preflop dove io avevo ATo in mid position trovandomi ultimo a parlare in ogni street ho puntato per tre volte ritrovandomi subito HU con Ammon Filippi in un flop QJ8 con due quadri, turn era un 3 e river 8.
    Il mio avversario aveva JT, e ha fatto call a tutte le mie puntare. Penso che potrebbe avermi preso un tell, perche' altrimenti non mi spiego tale giocata visto che avevo giocato molto chiuso fino ad allora non avendo mostrato alcuna tendenza particolare al bluff.

    Successivamente tale giocatore ha dimostrato ti non essere molto disponibile a foldare la top pair in varie occasioni, quindi la cosa mi rincuora e mi ha insegnato che contro questo particolare giocatore in futuro dovro' evitare bluff dispendiosi, cercando nel contempo di fare delle value bet con delle mani che altrimenti avrei volentieri checkato al river.

    Nella mano immediatamente successiva ho avuto ancora AA, ho raisato poco meno di 3 BB e ancora Ammon Filippi calla il mio raise trovandosi questa volta al BB.
    Al flop KQ9 lui fa praticamente check-fold, poiche' dopo avere bussato non appena io tocco le mie chips lui tira le proprie carte nel muck!

    Dopo una decina di minuti mi e' capitata finalmente una mano che mi ha permesso di incrementare il mio stack in modo significativo:
    Il giocatore seduto due posti alla mia destra raisa da UTG 425 con bui 75/150 e io faccio flat call con KK, un giocatore in late gioca e il semi-maniaco di turno da bottone fa 2500, l'original raiser folda e io mando all-in per 7300 vincendo il piatto uncontested preflop non venendo callato...

    Durante questo livello era arrivato al tavolo un giocatore orientale che probabilmente gioca con regolarita' nel circuito americano e che parlava talmente tanto da far venire il mal di testa. Non lo sopportavo sin dall'inizio, era molto egocentrico, pieno di se, e overconfident.
    Nella seconda mando in cui si trovava in gioco raisa 3bb ( 450 ) dal cutoff e io reraiso velocemente a 1.3k ( mi trovavo subito alla sua sx ) con AK . Sullo SB sedeva Fernando Cimaglia che fa 4-bet fino a 3k !!! A quel punto la situazione era critica, il nuovo giocatore al tavolo, che da ora in poi chiamero' affettuosamente Donk passa e io mi ritrovo in una situazione enigmatica:

    Se faccio un'ulteriore raise conoscendo il giocatore che mi trovo contro verro' callato soltanto da coppie alte o AK, se faccio call e misso il flop non avro' modo di contrastare la ovvia continuetion bet che mi colpira' al flop e potri sempre legare al flop una mano che potrebbe rappresentare un cooler a mio sfavore! So bene che Fernando e' un giocatore scaltro ed e' capace di fare una giocata simile in re-steal, ma in quella particolare mano ho la netta impressione che le chances che questi sia in bluff lampante siano inferiori al 15-20% e nei casi rimanenti mi troverei di fronte ad una vera monster hand, quindi potrei trovarmi nei guai rischiando seriamente l'eliminazione.
    Morale della favola foldo il mio AK e volto pagina.


    Continua...

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Ryu
    Registrato il
    Sep 2007
    Posts
    3,757
    Likes (Given)
    395
    Likes (Received)
    1490

    Predefinito

    Per un paio di giri non ho visto piu' gioco, fino a quando mi trovo con A4s sullo small blind dopo che tutti hanno passato e completo il buio di 200, mentre il big blind ( Cimaglia ) fa check.
    Il flop e' A92 con due quadri e io punto mezzo piatto, Fernando fa call e il turn e' un bel quattro.
    Punto 600 e ancora una volta vengo seguito, il river e' una Q di quadri e punto 1600 ( pot 1800 ) e il mio avversario questa volta ci pensa parecchio, ma fa ancora call per poi fare muck dopo aver mostrato A3off suit.
    Nella significativa successiva mi ritrovavo al bottone e dopo una serie di fold il sig. Donk al cut-off rilancia 3bb fino a 600, io ho AJo e potrei fare una tri-bet, ma penso che questo avversario non abbia voglia di rispettare un mio re-raise, quindi ritengo sia bassa la probabilita' che possa semplicemente foldare preflop, oppure vedere il flop per poi essere disposto ad abbandonare la mano a seguito di una mia continuation bet.
    Potrebbe 4-bettare non perche' possiede una mano, ma solo perche' sin dall'inizio pensa che io sia un assiduo re-stealer. Nella mano in cui lo avevo tri-bettato in precedenza con AK ero stato costretto a passare per colpa del 4-bet di cimaglia, ma i suoi commenti avevano lasciato intendere che mi avrebbe bollato proprio come un accanito re-stealer.
    Oppure potrebbe dare zero credito su di un flop basso ad una mia continuationbet - se non mi avesse aggredito in primis - costringendomi a passare oppure ad arrendermi al turn.
    Insomma preferisco fare solo call perche' ritengo che quelle poche volte che leghero' potro' capitalizzare bene la mia mano, e nel caso in cui mi sia sbagliato sul suo conto potrebbe sempre mostrare debolezza sul flop mostrando il fianco e lasciandomi vincere il piatto.
    Sul flop Tc6c6s lui fa una puntata molto piccola 400 ( pot 1500 ) e io raiso fino a 1200, Donk non sembra intimorito e senza pensarci troppo rilancia ulteriormente a 3k mettendo in pratica piu' del 30% del mio stack dentro.
    Io passo e lui simpaticamente sventola a tutto il tavolo un bel Q4 di picche per mostrare a tutti quanto e' bravo e quanto e' figo, io incasso senza risentire della pagliacciata.
    Il giro successimo con KQ dal cutoff faccio re-raise preflop - contro uno dei rilanciatori piu' assidui del tavolo, seduto due posti alla mia destra - da 850 a 2200, l'avversario manda all-in all'istante per 6200 chips in piu' e io sono ancora costretto a fare muck.
    Dopo poche mani ci ritroviamo in sette al tavolo - due player out ravvicinati - e il Sig. Donk rilancia da utg 800 ( blinds 150-300 ) e io con AJ faccio call.
    Il flop e' T82 con tutti cuori; l'asso di cuori e' tra le mie hole cards.
    Donk fa check e io punto 1500, lui segue e il turn e' un quattro, io a questo punto ho uno stack di circa cinquemila chips e se voglio continuare in semibluff sono costretto ad andare all-in.
    Opto per il check e il river e' un 8, Donk punta duemila chips e io comincio a pensarci per un'ora... La frustrazione sta un po' prendendo il sopravvento, penso al range di mani che batto come KJ, QJ, J9 e 97, le prendo per buone e faccio call, Donk mostra 77 e io dandomi da solo del cretino mucko per l'ennesima volta.
    Il mio call e' probabilmente inguardabile, ma avevo appena mancato l'ennesimo monster draw ( due overcards + flush draw ) contro un avversario insopportabile, petulante ed arrogante e col rimpianto che forse avrei potuto farlo passare mandando i resti al river, insomma e' stata una calla da semi-tilt, che pero' non mi ha mandato nel pallone.
    E' stato l'unico grande errore che ho fatto in questo ept, penso che le altre giocate siano state sensate se pur opinabili, questa forse no.
    Dopo questa mano invece di abbattermi mi sono ripromesso che avrei cercato in tutti i modi di rifarmi, e sicuramente non mi sarei perdonato un'altro grave errore...

    Continua !

  3. #3
    Antonius L'avatar di marbury85
    Registrato il
    Mar 2008
    Località
    midstakes mtt
    Posts
    2,158
    Likes (Given)
    840
    Likes (Received)
    1027

    Predefinito

    non continua più?
    Lol ma che whine è una trap della nonna in carriola su doppia street che faila clamorosamente e mette 100bb dead river (cit. Luciom)

  4. #4
    Cbet VIP User L'avatar di GALB
    Registrato il
    Sep 2007
    Località
    Ominolandia
    Posts
    11,196
    Likes (Given)
    676
    Likes (Received)
    1337

    Predefinito

    Potevi farmi vedere il cinese quando eravamo a SanRemo che lo picchiavo con gusto!
    gioca su Sisal Poker

  5. #5
    Antonius L'avatar di snowshark
    Registrato il
    May 2008
    Località
    Pescara
    Posts
    2,522
    Likes (Given)
    539
    Likes (Received)
    355

    Predefinito

    Il giocatore orientale ( in verità australiano ) era David Saab ( quello della mano vs
    Mauro Corsetti, a cui il dealer ha muckato QQ in preflop ).
    Veramente insopportabile.........
    Ultima modifica di snowshark; 30-04-2009 alle 17:34

  6. #6
    Amministratore L'avatar di Ryu
    Registrato il
    Sep 2007
    Posts
    3,757
    Likes (Given)
    395
    Likes (Received)
    1490

    Predefinito

    Continuazione del blog:


    Ormai sono rimasto con 2500 chips, ma sembra sia arrivata subito una mano per pushare... Spillo AJ, ma nemmeno il tempo e Mr. Donk tribetta da 800 a 2500 da mid pos ( bui 150-300 ) l'opener che stava utg +2.

    L'entita' in chips del tribet in realta' combacia col mio stack rimanente !
    Decido di passare non per rispetto alla mano che potrebbe avere, ma piu' che altro perche' devono ancora parlare 4-5 persone e l'original raiser potra' agevolmente aggiungere le chips rimanente, potrei avere la best hand, ma sinceramente ho ancora 8bb di stack e spero di potermelo giocare diversamente che non in un three-way all-in preflop con AJ.

    Poi la mano e' andata avanti in modo rocambolesco e allo showdown l'utg aveva 56s e Mr. Donk aveva 33 peraltro settati al flop, quindi sarei uscito dal torneo con questo colpo se lo giocavo.

    Al giro sucessivo rimango con 1825 chips, Donk rilancia con 99, io mando il resto con JJ, lui call e faccio double up.

    Qualche mano dopo, mentre il BB e' sit out Donk raisa fino a mille ( bui 200-400 ) e mi accorgo che con la coda dell'occhio ha visto molto bene che il big blind e' sit out, ma da come si muove fa finta di non essersene accordo per farci pensare che sta rilanciando solo perche' ha una mano molto buona e non perche' ritiene che sia una buona occasione per rubare...

    Per me questo era un chiaro tell, io stavo al cut-off e ho A7 come hole cards, Donk siede sempre subito alla mia dx per chi se ne fosse dimenticato.

    Faccio all-in fino a 3.5k e dopo i fold degli altri lui dice di esere pot committed e aggiunge 2.5k al piatto che alla fine sara' di 7,8k.

    Allo shodown il mio A7off si scontra contro T7 e faccio il secondo double up ai danni di Mr. Donk portandomi a poco meno di ottomila chips.

    Finalmente dopo poche mani mi arriva una vera mano preflop: QQ.

    Rilancio da early position e vengo callato da Mauro Corsetti che sedeva due seat alla mia sx. Il flop e' A54 rainbow, io faccio contiuationbet di poco meno di mezzo piatto, lui fa un grosso raise e io foldo, poi dichiara' che aveva AK e io gli credo perche' non ci sono elementi che possono indurmi a pensare che stia mentendo.


    E' l'ennesima volta che avrei dovuto uscire e sono ancora dentro, questa volta non e' stato per una mia scelta, ma per quella del mio opponent che non ha tribettato AK, altrimenti saremmo finiti All-in preflop e visto il flop mi sa' che sarei proprio uscito dal donkament.

    Dopo questa mano non vedo piu' nulla e il mio stack per un paio di giri si erode lentamente, ormai gli ante sono in gioco da un pezzo...

    Ad un certo punto mi trovo al BB con T6o , una delle tante mani che solitamente non vorrei giocare manco dal bb checkando perche' nella maggior parte dei casi puo' solo portare guai.

    In questa mano il giocatore al cut-off riancia a 875 dove il mio BB era di 400, quindi si tratta di un miniraise, Donk gioca e a quest puno si e' gia' formato in piatto di quasi 2500 chips e dovrei aggiundere 475 per entrare in gioco.

    La mia mano non e' un granche', ma ormai sono ore che gioco a qusto tavolo, penso che l'open-raiser di sicuro non abbia una monster , l'ho visto giocare a lungo e non penso sia questo il caso, non gli faccio una grande coppia in mano ne qualcosa come AT in su. Donk e' come sempre un enigma, non si sa cosa gli passi per la testa, ma ho un grande vantaggio su di lui: ha tante chips e non sa come regalarle prima, tutta via ormai ha capito che non sono un cazzone come pensava all'inizio quando si era seduto al mio tavolo e aveva fatto un paio di colpi strani contro di me.

    Ho anche lo stack giusto per provare a mandare il resti suito al flop se dovesse floppare basso, o se dovessi floppare any straight draw, insomma dovro' correre il rischio, ma viste le pot-odds se andra' bene ne sara' valsa sicuramente la pena.

    Il flop e' Kd6dTc , quindi ho bottom two pair, Donk punta subit 1500 e io mando i resti per 2200, l'original raiser folda e Donk calla le 700 chips restanti mostrando AJo allo showdown, il board non lo agliuta e io risalgo a circa 7-7.5k chips grazie al terzo double up gentimente offertomi da Donk.


    Poco dopo aver vinto questa mano c'e' il cambio livello e si dovra' giocare con bui 300-600/75 ; e' l'ultimo livello della giornata.

    Praticament ho un M di 4.5 quando arriva la mano dell' eliminazione.

    Io mi trovo al big blind con KQoff e tutti passano fino al giocatore al cutoff che in realta' e' arrivato da poco al tavolo, ma ha gia' dimostrato di essere un giocatore bravo e scaltro.

    Quando tocca a lui va istantaneamente All-in e tutti passano, tocca a me.

    Il suo rase all-in combacia esattamente con il mio stack piu' il big blind gia' postato...

    Dovrei aggiunger 6375 chips e dichiarando all-in per fare call per un piatto totale di 14925 chips; 2175 sono dead money per blinds e ante.

    Analizzo la situazione, il giocatore che ha fatto showe e il modo - impetuoso - con cui l'ha fatto. Secondo il vecchio Mike caro potrebbe volere dimosrare forza quando la sua mano in realta' non puo' avere molte pretese, e' un giocatore scaltro e so che non avra' voglia di morire lentamente mangiato dai bui e poi sno sicuro che se avesse avuto una monster hand avrebbe simulato una sorta di pensata prima di mandare il resto...

    Insomma posso restringere il suo range di molto... inoltra il 14.5% del pot finale sarebbero formate da dead money, quindi se dovessi trovara contro una coppia inferiore alle mie carte ci starei dentro.

    Se dovessi callare all-in preflop essendo allo showdown anche 43% vs 57% il gap andrebbe colmato dalle pot odds.

    Ovviamente spero che non sia proprio cosi, perche' in realta' la mia stima del suo range mi porta a pensare che il 20% delle volte potrebbe avere una coppia, un'altro 20% delle volte un suited connector o comunque una mano semi-random, un 2-3% delle volte potrebbe avere AA, KK e circaun 15% delle volte una mano che mi domin come AK, AQ o QQ.

    Per il rimanente 50% di range penso proprio che la meta' delle volte lo trovero con mani come KJ, KT, QJ, QT, JT e tutte le altre colte con mani da A2 sino a AJ.

    Insomma le dead money del piatto mi danno a possibilita' di compesare se pur avendo indovinato il suo range dovessi rirovarmi contro una coppietta oppure un Ax.

    Alla fine il mio opponent mostra allo showdown A6o , che in pratica rispecchia in pieno il range di mani con cui mi aspettavo che pushasse - forse un filo piu' loose di quanto avevo immaginato - e le chances sono 57.5% vs 42.5% a suo favore...

    Insomma sembrerebbe un call al limite a carte viste, ma ovviamente se avessi potuto vedere la sua mano avrei foldato alla velocita' della luce.

    Il mio intento era quello di intercettare il suo range positivamente ( hidden luck/varianza ) sperando di trovarmi contro una mano che io dominavo tra quelle elencate ( KJ, QT, QJ, KT, K9 ) oppure trovare una di quelle poche mani che in realta' rappresentavano un push in evidente bluff, ma come o premesso in precedenza non davo grande credito a questa possibilita'.

    Insomma i presupposti erano giusto, max nel 20% dei casi mi sarei ritrovato dominato, nel 25-30% dei casi sarei stato io a dominare, nel 5-10% mi sarei trovato davanti ad un push con scartine e nei casi rimanenti si sarebbe trattato di una sora di coinflip dove la percentuale a mio sfavore veniva compensata dalle dead money.

    Sicuramente vale molto di piu' foldare dopo aver visto la sua mano piuttostoche giocarsi il colpo, e' sempre stare in gioco con X chips piuttosto che avere due volte X la meta' delle volte ed essere out tutte le altre.

    Il mio intento era quello di cercare un +EV in questa mossa, e sicuramente l'omino Donk che molto educatamete continuava a parlare, ridere e sghignazzare alle mie orecchie mi ha complicato di molto il lavoro mentre ero "in the tank" .

  7. #7
    Amministratore L'avatar di Ryu
    Registrato il
    Sep 2007
    Posts
    3,757
    Likes (Given)
    395
    Likes (Received)
    1490

    Predefinito

    Un paio di giorni dopo c'era il charity event, solitamente non sono uno di quelli che e' a favore della beneficenza a priori. Troppe volte viene strumentalizzata o addirittura sfruttata per il tornaconto personale ed economico dei "benefattori".
    In questo caso pero' ognuno metteva la sua parte, sia i giocatori che gli organizzatori che li sponsor.

    Alla partez c'erano circa 140 persone ed andavano premio in 18, se la mia memoria non mi tradisce.

    Pur essendo un torneo dalle ambizioni tecniche non elevate devo dire che ho giocao un torneo molto soddisfacente e il mio cammino non e' mai stato particolarmente difficile.

    Al memonto dell'eliminazione - eravamo circa il 24 - ero il secondo chip leader del tavolo e il quarto o quinto in assoluto. Stavo giocando molto chiuso perche' stavo al tavolo con giocatori al contrario molto loose e con dei calling range particolarmente elastici, tuttavia non era neanche il caso di farsi erodere tutto lo stack dai bui.

    Nella mano decisiva rilancio con 33 da early position di 2.5 BB, i miei raise venivano solitamente rispettati anche perche' era evidente vista la bassa frequenza dei miei rilanci che se aprivo il piatto era raro che stessi rubando.
    E' per questo che in quel caso ho deciso di aprire invece che foldare come da regola la coppietta in quella situazione sapendo che al piu' non mi avrebbero reraisato con mano non proprio legittime, ed al flop una Cbet avrebbe potuto porre subito fine al piatto.

    Vengo callato da de avversari tra cui uno era il chip leader all mia sinistra, il flop e' Aq3 con due quadri, quindi ho set io punto circa 2/5 di piatto ed il CL subito overbettaall-in, io callo e lui mostra A8 per un flush draw che chiude in 5th street eliminandomi.

    E' inutile recriminare sul fatto che il CL abbia chiamato un raise preflop di troppo e che abbia fatto una mossa al flop super -EV visto che in quella situazione nel 90% dei casi in cui faccio call sono traquillamente sopra, e nei casi in cui avessi avuto una mano nettamente sfavorita mi manda via senza motivo.

    Questo piatto era davvero enorme se avesse retto il mio misero set avrei avuto una monster chip lead dove avrei avuto nel mio stack piu' chips di tutto gli altri al tavolo e in pratica avrei avuto gran parte delle chips rimaste in gioco in tutto il donkament.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •